Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Intervista Al Presidente Del Bbc Grosseto Roberto Ferri, Dopo Il Dietrofront Dello Sponsor Grohe


28 febbraio 2011 ore 11:42   di GualtieroRosini  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 408 persone  -  Visualizzazioni: 635

La verità sulla trattativa. Ferri ha le idee chiare, si proietta nel futuro, per un Bbc vincente.Presidente Ferri, ci spieghi perchè è saltata la trattativa con lo sponsor Grohe quando sembrava tutto fatto?

Beh, francamente non so di preciso cosa sia successo. Avevamo interloquito con i dirigenti di Grohe ed avevamo capito che si partiva da una base di sponsorizzazione per arrivare ad una più consistente forma di finanziamento a seguito di un nostro impegno a "piazzare" dei loro nuovi prodotti e per questo ci eravamo già attivati.La sera in cui abbiamo tenuto il Consiglio Direttivo ad hoc per lo sponsor, il rappresentante Grohe ci ha detto che il loro intento non era quello di fare una sponsorizzazione vera e propria, bensì una sorta di "aiuto" finanziario a seguito di piazzamento dei loro macchinari sulla piazza di Grosseto. L'importo che sarebbe stato concesso, a fronte del nostro impegno, sarebbe stato veramente irrisorio. Da qui la volontà di non procedere con la sponsorizzazione come main sponsor della Grohe.


A distanza di due anni, rifarebbe la scelta di accettare la candidatura a presidente?Sì. Anche se questa è una bella domanda. Con il senno del poi, si farebbero tantissime cose ed in una particolare situazione come questa, verrebbe da dire...no, non rifarei il Presidente del BBC Grosseto. Mi sono assunto l'onere e l'onore di fare il Presidente per aiutare l'amico Baricci a sostenere ancora in piedi questo sport a Grosseto. Roberto Baricci crede moltissimo nel baseball e fa di tutto per tenerlo in piedi. Io mi sono preso l'impegno di aiutarlo e cercherò di farlo nel miglior modo possibile. Per quello che mi riguarda cercherò di avere un rapporto più continuo con i ragazzi, anche se ritengo giusto mantenere un livello gestionale "gerarchico" con ognuno che deve svolgere le proprie mansioni. Non nascondo che ho avuto, qualche volta, la tentazione di mollare, perchè non sempre possiamo fare fronte ai creditori in maniera puntuale, parlo dei giocatori, come dei fornitori in generale ed il mio carattere, la mia educazione personale, mi ha sempre portato ad essere preciso e puntuale quando ho qualche impegno di tipo finanziario. Qui abbiamo ereditato una situazione a dir poco catastrofica ed anche se una parte di debiti è stata pagata, ancora molti devono essere onorati. Colgo l'occasione per ringraziare coloro che, a distanza di ormai molto tempo, non hanno ancora fatto azione giudiziaria per il recupero del credito e garantisco che saranno saldati, spero, in breve tempo. Un ringraziamento particolare lo rivolgo alla Ditta Sarcoli, che con una lettera ci ha comunicato di rinunciare al credito vantato. Anche questo è un modo per essere vicini al BBC Grosseto, è un modo per aiutare una Società che sta cercando di non far sparire il baseball da Grosseto. Grazie ancora. Comunque, per ritornare alla domanda, sì rifarei ancora il Presidente, ripeto, nel rispetto e nell'amicizia che, spero, mi leghi al Presidente Onorario Baricci e nel suo impegno nel baseball.

Intervista Al Presidente Del Bbc Grosseto Roberto Ferri, Dopo Il Dietrofront Dello Sponsor Grohe

In città nonostante le vostre difficoltà economiche, che è bene chiarire che sono figlie di vecchie gestioni, i tifosi sono convinti che nonostante tutto abbiate costruito una buona squadra: secondo lei cosa manca al Bbc per competere con le migliori, su tutte San Marino e Rimini, le due "Regine" del mercato?

Beh, risposta troppo ovvia, i soldi! Ma a parte le battute, che poi non sono proprio tali, credo che non ci manchi niente. Certo, la maggior parte della vita delle Società i tifosi la vedono nell'organico che poi scende in campo, però non è sempre così, anzi non è proprio così. A parte San Marino, che segue, essendo uno Stato autonomo, diversa legislazione fiscale, è certamente più avvantaggiato nell'investimento sui giocatori, cosa diversa è quello che riguarda il Rimini. Rimini, con il suo facoltoso Presidente, tutti gli anni investe ingenti risorse per fare una buona squadra, ma non pensa mai a quello che è tutto il resto. Tutti gli anni andiamo a giocare a Rimini in quello squallore di stadio. Spero, quest'anno, di non dover ripetere la querelle dello scorso anno riguardo alla luce del campo di Rimini. Certo che, se non fosse sistemata a norma IBAF come richiesto a tutte le altre Società, mi permetterò di effettuare delle iniziative che vadano al rispetto dei giocatori in campo e delle Società che cercano di migliorarsi anno, dopo anno. Il BBC, poi, ha il cuore. I nostri ragazzi, che, giustamente, tutti gli anni "sbuffano", brontolano alla fine sono attaccati alla nostra maglia e, a parte uno che si è perso, gli altri sono ancora tutti qui. Avrebbero potuto andare via, ma non lo hanno fatto. Abbiamo fatto rientrare Gasparri, che considero persona seria e corretta e buon giocatore, perchè aveva la voglia di ritornare sì, per problemi logistici, ma anche perchè questa è la sua squadra, è la sua città e giocare per i colori che ti hanno fatto diventare grande, credo che sia il massimo per ognuno. Niente, ci manca, ripeto un po di soldi per fare investimenti "pesi", ma dobbiamo anche pensare che nella gestione di una squadra non ci sono solamente i giocatori, c'è una economia generale alla quale nessuno fa specifico riferimento, ma io, come Presidente, sì. Al GM piacerebbe fare una squadra di nove super campioni, come a me del resto, ma come si dice da noi..."senza lilleri, 'un si lallera"!

Con Enrico Vecchi il Bbc torna ad un grossetano: il 90% della tifoseria ha avallato la vostra scelta, ma si domandano anche quando il Grosseto tornerà super competitivo in Italia e in Europa: può spiegarci brevemente il vostro programma ?

La scelta di Enrico, credo che sia stata la scelta giusta, poi sarà il tempo, chiaramente, a darci ragione o meno. Il nostro programma prevede di far crescere i giovani. Abbiamo una buona IBL2, con alcuni elementi che tra qualche anno possono affacciarsi in prima squadra con ruoli di titolarità ed abbiamo gli attuali titolari che ci aiuteranno in questo, ne sono sicuro. Anche quest'anno abbiamo inserito dei giovani che non sono della nostra scuola, ma di quella nettunese, con un accordo basato sul reciproco rispetto e la reciproca stima che mi lega al Presidente dei Liones Nettuno, Alfonso Gualtieri. Sono tre ragazzi in "visione" da noi, per i quali valuteremo alla fine della stagione, il da farsi. Non dobbiamo pensare che perchè non sono di Grosseto, devono essere messi indietro. Sono giovani che hanno fatto una buona esperienza lo scorso anno, dove hanno dimostrato un buon livello tecnico e quest'anno è giusto provarli in massima serie, per vedere se sono all'altezza o meno della situazione. Sono sicuro che Vecchi, in questo, farà la sua parte e lo farà anche con i ragazzi della IBL2 che meritano il passaggio in prima squadra. Come sai, io sono molto propenso a gestire il movimento baseball nel suo insieme e non il mio piccolo come fanno altri e quando si parla di giovani, non mi tiro indietro se non sono di Grosseto. Quando avrò i miei, sarò più contento e sicuramente avranno i loro spazi, come anche quest'anno, ripeto, se qualcuno di loro lo merita.

La franchigia maremmana funziona? Cosa c'è da migliorare?

Questa è una domanda troppo "fresca". Per il momento abbiamo mosso i primi passi, poi più in là ti risponderò meglio. Ti posso dire, per il momento, che abbiamo trovato il main sponsor per la IBL2.

La grande crisi economica che attanaglia il nostro paese è sempre più forte, lo sport purtroppo è il primo a farne le spese. Pensare ad un campionato a 10 squadre sembra difficile, alla luce poi della realtà Catania, che oltre alla rinuncia alla IBL farà a meno anche della serie A Federale sembra utopia...?
Può sembrare utopia, in questo momento, è vero, ma se riusciamo a credere al Presidente Fraccari nel cercare di fare del movimento del baseball un momento "diverso" da quello che stiamo facendo ora, qualcosa si migliorerà. Non dobbiamo arroccarci dietro alla costruzione della squadra per giocare. Questo è il mezzo, ma il fine è un altro, il fine è quello di far ruotare attorno alla squadra locale un business, cercare di dare una entità economica alla società, in modo che gli imprenditori possano investire, avendo un ritorno economico dal loro investimento. Il nostro impianto è un grande impianto, ma mal organizzato. Nel nostro impianto ci sono tre palestre che non si addicono alla disciplina del baseball, mentre all'interno di quei locali avremmo dovuto prevedere l'istituzione di negozi per articoli sportivi, per materiale sportivo, cercare di far vivere lo stadio anche nei momenti in cui non c'è il campionato. Negozi che con un po di iniziativa avrebbero potuto organizzare, sfruttando il campo ed in collaborazione con noi, manifestazioni legate allo sport in generale e soprattutto iniziative tese ai giovani. Dobbiamo lavorare in questo senso, per rivitalizzare lo sport nostro e non solo.

Lei che è stato un arbitro di Baseball, come giudica oggi il loro movimento e il livello della categoria?

Quest'anno hanno un grande Presidente, Santino De Franceschi. Una persona che sa il fatto proprio ed ha, come collaboratore, una persona a cui tengo in modo particolare, che ritengo un amico, che ho aiutato nel settore arbitrale, quando me lo ha chiesto, a crescere perchè è una persona eccezionale, seria, corretta. Una persona che vorrei veramente tanto nel mio staff tecnico non solo per il suo livello tecnico, ma per la sua carica umana, che ad oggi, però, ha scelto un'altra strada. Sto parlando di Alessandro Cappuccini. Il mondo arbitrale è un mondo un po particolare, che è difficile da descrivere all'esterno. Va vissuto, bisogna essere arbitri per poterlo capire e spiegare. Non è vero che è una classe a parte. Certo sono uomini e come tutti gli uomini possono sbagliare, ma di una cosa sono certo che quando sbagliano lo fanno in buona fede. E questo lo può capire solamente chi ha fatto l'arbitro, per gli altri c'è sempre un po di mala fede negli arbitri, ma non è vero. Il livello salirà ora, ne sono certo. Il coraggio che dovrebbe avere il Presidente Federale Fraccari, però, è quello di cambiare il Designatore Nazionale, che ormai ha fatto il suo tempo e che è legato ad antipatie e simpatie e puerili comportamenti che non hanno più ragione di essere se vogliamo andare avanti con un baseball moderno. Guardi, dopo le proteste che mi videro protagonista lo scorso anno a causa della redazione del campionato fatto in maniera "amanuense" dal Presidente della COG Fabrizi e per il cui fui "ridicolizzato" da tutti, quest'anno abbiamo stilato il campionato a sorteggio. E' stato fatto un sorteggio fra le squadre, ed è venuto fuori un campionato sul quale nessuno ha da ridire alcunchè. Ci voleva che un Presidente di una Società facesse tutta quella caciara? No, bastava solo un po di impegno. Bene, ora quell'impegno va dirottato sulle Designazioni Arbitrali, che non devono essere sorteggiate perchè non andrebbe bene, ma bisognerebbe che cambiasse la mentalità di designazione, per cui ci vuole un nuovo personaggio. Nel mondo arbitrale manca questo coraggio! Io il coraggio di denunciare certe carenze ce l'ho, anche se, conoscendo Parentini, sicuramente mi vedrò penalizzato, da questa richiesta di cambiamento, con designazioni "strane".

Il pubblico: avete pensato a qualche iniziativa per riavvicinare il grande pubblico allo Jannella?

Il grande pubblico, si fa con iniziative particolari, è vero, ma soprattutto qui a Grosseto, con una grande squadra. A Grosseto c'è una grande Società, con uomini che lavorano senza risparmiarsi, quelli che non si vedono mai, ma che sono l'anima della Società e che io ringrazio in particolar modo. A Grosseto c'è, come ho detto prima, una grande squadra, perchè oltre ad essere buona dal punto di vista tecnico, ha un grande cuore biancorosso. Il pubblico di Grosseto è grande di per sè, non ha bisogno di particolari iniziative e sono sicuro che quest'anno lo dimostrerà con la sua presenza e l'attaccamento ai nostri colori immensamente biancorossi.

In bocca al Lupo Presidente.

Grazie e crepi il lupo!

Articolo scritto da GualtieroRosini - Vota questo autore su Facebook:
GualtieroRosini, autore dell'articolo Intervista Al Presidente Del Bbc Grosseto Roberto Ferri, Dopo Il Dietrofront Dello Sponsor Grohe
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione