Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Jeet Kune Do, Qual è La Via Dopo Bruce Lee?


12 novembre 2014 ore 13:47   di KungFuGirl  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 703 persone  -  Visualizzazioni: 942

Bruce Lee, icona del cinema e grande esperto di arti marziali, aveva ideato un sistema di autodifesa del tutto particolare, basato sul Kung Fu Wing Chun - l'arte marziale tradizionale che aveva praticato sotto la guida del grande maestro Ip Man - e su elementi di altre arti marziali e discipline di combattimento che gli erano parse valide per rendere l'autodifesa efficace al massimo e con il minimo sforzo. Tra queste discipline rientrano ad esempio la boxe occidentale e persino la scherma.

Alla sua prematura scomparsa, avvenuta quando aveva soltanto 32 anni, il "Piccolo Drago" lasciò un grande vuoto e non soltanto nel mondo del cinema: chi avrebbe potuto portare avanti l'insegnamento da lui iniziato del Jeet Kune Do? Nelle scuole di arti marziali più tradizionali normalmente è il figlio a subentrare al padre nella gestione della scuola e dell'insegnamento, ma Brandon, il figlio di Bruce e Linda, all'epoca era ancora troppo piccolo per caricarsi sulle spalle un simile compito e, in seguito, rimase tragicamente ucciso sul set di un film.


La strada del Jeet Kune Do, che letteralmente significa "La via del pugno che intercetta", doveva dunque essere seguita e divulgata dai primi seguaci ed amici di Bruce Lee, ma qui si pose un secondo problema: lo stesso Lee, pur avendo riempito interi quaderni di appunti riguardanti le applicazioni pratiche del JKD e la filosofia che lo permea, aveva sempre dato come caposaldo della disciplina il fatto che questa non dovesse essere "fissa", predefinita e "ingessata" come spesso appaiono le arti marziali tradizionali, ma essere invece adattabile e flessibile, fluida come l'acqua che si adatta a qualunque contenitore.

Qual è allora oggi il vero Jeet Kune Do? Quello che ripropone gli insegnamenti trasmessi da Bruce Lee o quello che, invece, li integra con altri stili, alla ricerca continua di metodi di autodifesa sempre più efficaci ed al passo con la società che cambia? Tra gli allievi diretti del compianto Bruce Lee soltanto tre erano stati diplomati istruttori: Taky Kimura di Seattle, James Yimmi Lee di Oakland e Dan Inosanto di Los Angeles. Loro tre, dunque, sono da considerarsi i veri depositari del JKD originale o, per meglio dire, di ciò che era il Jeet Kune Do quando Bruce Lee morì (il che non esclude che, se fosse vissuto più a lungo, Lee non avrebbe continuato a studiare metodi di combattimento per migliorare sempre il suo stile).

Jeet Kune Do, Qual è La Via Dopo Bruce Lee?

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Jeet Kune Do, Qual è La Via Dopo Bruce Lee?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione