Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Juventus: E Il Modulo?


3 luglio 2013 ore 10:06   di marras016  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 795 persone  -  Visualizzazioni: 990

In meno di una settimana si sono accasati alla Juventus due attaccanti di assoluto valore, Carlitos Tevez e Fernando Llorente, rispettivamente da Manchester City e Athletic Bilbao. Mentre il basco a parametro zero è arrivato grazie ad una paziente strategia di attesa, l'Apache è stato un autentico colpo in stile Galliani strappando il giocatore ad un prezzo non esagerato (12 milioni) e alla concorrenza di club blasonati come il Real Madrid e lo stesso Milan.

Due colpi in rapida successione per sistemare definitivamente quella che era considerata la grande pecca della Juventus di Antonio Conte, ovvero la mancanza del finalizzatore implacabile che risolva le partite più intricate. Su Tevez la fiducia è pressoché totale, testimoniata anche dal 10 di Del Piero, per i suoi trascorsi vincenti in quel di Manchester e non solo. Un vero randagio del calcio, come lo chiamano, capace di fare la differenza, trascinare la squadra segnando gol pesanti pur con i suoi problemi caratteriali (i vari litigi con Mancini).


Llorente in questo senso deve dimostrare ancora qualcosa, data anche l'ultima stagione passata in panchina per i dissidi coi i tifosi del Bilbao. Si tratta comunque di un centravanti di razza, vecchia maniera, 195 cm di stazza e due piedini spagnoli niente male. Se messo nelle giuste condizioni può segnare veramente tanti gol con la casacca bianconera.

Nelle giuste condizioni dicevamo. Il modulo con cui giocherà la Juve l'anno prossimo non è ancora molto chiaro, tranne che forse nella testa di Conte. La stagione scorsa ha dimostrato che il collaudato 3-5-2 è perfetto in Italia, garantendo il giusto equilibrio della squadra nelle due fasi. La difesa a 3 è risultata quasi imperforabile e le mancanze degli attaccanti sono state rimpiazzate alla grande dai gol a raffica dei tre moschettieri in mezzo al campo: Vidal, Marchisio e Pirlo (senza dimenticare Pogba).
In Champions, invece, le cose cambiano sistematicamente. La Juve ha fatto un'ottima prima parte di stagione Europea, con le vittorie contro Chelsea, Shakhtar e Celtic ma alla prima corazzata che ha incontrato, il Bayern Monaco (attualmente di gran lunga la squadra più forte e completa in Europa) non ha retto il confronto, fallendo miseramente il tentativo di imporre il proprio gioco. Il 3-5-2 non è adeguato perchè non fornisce il necessario apporto offensivo per impensierire le granitiche difese delle big europee e fa eseguire agli attaccanti un lavoro sfiancante di sponda e rimessa che toglie lucidità negli ultimi 20 metri, decisivi nella finalizzazione.

Juventus: E Il Modulo?

Ultimamente si fa un gran parlare del fantomatico 3-3-4 con Llorente e Tevez punte centrale affiancati da ali altissime che dovrebbero essere Asamoah e un acquisto tra Zuniga e Kolarov (personalmente ritengo il serbo è di gran lunga più forte). In realtà si tratta comunque del solito 3-5-2 con una maggiore propensione offensiva delle due ali che avrebbero in ogni caso anche i soliti compiti difensivi. Improponibile pensare di giocare con ali che non tornino a proteggere le parti di Buffon (Krasic è stato cacciato per questo).

Molto più di attualità e molto più indicato è senza dubbio il 4-3-3 con l'abbandono della difesa a 3 e quindi alla rinuncia di uno tra Bonucci (nel caso di Chiellini centrale e Asamoah o l'ipotetico Kolarov terzini) o Asamoah (nel caso di Chiellini terzino) con l'innesto di un terzo attaccante/ala al fianco di Tevez e Llorente, probabilmente Vucinic. Si tratterebbe di una squadra meno solida dal punto di vista difensivo ma che avrebbe un apporto offensivo devastante con Llorente punta di sfondamento e l'Apache e il montenegrino a supporto, con in aggiunta i soliti inserimenti di Arturo e il Principino.

In ogni caso la Juventus deve effettuare un restyling almeno di facciata alla formazione titolare, pur mantenendo l'ossatura e gli schemi che l'hanno resa vincente. Molte grane aspetteranno il neo sposo allenatore bianconero: oltre alla questione di chi far giocare in attacco con i relativi musi lunghi dei vari Quagliarella, Matri e Giovinco, si prospetta anche il caso Marchisio insidiato da Pogba per il posto da titolare. Come dimostrato l'ultima parte della scorsa stagione, una coesistenza dei due è possibile ma il torinese perde molto del suo potenziale se avanzato al ruolo di trequartista-incursore.

Scenari di panchina, cessione e malumori che Conte dovrà dimostrare di saper gestire come ha già saputo fare adattando la squadra a più moduli in base alle caratteristiche dei suoi uomini. Eventuali scontenti nello spogliatoio potrebbero avere un effetto negativo sul rendimento generale della squadra, soprattutto per i lungodegenti panchinari poco considerati da Conte.
Tutto questo mentre si continua a parlare dei nuovi acquisti di Marotta: vicinissimo Ogbonna, forse Kolarov a fine mercato, si spera non Jovetic (troppo costoso e a rischio infortuni). Ma una cosa è certa: la Juventus vuole continuare a stupire in Italia conquistando il suo terzo scudetto consecutivo, e in Europa, per lo meno mostrandosi competitiva al cospetto delle big del continente. I moduli sono soltanto dei numeri sulla carte che contano relativamente, ciò che fa la differenza è la mentalità e condizione psico-fisica della squadra, aspetto su cui Conte è sempre stato intransigente e su cui continuerà ad esserlo. Al di là dei numeri e al di là degli schemi.

Articolo scritto da marras016 - Vota questo autore su Facebook:
marras016, autore dell'articolo Juventus: E Il Modulo?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione