Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Nazionale Italiana 'precipita' Sui Cieli Di Irlanda


8 giugno 2011 ore 12:41   di stefanowrite  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 308 persone  -  Visualizzazioni: 556

Caro vecchio Trap! Questo avranno pensato molti italiani a fronte della sconfitta, sia pur in amichevole, riportata ieri sera dalla nazionale italiana. Ma anche da questi confronti si possono cogliere diverse indicazioni. Anzitutto, ci sono stati molti esperimenti, quindi la prestazione va presa con beneficio d'inventario, come direbbe il grande Bruno Pizzul. Poi siamo a fine stagione, è vero anche questo. Ma allora perchè cantare vittoria quando si vince con l'Estonia?

In altre parole, non bisogna essere disfattisti ma neppure celebrare vittorie di relativo prestigio. Il pericolo è che ci si sopravvaluti troppo per poi rimenere con un palmo di naso quando si scende in campo con squadre più blasonate. La verità è che forse tra gli schemi cervellotici che molti allenatori, anche i più giovani, applicano spesso senza elasticità, alla fine ha vinto il più classico degli schemi, quello che ha dato i successi all'italia nelle competizioni internazionali. Il tanto bistrattato "gioco all'italiana" che non a caso ha dato la vittoria ieri alla nazionale irlandese guidata da Giovanni Trapattoni. E' stato come essere battuti proprio dall'Italia. Certo, era un'amichevole, ma la qualità della nostra nazionale avrebbe dovuto prendere il sopravvento.E invece la corsa, la lotta, la tenacia e la compattezza degli 11 di Irlanda hanno bloccato ogni velleità degli azzurri (ieri in divisa bianca). E da qui che bisogna ripartire anche perchè, purtroppo, se da una parte la qualità dell'Italia è certamente superiore a quella dell' Irlanda, dall'altra, siamo comunque inferiori a molte nazionali sia Europee che degli altri continenti. Quindi attenzione ai facili entusiasmi quando si battono avversari modesti, figuriamoci quando ci si perde!


Bisogna prendere coscienza che negli ultimi anni non c'è più quella qualità che ha contraddistinto le nazionali del passato, in tutti i settori. Non c'è Baggio, non c'è Baresi, non c'è Ancellotti, Tardelli, Conti, Causio, ma neppure Vialli, Schillaci, Cabrini o Donadoni. E, finita l'epopea dei Totti e Del Piero, di Cannavaro, Nesta e Zambrotta, l'italia ha obiettivamente uno standard qualitativo da media squadra. Basti guardare la Spagna, o anche la Francia, L'olanda e la stessa Germania. E' vero, sta emergendo Giuseppe Rossi, ma con tutto il rispetto, Baggio, Totti, Del Piero, Zola e Mancini (per non tornare troppo indietro nel tempo) sono stati un'altra cosa. In ogni caso, comunque un plauso va fatto ugualmente a Prandelli che in silenzio lavora, sperimenta e assembla. Non chiude la porta a nessuno e accetta critiche e consigli. Sotto questo punto di vista sembra un pò di vedere finalmente la nazionale degli Italiani.

Un pò come quella di Azeglio Vicini, che però di campioni ne aveva in abbondanza. Diamo spazio allora a gli unici e ultimi veri talenti che possono fare la differenza come Cassano , e coltiviamo quelli emergenti come Giovinco e Rossi, senza dimenticarsi dei sempre redivivi Totti e Del Piero. Se è vero che la classe non è acqua, se si presentassero ai prossimi appuntamenti in uno stato di forma accettabile, possono ancora fare la differenza. E visto che oggi come oggi la differenza non la fa nessuno in Italia, allora teniamoci stretto quello che abbiamo. Prandelli è una persona attenta e riflessiva e questo lo sa. Nel frattempo però, tanto per sfatare l'eccezione che conferma la regola, l'allievo stavolta non ha superato il maestro. Lunga vita al Trap.La Nazionale Italiana 'precipita' Sui Cieli Di Irlanda

Articolo scritto da stefanowrite - Vota questo autore su Facebook:
stefanowrite, autore dell'articolo La Nazionale Italiana 'precipita' Sui Cieli Di Irlanda
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione