Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Spagna Non Domina Più: Tempi Duri Per Nadal, Lorenzo, Contador E Alonso


20 settembre 2011 ore 11:33   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 390 persone  -  Visualizzazioni: 648

Momento di impasse per lo sport spagnolo a livello individuale (nel calcio e nel basket gli iberici continuano a dettare legge) con i suoi quattro moschettieri meno incisivi rispetto al recente passato: il fuoriclasse del tennis Rafael Nadal, ilcampione del mondo in carica della Moto GP Jorge Lorenzo, il vincitore di tre Tour de France e di due Giri d'Italia Alberto Contador e il bicampione iridato di Formula 1, il ferrarista Fernando Alonso. Le "bestie nere" dei quattro campionissimi spagnoli si chiamano rispettivamente Novak Djokovic, Casey Stoner, Cadel Evans e Sebastian Vettel, gli attuali numeri uno delle loro discipline.

NADAL E LA "SINDROME" DJOKOVIC. Reduce da un 2010 a dir poco strepitoso, con tre vittorie su quattro nei tornei del Grande Slam (Roland Garros, Wimbledon e Us Open), Rafael Nadal (10 tornei del Grande Slam vinti in carriera), uno dei più grandi tennisti di tutti tempi, sembrava avere le carte in regola per ripetersi nel 2011, vista anche la flessione del suo avversario storico, il fuoriclasse svizzero Roger Federer. Sulla sua strada, però, il campione spagnolo ha trovato il sensazionale fuoriclasse serbo Novak Djokovic, capace quest’anno di sconfiggerlo su tutte le superfici sei volte su sei in altrettante prestigiose finali: in ordine cronologico sul cemento di Indian Wells e Miami, sulla terra battuta di Madrid e di Roma, sull'erba di Wimbledon e sul cemento dell'US Open. Nadal si è dovuto "accontentare" del suo sesto titolo al Roland Garros (eguagliato il mito Borg) ma ha dovuto cedere inesorabilmente all'avversario il prestigioso titolo di numero uno del mondo. Nel 2012 lo spagnolo vorrà riprendersi il suo trono e si preannunciano altre sfide memorabili con il rullo compressore Djokovic.


LORENZO, UN BIS MONDIALE SEMPRE PIU' LONTANO. Campione del mondo in carica, Jorge Lorenzo sperava quest'anno di poter centrare un magico bis in sella alla sua Yamaha ma un formidabile Casey Stoner, a quattro gare dalla fine del Mondiale, ha messo una seria ipoteca sul titolo 2011. Il formidabile fuoriclasse australiano della Repsol Honda, con otto vittorie in quattordici gare, sta letteralmente piegando la resistenza dell'asso spagnolo che, dal canto suo, ha centrato "solo" tre vittorie e con 44 punti di ritardo dal leader vede sempre più ridotte le sue chance iridate. Lorenzo con il successo di Misano sembrava aver provvisoriamente riaperto la lotta per il titolo ma l'ultima vittoria di Stoner nel GP di Aragona ha decisamente ridimensionato, forse definitivamente, le speranze mondiali del campione iberico. A meno di una clamorosa rimonta, Jorge dovrà abdicare a favore del fuoriclasse australiano.

CONTADOR E LA PROIBITIVA DOPPIETTA GIRO-TOUR. Fresco vincitore del suo secondo Giro d'Italia, Alberto Contador sognava la storica doppietta Giro-Tour, riuscita solo ai campionissimi (Fausto Coppi, Jacques Anquetil, Eddy Merckx, Bernard Hinault, Miguel Indurain, Marco Pantani, oltre a Stephen Roche) ma ha dovuto fare i conti con la sfortuna (una serie di cadute nella prima parte del Tour), con le fatiche della corsa a tappe rosa e con la forma strepitosa dell'australiano Cadel Evans, vincitore della prestigiosa gara francese davanti rispettivamente ai fratelli lussemburghesi Andy e Frank Schleck. Il campione spagnolo, il più grande corridore attuale di corse tappe (3 Tour, 2 Giri e una Vuelta vinti consecutivamente), ha dovuto cedere le armi agli avversari pur lottando con orgoglio fino alla fine e soprattutto ha imparato la lezione: attualmente sembra impossibile vincere nello stesso anno Giro e Tour. Il prossimo anno, infatti, tornerà all'assalto della corsa a tappe più prestigiosa del mondo, tralasciando la corsa italiana.

ALONSO E LO STRAPOTERE DI VETTEL E DELLA RED BULL. Il bicampione del mondo Fernando Alonso sperava questa'anno con la sua Ferrari di poter riscattare la sconfitta subita in extremis lo scorso anno da parte del fuoriclasse tedesco Sebastian Vettel e di cancellare la beffa di Abu Dhabi che gli aveva negato il suo terzo titolo iridato. Le cose, purtroppo, sono andate diversamente e il campione della Red Bull si è lanciato sin dall'inizio dell'anno in una fuga straordinaria e con otto vittorie in tredici gran premi ha letteralmente dominato la stagione lasciando agli avversari solo le briciole. Alonso ha cercato di raccogliere quello che ha potuto vincendo a Silverstone e conquistando altri sei podi ma lontano in classifica anni luce dal dominatore Vettel. Fernando cercherà nelle ultime sei gare dellla stagione di togliersi altre importanti soddisfazioni e di conquistare il secondo posto nel Mondiale ma sarà già proiettato verso un 2012 che possa permettergli di lottare per il suo terzo titolo iridato, dopo quelli conquistati con la Renault nel 2005 e nel 2006.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo La Spagna Non Domina Più: Tempi Duri Per Nadal, Lorenzo, Contador E Alonso
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione