Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Max Biaggi Campione Del Mondo Superbike 2012


8 ottobre 2012 ore 12:35   di Tycoon  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 412 persone  -  Visualizzazioni: 668

A volte in mezzo punto si racchiudono le fatiche di una stagione. Ed è stato proprio questo 0,5 in più su Tom Sykes che ha reso possibile al Corsaro il conseguimento del suo sesto Titolo Mondiale. L'appuntamento di Magny-Cours ha regalato adrenalina e tensione in entrambe i round.

A cominciare da Gara 1, quando Biaggi cade proprio ad inizio gara in un modo che anche lui definisce "inspiegabile" e consentendo alla Kawasaki di Tom Sykes di avvicinarsi clamorosamente alla vetta della classifica. Mondiale riaperto sotto la pioggia del circuito francese e tutto da rifare. Lo stato di tensione traspare perfettamente anche dagli occhi di Jorge Lorenzo e di Fabrizio Frizzi, i due amici 'accaniti'di Biaggi anche loro increduli spettatori al box Aprilia.


Ma la partita in Superbike ha anche un secondo tempo e Gara 2 è decisamente la 'gara della vendetta'. Le condizioni sull'asfalto migliorano. Non più il bagnato della corsa precedente ed anche i tempi sul giro lo testimoniano. La partenza di Max Biaggi non è performante come in Gara 1; per i primi giri si ripete il copione che vede Sykes in testa e Guintoli a seguire. Il pubblico è tutto per il francese. Biaggi inizia una 'saggia' rimonta senza prender rischi. E' sufficiente per lui un quinto posto per uscire da Magny-Cours vincitore. E così accade. Con il sorpasso su Checa il 3 di casa Aprilia si porta proprio in quinta posizione, impone il suo ritmo e si stacca dagli inseguitori (Giugliano in primis).

Max Biaggi Campione Del Mondo Superbike 2012

La caduta di Marco Melandri esclude definitivamente il ravennate da qualunque speranza di gloria. In testa, Sykes resiste agli attacchi di Guintoli e conclude la gara con una vittoria meritata quanto inesorabilmente 'inutile'. Fiato sospeso ed occhi puntati sui monitor, fino all'attesissimo passaggio di Max Biaggi sulla linea d'arrivo. Quinto posto in gara per lui e Titolo Mondiale in tasca. Esaltazione! Non è stata necessaria la strategia del sorpasso sul compagno di squadra Laverty; Max fa tutto da solo senza il bisogno del gioco di squadra, sempre antipatico ma talvolta indispensabile per non vanificare una stagione di lavoro.

Urlo liberatorio ai box per la doppia vittoria della sinergia Biaggi-Aprilia dopo quella del 2010. Trionfo totale di un made in Italy inossidabile, capace di imporsi con Biaggi a 41 anni su avversari più giovani e agguerriti (Sykes e Melandri su tutti). E con la RSV4, per la seconda volta sulla vetta del mondo su una concorrenza dal nome Bmw, Kawasaki, Honda e Ducati. "È stata una stagione dura ma questo risultato l’ho voluto dall’inizio. Ho cercato di dare il massimo; abbiamo avuto momenti buoni e in altri ci eravamo persi, ma devo dire che non abbiamo mollato mai". L'abbraccio intenso e lunghissimo con Eleonora Pedron, splendida compagna di Max anche lei commossa per il risultato ottenuto.

Max Biaggi Campione Del Mondo Superbike 2012

Poi il campione di nuovo ai microfoni: "Questo è il quarto mondiale su sei che vinco all’ultima gara; si vede che mi piacciono le sfide difficili! Il titolo ce lo siamo sicuramente sudato e forse per questo è ancora più bello!". Merito anche di una scuderia di primordine sotto la costante supervisione dell'ingegner Dall'Igna. Il lavoro fatto dai tecnici Aprilia dopo Gara 1 è stato eccellente, ricostruendo una RSV4 davvero malridotta e rendendola performante per il prosieguo di Gara 2. Soddisfatti anche i vertici Piaggio, come testimoniano le parole del presidente Roberto Colaninno: "Bravissimi, è una straordinaria doppia vittoria italiana! Per la seconda volta nella storia del campionato mondiale Superbike la vittoria va a un pilota italiano: ed è di nuovo Max Biaggi con la Aprilia RSV4, come nel 2010. La vittoria di Aprilia tra i costruttori, grazie alla bravura del team guidato da Luigi Dall’Igna, premia la nostra capacità di innovazione tecnologica, che si è imposta nuovamente su tutti: sulla tecnologia giapponese rappresentata da Kawasaki, Honda e Suzuki, come pure su quella tedesca di Bmw, e sulla concorrenza italiana di Ducati".

Questa la storia di un campione dal volto sereno. Un pilota italiano dalla guida pulita ed efficacissima che a 41 anni ha saputo coronare con la sesta stella iridata una carriera di vittorie e di successi. Rimane il dubbio su cosa Biaggi abbia sussurrato alla dolce Eleonora. Forse l'annuncio di un ritiro o la voglia di proiettarsi ancora verso nuove sfide. Questo non lo sappiamo ma di sicuro, qualunque sia la sua decisione, i ringraziamenti per quanto vinto finora, sono molteplici e meritati. Ad maiora!

Articolo scritto da Tycoon - Vota questo autore su Facebook:
Tycoon, autore dell'articolo Max Biaggi Campione Del Mondo Superbike 2012
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione