Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Motogp - Bilancio: L' Addio A Marco Simoncelli Nell' Anno Di Stoner E Della Crisi Di Valentino Rossi


6 novembre 2011 ore 19:59   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 468 persone  -  Visualizzazioni: 728

Con l'ultimo Gran Premio spagnolo di Valencia, vinto dal neo Campione del Mondo Casey Stoner (Repsol Honda) in volata davanti allo statunitense Ben Spies (Yamaha), è calato il sipario sulla stagione 2011 che resterà, purtroppo, negli annali, al di là dei risultati agonistici, per l'incidente malesiano di Sepang in cui ha perso la vita il grande talento nostrano Marco Simoncelli, la cui scomparsa ha gettato nello sconforto non solo il Circus della MotoGp ma il mondo dello sport in generale e non solo.

"SUPER SIC" PER SEMPRE NEL CUORE DEGLI APPASSIONATI E NON. Un destino beffardo che, sulla pista di Sepang, ha spezzato la vita, a soli ventiquattro anni, di uno dei più grandi talenti mondiali. Una caduta che avrebbe potuto essere innocua ma che, purtroppo, si è trasformata in una tragedia lasciando il Circus orfano non solo di un grande campione ma di un ragazzo straordinario con il suo inconfondibile e immancabile sorriso sulle labbra. Marco Simoncelli, Campione del Mondo nel 2008 nella classe 250, che quest'anno, alla sua seconda stagione in MotoGP, aveva conquistato con la sua Honda Team Gresini i primi due podi nella classe regina (un secondo e un terzo posto) e che stava diventando uno dei piloti più competitivi e più amati in assoluto. Il circuito italiano di Misano è stato intitolato alla sua memoria e la sua voglia di vivere, il suo sorriso contagioso e i suoi inconfondibili riccioli resteranno per sempre impressi nella mente e nel cuore degli appassionati e non.


IL BIS IRIDATO DI CASEY STONER. JORGE LORENZO CEDE LO SCETTRO MA E' SECONDO. L'australiano della Repsol Honda Casey Stoner, alla stregua del collega di Formula 1, il fuoriclasse tedesco Sebastian vettel, è stato l'assoluto dominatore della stagione conquistando il suo secondo titolo mondiale (dopo quello del 2007 con la Ducati), grazie a dieci successi in diciassette gare disputate. Un dominio iniziato già nella prima parte della stagione (quattro vittorie su sei Gran Premi) e consolidato nelle gare successive, dove l'unico avversario ad aver tentato di tenergli testa è stato il Campione del Mondo in carica della Yamaha, Jorge Lorenzo, ultimo ad arrendersi allo strapotere dell'australiano dopo l'infortunio nel warm up di Phillip Island. Stoner era già avviato verso la conquista del bis iridato ma il fuoriclasse spagnolo, costretto a saltare le ultime tra gare, non ha potuto lottare fino in fondo per difendere il titolo. Tre vittorie (contro le dieci dell'australiano) e sei secondi posti non sono bastati a Lorenzo per contrastare l'incontenibile Stoner.

DOVIZIOSO SUL TERZO GRADINO DEL PODIO MONDIALE, PEDROSA TROPPO SFORTUNATO. Al termine di una stagione regolare Andrea Dovizioso (Repsol Honda) si è tolto la soddisfzione, pur non vincendo gare, di conquistare un eccellente terzo posto in classifica generale, grazie a sette podi (quattro secondi e tre terzi posti) che gli hanno permesso di precedere di soli nove punti il compagno di squadra Dani Pedrosa. Il campione spagnolo, vincitore di tre Gran Premi, è stato perseguitato dalla sfortuna e per due volte si è dovuto sottoporre ad operazioni alla clavicola che lo hanno costretto anche a saltare tre gare. Oltre ai 10 successi di Stoner e ai 3 a testa di Lorenzo e Pedrosa, va registrata la vittoria ad Assen , in Olanda, dello statunitense della Yamaha Ben Spies.

STAGIONE DA DIMENTICARE PER VALENTINO ROSSI PENALIZZATO DALLA DUCATI. Per la prima volta nella sua strepitosa carriera il nove volte Campione del Mondo Valentino Rossi, penalizzato da una Ducati spesso poco competitiva, ha concluso la stagione senza vincere gare. Con una moto non all'altezza della situazione il fuoriclasse di Tavullia è riuscito solo una volta a salire sul podio (terzo a Le Mans) e spesso e volentieri si è trovato ad arrancare e a lottare in posizioni assolutamente non consone ad un campione del suo blasone. Ha concluso al settimo posto una stagione assolutamente da dimenticare a pari punti, ironia del destino, del collega e grande amico, l'indimenticabile Marco Simoncelli. Per Valentino la speranza di un pronto riscatto, sempre con la Ducati, nel 2012.

L'ADDIO DI LORIS CAPIROSSI DOPO VENTIDUE STAGIONI. A Valencia si è conclusa, a 38 anni e dopo ben ventidue intense stagioni, la lunga e gloriosa carriera di Loris Capirossi, Campione del Mondo in 125 nel 1990 e nel 1991e in 250 nel 1998. Una stagione, purtroppo, avarissima di soddisfazioni per il centauro nostrano che, con la sua scarsamente compettiva Ducati Pramac Racing, non ha potuto assolutamente esprimere tutto il suo grande talento. Tre modesti noni posti come migliori risultati stagionali per un campione che nella classe regina è stato capace di vincere nove Gran Premi conquistando anche il terzo posto iridato per due volte, nel 2001 e nel 2006.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Motogp - Bilancio: L' Addio A Marco Simoncelli Nell' Anno Di Stoner E Della Crisi Di Valentino Rossi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione