Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Pallanuoto: Il Settebello Italiano E' Campione Del Mondo A Shanghai


30 luglio 2011 ore 21:10   di KungFuGirl  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 952 persone  -  Visualizzazioni: 1956

La squadra nazionale di pallanuoto è conosciuta come Settebello, ma nelle acque della piscina di Shanghai è diventata Settebellissimo, conquistando dopo 17 anni la medaglia d’oro ai Mondiali. Un’impresa riuscita solo ai tempi supplementari, perchè i campioni uscenti della Serbia proprio non ci stavano a cedere il trono e i regolamentari sono terminati sul punteggio di 6 pari.

Una partita d’intensità incredibile, giocata colpo su colpo, nella quale l’Italia passa per prima in vantaggio ma viene poi ripresa da una decisissima Serbia; una finale davvero mondiale, giocata e combattuta all’ultimo respiro.
Nei quarti di finale il nostro Settebello era riuscito ad avere la meglio sulla Spagna, approdando così alla semifinale dove la attendeva la Croazia campione d’Europa e, sbarazzatosi anche di questi temibili avversari, ecco la sfida più pericolosa: quella contro i campioni del mondo uscenti della Serbia. Un 8-7 finale che fa tirare un sospiro di sollievo e che si trasforma subito in un urlo di gioia incontenibile.


A trionfare alla fine è proprio il Settebello, anzi bellissimo, con Aicadi, Presciutti, Figlioli e soprattutto con il capitano Tempesti, una muraglia para rigori dimostratasi di certa efficacia, e Felugo che segna il gol decisivo; ma è stato il trionfo anche di Sandro “Pokemon” Campagna, il commissario tecnico che ha saputo guidare la sua nazionale fino a questo trionfo cinese. “Pokemon” l’ha soprannominato il figlio, perché anche lui, come questi personaggi dei cartoni animati giapponesi, si evolve e diventa più forte dopo ogni sfida. Campagna oggi ha dimostrato che il soprannome è davvero azzeccato, evolvendosi e diventando più forte giorno dopo giorno, partita dopo partita, arrivando fino a dominare con il suo Settebello il tetto del mondo.

Questo è un oro stupendo, il coronamento del lavoro di un gruppo incredibile e straordinariamente coeso, la cui forza viene proprio dall’unione e dalla grande disciplina che ha portato questi straordinari atleti ad essere vincenti fin dai primi giorni del torneo mondiale. E adesso festa grande per tutti questi straordinari atleti e per tutto il team mondiale, che ha saputo regalare all’Italia questo nuovo clamoroso successo.
Pallanuoto: Il Settebello Italiano E' Campione Del Mondo A Shanghai Pallanuoto: Il Settebello Italiano E' Campione Del Mondo A Shanghai

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Pallanuoto: Il Settebello Italiano E' Campione Del Mondo A Shanghai
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Iome
    #1 Iome

Questi sì che sono atleti MONDIALI non quei buffoni strapagati del calcio che poi ai mondiali si vede che figura fanno

Inserito 1 agosto 2011 ore 10:22
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione