Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Pugilato: L' Italia Mondiale Convince


9 dicembre 2013 ore 09:33   di KungFuGirl  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 4443 persone  -  Visualizzazioni: 4657

Quello d'inizio dicembre 2013 è stato un weekend di passione per gli amanti del pugilato, con due grandi atleti italiani, nomi arcinoti del panorama internazionale del ring, impegnati a contendersi i titoli mondiali delle rispettive categorie.
A Chicago Giacobbe Fragomeni, 44 anni e miglior pugile professionista in attività, calcava il ring per tentare di riconquistare il Mondiale dei pesi massimi leggeri WBC, affrontando il polacco Krzysztof Wlodaczyk; a Stoccarda la "Regina di Romagna" Simona Galassi incrociava i guantoni con la tedesca Susi Kentikian, alla ricerca della consacrazione mondiale dei pesi mosca femminili WBA.

Quanti si sono alzati alle 5 del mattino di sabato 7 dicembre per assistere alla diretta dell'incontro da Chicago hanno visto un Fragomeni in gran forma, capace di mantenere un certo predominio approfittando della corta distanza nella quale è maestro, ma poi, quasi inspiegabilmente, una distrazione, qualcosa che va storto in quel quarto round che segnerà l'intero incontro: l'italiano abbassa un attimo la soglia d'attenzione e questo basta al polacco per entrare con un poderoso gancio sinistro che manda il nostro al tappeto.


Fragomeni si rialza, la ferita al viso viene suturata, il campione non ne vuol sapere di rinunciare, ma l'incontro prende tutta un'altra piega e all'inizio del settimo round l'azzurro alza bandiera bianca, consegnando il titolo mondiale all'avversario tra le grida di gioia del foltissimo pubblico polacco assiepato nell'arena statunitense.

In Germania intanto, a Stoccarda, la quarantunenne Simona Galassi impartisce lezioni di pugilato alla giovane e spavalda Kentikian: la boxeur tedesca aveva affermato che l'incontro si sarebbe concluso alla svelta con un KO a suo favore, ma la Galassi ha dimostrato che le parole servono a ben poco ed ha tenuto impegnata l'avversaria fino alla fine del terzo round, facendole sudare non poco quel titolo che, stando a quanto riportato dalla stampa tedesca, la Kentikian avrebbe dovuto ottenere con facilità quasi imbarazzante.

Alla fine soltanto la decisione arbitrale concede alla padrona di casa di tenersi stretta la cintura mondiale, con una vittoria ai punti che premia la maggior aggressività della Kentikian.
L'Italia del pugilato convice anche in ambito mondiale, dunque, ma non vince. Peccato. Peccato soprattutto perchè, considerata l'età dei due atleti, non è così scontato che questa appena disputata non sia stata la loro ultima chance per chiudere in piena gloria la carriera.

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Pugilato: L' Italia Mondiale Convince
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione