Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Rimonta Inter, In Trasferta Vince Solo Il Chievo. Napoli Sempre Più Secondo


30 gennaio 2011 ore 18:25   di gallorudy  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 329 persone  -  Visualizzazioni: 516

Una domenica da pronostico, con tanti gol e soprattutto con una clamorosa rimonta, quella dell'Inter al Meazza, che sotto di 2 gol a fine primo tempo, riesce a conquistare una meritata vittoria nella ripresa grazie ad uno straripante "Pazzo" Pazzini. Vittorie casalinghe per Cagliari, Genoa e Napoli, pari tra Lecce e Cesena. Fuori casa il Chievo conquista un'importantissima vittoria che condanna il Brescia di Beretta. Al Dall'ara partita sospesa al 17' per neve tra Bologna e Roma.

BRESCIA - CHIEVO 0-3 - Al Rigamonti va in scena l'anticipo delle 12.30 che apre la domenica di serie a, con un'importante sfida salvezza tra Brescia e Chievo Verona. I Lombardi sono chiamati a fare punti per cercare di uscire dalle sabbie mobili della retrocessione, i Veneti cercano invece il quarto risultato utile consecutivo dopo i 3 pareggi di fila con Palermo, Catania e Genoa. La partita, senza molte occasioni da entrambi i fronti, cambia inerzia con il gol del capitano dei clivensi Pellissier, che trova lo 0-1 che manda le squadre al riposo. La ripresa conferma i valori in campo che si stavano delineando alla fine della prima frazione, con un Chievo cinico nelle occasioni offensive, ed un Brescia incapace di tessere una manovra pericolosa. Mandelli, al 2' della ripresa, porta a 2 gol il vantaggio degli ospiti, che non soffrono mai per tutto il secondo tempo, e trovano il timbro dello 0-3 con la doppietta di Pellissier.


CAGLIARI - BARI 2-1 - Un Bari sempre più ultimo non riesce ad arginare l'emoraggia di risultati nemmeno al Sant'Elia, campo ostico anche per le grandi in questa stagione. Sin dai primi minuti la squadra di Donadoni mette una serie ipoteca sulla gara con un 2-0 nel primo quarto d'ora di gara. Per 2 volte il "Picchio" di Matri fa capolino sul terreno di gioco, per l'esultanza della doppietta della punta cagliaritana. Il Bari prova una reazione e riesce a concretizzare la spinta con il secondo gol in bianco-rosso di Okaka, che sfrutta un errore di valutazione dell'estremo difensore Agazzi, che non trattiene un tiro non irresistibile. A 5' dalla fine del primo tempo Rudolf ha sul dischetto del rigore il colpo del 2-2, ma Agazzi neutralizza il penalty dagli 11 metri e la seguente ribattuta, facendosi perdonare dell'errore di poco prima. Nella ripresa la gara scende di tono, e solo il rigore procurato dai padroni di casa smuove la ripresa, Acquafresca non è freddo ed anche lui sbaglia dal dischetto. Cagliari ora a 29 punti e Bari con un piede e mezzo in serie B.

GENOA - PARMA 3-1 - Succede tutto nel primo tempo a Marassi. Due formazioni in crisi d'identità negli ultimi periodi si affrontano per cercare di conquistare punti-morale in una stagione tutt'altro che positiva per entrambe le squadre. Rodrigo Palacio porta in vantaggio su rigore i padroni di casa, che tengono il pallino del gioco in mano nella prima mezz'ora. Il buon vecchio Crespo riporta in parità i parmensi, siglando il temutissimo, nel pre-partita, gol dell'ex. Da quel momento in poi è Paletta, difensore argentino degli ospiti, a salire negativamente in cattedra: prima incorna nella propria porta un cross innocuo destinato nelle braccia di Mirante, e poi svirgola il rinvio che finisce sui piedi del redivivo Kaladze, che sigla il 3-1. Nella ripresa innocue schermaglie tra le 2 squadre e risultato che rimane invariato.

INTER - PALERMO 3-2 - Dottor Jekyll e Myster Hyde, ecco l'Inter di oggi. Un primo tempo, quello che vai in scena a San Siro, in cui i Campioni del Mondo sembrano essere i ragazzi di Delio Rossi e i neroazzurri, invece, a fare il ruolo dei più adatti sparring partner. Miccoli al 5' e Nocerino al 36' mettono paura alla squadra di Leonardo, che ha cercato di spingere in tutto il primo senza però metodo e convinzione. Al 45' del primo Pastore coglie un palo incredibile a Julio Cesar battuto che poteva dire gara finita. Nella ripresa Leonardo getta nella mischia i 2 nuovi arrivi Kharja e Pazzini, ed è proprio quest'ultimo a far cambiare storia alla partita: il "Pazzo", su assist di Kharja, inventa letteralmente un gol in girata che accorcia le distanze al 15' della ripresa. Poco dopo Pastore si mangia letteralmente l'1-3, calciando un rigore floscio che il rientrante Julio Cesar neutralizza facilmente. Al 73', dal calcio di punizione dubbio, Pazzini trova la doppietta con un bellissimo gol di testa, che porta il punteggio sul 2-2. Dopo 3' è ancora Pazzini a pungere nella difesa dei siciliani, cadendo in area e procurando il rigore della vittoria che Eto'o trasforma. Rimonta compiuta; nel finale Balzaretti calcia a botta sicura in area piccola, ma un flipper tra Maicon e Julio Cesar evita la beffa finale.

LECCE - CESENA 1-1 - La sfida salvezza della domenica si chiude in parità con un finale shock per i pugliesi. Nel primo tempo padroni di casa in vantaggio con Corvia, su colpo di testa da calcio d'angolo, che Jimenez spazza fuori dalla rete quando però è troppo tardi. Il guardalinee dice di aver visto il pallone che entrava completamente in rete, e l'arbitro convalida il gol. Il Lecce non sembra aver problemi nel tenere il risultato, nonostante il possesso palla nettamente a favore dei romagnoli. Dopo un'ora e mezza di attacco sterile da entrambe le parti, al 3' di recupero della ripresa è Bogdani, con un colpo di testa imparabile, a siglare il gol del pari che non serve a nessuno.

NAPOLI - SAMPDORIA 4-0 - Partita senza storia al San Paolo. Una Sampdoria, priva dei suoi gioielli venduti nel mercato di gennaio, non riesce a opporre resistenza alla seconda forza del campionato, che grazie al trio delle meraviglie Hamsik-Lavezzi-Cavani, tiene il passo della capolista, tornando a -4 dai Rossoneri. Partita già finita nel primo tempo quando il Matador trova la sua doppietta personale che stende i blu-cerchiati. Nella ripresa Hamsik mette la parola fine a qualsiasi velleità di rimonta dei genovesi, che non abbozzano nemmeno ad una reazione. Al 57' il Matador chiude definitivamente i conti siglando la sua tripletta personale, che lo fa volare in testa alla cannonieri con 17 gol. Ora la Sampdoria deve stare attenta alle inseguitrici delle zone basse.

Articolo scritto da gallorudy - Vota questo autore su Facebook:
gallorudy, autore dell'articolo Rimonta Inter, In Trasferta Vince Solo Il Chievo. Napoli Sempre Più Secondo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione