Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Rosberg, Villeneuve E Hill: I Figli D' Arte Vincenti Della Formula 1


17 aprile 2012 ore 15:27   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 449 persone  -  Visualizzazioni: 688

Nico Rosberg, l’arrembante fuoriclasse tedesco della Mercedes, grazie al suo primo successo in carriera di domenica scorsa sul circuito cinese di Shanghai, è entrato a far parte dell’esclusivo e ristretto club dei figli d’arte vincenti della Formula 1, comprendente oltre al figlio dell’ex campione del mondo Keke anche gli ex campioni iridati, il canadese Jacques Villeneuve e il britannico Damon Hill.

PRIMO SIGILLO PER NICO, CINQUE CENTRI E L’IRIDE PER PAPA’ KEKE. In Cina il ventiseienne Nico Rosberg ha centrato la sua prima pole position e si è ripetuto in gara vincendo alla grande il suo primo Gran Premio, dopo aver conquistato in sette stagioni di Formula 1 cinque podi (un secondo e quattro terzi posti). Con una Mercedes (ultima vittoria nel 1955 con il grande Juan Manuel Fangio a Monza) finalmente competitiva e all’altezza della situazione è meritatamente salito sull’anelato più alto gradino del podio proponendosi come uno dei possibili grandi protagonisti della stagione, dopo un inizio in sordina e senza punti nei Gran Premi d’Australia e di Malesia.


Il padre di Nico, il finlandese, nato in Svezia, Keke Rosberg conquistò il titolo Mondiale nel 1982, a trentaquattro anni, con la Williams al termine di una stagione molto combattuta, funestata dagli incidenti mortali del campione canadese Gilles Villeneuve e della giovane promessa italiana, Riccardo Paletti. Keke Rosberg vinse complessivamente in carriera cinque gare (tutte con la Williams), salì altre dodici volte sul podio e conquistò cinque pole position.

JACQUES VILLENEUVE MONDIALE, GILLES NELLA LEGGENDA. Figlio del mitico Gilles, il canadese Jacques Villeneuve riuscì a ventisei anni, nel 1997, con la Williams Renault ad avere la meglio nei confronti di Michael Schumacher (Ferrari) dopo un lungo duello durato tutta la stagione e a conquistare quel titolo Mondiale che era sempre sfuggito al padre. Nel suo palmares undici vittorie e tredici pole position in Formula 1, oltre alla vittoria nella mitica 500 miglia di Indinapolis nel 1995.

La gloriosa carriera del grande Gilles Villeneuve fu stroncata a trentadue anni dal fatale incidente con il tedesco Jochen Mass nelle qualifiche del Gran Premio di Zolder, in Belgio, l’8 maggio del 1982 che costò la vita, sulla sua Ferrari, ad uno dei più amati e spettacolari piloti della storia della Formula 1. In cinque stagioni di Formula 1 Gilles, con la Ferrari, vinse sei Gran Premi centrando due pole position.

DAMON HILL IRIDATO SULLE ORME DEL GRANDE GRAHAM. Anche il britannico Damon Hill, sulle tracce di papà Graham (bicampione mondiale) nel 1996, a trentasei anni riuscì nell’impresa di laurearsi campione del mondo con la Williams Renault precedendo proprio il compagno di squadra Jacques Villeneuve. Damon in otto stagioni vinse ventidue Gran Premi (ventuno con la Williams, uno con la Jordan) e conquistò venti pole position.

Il padre di Damon, il grande Graham Hill, vinse due titoli Mondiali nel 1962 con la BRM e nel 1968 con la Lotus conquistando complessivamente quattordici successi e tredici pole position e riuscendo anche ad aggiudicarsi la 500 miglia di Indianapolis (1966) e la 24 ore di Le Mans (1972).

LE ALTRE DINASTIE. Poca fortuna in Formula 1 per l’americano Michael Andretti, figlio dell’ex campione del mondo Mario e per il brasiliano Nelsinho Piquet, figlio dell’ex iridato Nelson. Michael Andretti ha corso una sola stagione in Formula 1, nel 1993 con la McLaren, ottenendo un terzo posto a Monza. Il figlio di Mario Andretti (campione del mondo con la Lotus nel 1978) si è, però, tolto grandi soddisfazioni in America, soprattutto in Formula Cart, dove ha vinto il titolo nel 1991.

Una stagione e mezzo in Formula 1 e poca gloria per Nelsinho Piquet che, con la Renault nel 2008 e nella prima parte del 2009, ha ottenuto ben poche soddisfazioni, a parte un secondo posto in Germania nel 2008. Attualmente il figlio del tre volte campione del mondo Nelson Piquet (191 e 1983 con la Brabham, 1987 con la Williams) corre in America, nel campionato Nascar.

Da sottolineare, infine, le partecipazioni in Formula 1 di due nipoti d’arte, entrambi brasiliani: Christian Fittipaldi e Bruno Senna. Christian, nipote di Emerson Fittipaldi (campione del mondo nel 1972 con la Lotus e nel 1974 con la McLaren) e figlio di Wilson Fittipaldi (pilota della Brabham senza risultati di rilievo all’inizio degli anni Settanta), ha gareggiato per tre stagioni dal 1992 al 1994 in Formula 1 con Minardi e Footwork non riuscendo, però, mai a salire sul podio. Bruno, nipote del grande Ayrton Senna (iridato nel 1988, 1990 e 1991 con la McLaren) è attualmente alla sua terza stagione in Formula 1 e corre per la Williams (dopo aver gareggiato con Hrt e Renault) con la quale ha ottenuto i primi punti in Malesia (settimo) e in Cina (sesto).

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Rosberg, Villeneuve E Hill: I Figli D' Arte Vincenti Della Formula 1
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione