Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Serie A, Valzer Delle Panchine: L' Analisi Squadra Per Squadra


20 aprile 2012 ore 11:28   di lucantope  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 450 persone  -  Visualizzazioni: 876

Con sei giornate da giocare e tutto ancora da decidere, è già iniziato il toto-allenatore per le squadre di serie A. Poche le certezze (Conte), tanti gli addii, con le sorprese che sono sempre dietro l'angolo. Ma andiamo nel dettaglio e analizziamo brevemente la situazione squadra per squadra:

ATALANTA: non vi sono dubbi, Colantuono ha compiuto un autentico miracolo, azzerando subito la penalizzazione e portando i nerazzurri in zone tranquille di classifica, offrendo talvolta anche un bel calcio. Non sembrano esserci squadre su di lui e la sua permanenza a Bergamo è al 101%.


BOLOGNA: Stefano Pioli ha fatto un ottimo lavoro. Ha ereditato una squadra irriconoscibile ultima in classifica, ha rigenerato Di Vaio ed è ad un passo dalla salvezza. Resterà in Emilia al 90% a meno che una big non bussi alla sua porta (s'è parlato di Napoli e Lazio).

Serie A, Valzer Delle Panchine: L' Analisi Squadra Per Squadra

CAGLIARI: con Cellino c'è poco da star sereni. Ficcadenti è da poco tornato in Sardegna dopo l'esonero di inizio stagione, ma le possibilità di vederlo ancora a Cagliari sono praticamente nulle. Il presidente mangiallenatori starebbe guardando con interesse a Pea del Sassuolo, o, in alternativa, a Mangia, ex Palermo.

CATANIA: Montella è l'autentica rivelazione tra gli allenatori di A. Pulvirenti vorrebbe tenerlo ancora un anno in Sicilia, magari per tentare un approdo in Europa, ma siamo sicuri che il suo nome quest'estate sarà accostato a tanti club, con Napoli e Lazio in pole position.

CESENA: l'anno prossimo, molto probabilmente, i romagnoli saranno in B. Beretta non sarà confermato e sulla panchina bianconera ci sarà un nuovo tecnico per tentare l'immediato ritorno della massima divisione. Torrente, Calori e Atzori gli indiziati principali per prenderne il posto.

CHIEVO VERONA: Di Carlo ha il contratto in scadenza, ma, nonostante la buona stagione, per ora non ci sono segnali di rinnovo da parte di Campedelli. Molto probabile, perciò, che l'allenatore cambi aria, anche se il suo nome al momento non è stato accostato a nessun club. Per il successore si pensa a Maran del Varese.

FIORENTINA: qui la situazione è tutta da valutare e sarà rimandata a fine stagione. I viola sono in piena zona retrocessione, l'ambiente è sfiduciato e si dovrà lottare con le unghie e con i denti per restare in A. Qualora scendessero di categoria, non osiamo immaginare lo tsunami che si verificherebbe a Firenze.

GENOA: Preziosi sembra voler imitare il collega Cellino. Malesani è stato richiamato al posto di Marino solo per salvare il salvabile; c'è ancora da ottenere la salvezza matematica, dopo ognuno per la sua strada. Per l'anno prossimo si fanno i nomi di Sannino e Mangia, ma non sono da escludere sorprese.

INTER: situazione complessa anche in casa nerazzurra. Comunque vada la stagione, con o senza Champions League, sembra che Moratti voglia confermare il giovane Stramaccioni. Tanti comunque i nomi alternativi: si parla molto di Blanc e di Bielsa, ma non è da escludere nemmeno la pista che porta a Mazzarri.

JUVENTUS: non c'è nemmeno da discuterne. Conte ha compiuto un autentico capolavoro ed anche se non sarà scudetto, la permanenza non è assolutamente in discussione. Il contratto scade nel 2013, ma Andrea Agnelli ha già pronto il rinnovo che renderà l'allenatore pugliese il mister più pagato in A.

LAZIO: rapporto di amore e odio quello tra Lotito e l'allenatore goriziano Reja, che, tra mille difficoltà, ha compiuto un lavoro strepitoso. Dipenderà tutto da lui, ma c'è da guardare anche al calcioscommesse. Qualora il mister decidesse di lasciare, il nome più gettonato è quello di Mazzarri, ma occhio anche a Montella.

LECCE: è tra le squadre più in forma del campionato e la salvezza non è un'utopia. Cosmi in caso di permanenza in A rimarrà sicuramente in Puglia per continuare il lavoro iniziato quest'anno. In caso di retrocessione la situazione è da valutare, ma ci sono buone probabilità che il mister rimanga in ogni caso.

MILAN: l'eliminazione dalla Champions brucia molto e il presidente Berlusconi vuole assolutamente lo scudetto per consolarsi e riconfermare Allegri, che si è detto tranquillo per la riconferma. A suo favore gioca il fatto che non sembrano esserci valide alternative.

NAPOLI: il rapporto tra Mazzarri e De Laurentiis, nonostante le dichiarazioni di facciata, non sembra essere idilliaco. La situazione è tutta da valutare, ma comunque vada la stagione, Champions o non Champions, il tecnico toscano potrebbe lasciare Napoli. Montella è in pole per la sostituzione.

NOVARA: i piemontesi, dopo un solo anno, potrebbero salutare la serie A. La piazza è molto legata a Tesser, esonerato e poi richiamato dalla dirigenza, sembra essere lontano da Novara. In base all'esito della stagione sarà programmato il futuro.

PALERMO: Mutti hi già le valigie pronte, il tempo di finire questa stagione anonima. Il vulcanico Zamparini, si sa, è un uomo dalle mille risorse. Sono tanti i nomi sul suo taccuino: Donadoni in primis, sponsorizzato da Panucci, Pea del Sassuolo e Sannino del Siena.

PARMA: Donadoni non ha convinto il presidente Tommaso Ghirardi e molto probabilmente non sarà riconfermato. Al suo posto il favorito numero uno è Gianpiero Gasperini, in cerca di una chance e di riscatto dopo la deludente esperienza sulla panchina dell'Inter.

ROMA: in casa giallorossa non sembrano esserci dubbi. L'impressione è che con un pò di continuità in più Luis Enrique possa davvero far sognare la piazza romanista. Per farlo bisogna riconfermare il tecnico spagnolo, altrimenti si ricomincerebbe da zero.

SIENA: alla prima esperienza in A, Giuseppe Sannino ha fatto le cose in grande. Il mister ha guidato la squadra alla storica semifinale di Coppa Italia persa poi col Napoli, la salvezza è ad un passo e il suo nome è sull'agenda di molti ds. Napoli, Genoa e Palermo sono interessate a lui; il suo futuro in Toscana è più che incerto.

UDINESE: Guidolin più volte ha speso parole d'elogio per i Pozzo e per tutto l'ambiente bianconero che ricambia l'affetto. Ha dichiarato di voler chiudere la sua carriera italiana proprio in Friuli, ma nelle ultime settimane sembra che Napoli e Inter siano sulle sue tracce.

Articolo scritto da lucantope - Vota questo autore su Facebook:
lucantope, autore dell'articolo Serie A, Valzer Delle Panchine: L' Analisi Squadra Per Squadra
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione