Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Tour De France: Contador, Una Sconfitta Da Grande Campione


26 luglio 2011 ore 12:16   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 388 persone  -  Visualizzazioni: 730

Alberto Contador è uno di quei campioni a tutto tondo, che meritano di essere definiti fuoriclasse, che anche nei momenti neri si piegano ma non si spezzano onorando fino in fondo gli impegni agonistici e il grande debito d’amore con i loro tantissimi tifosi. Il grande ciclista spagnolo, reduce dal netto trionfo al Giro d’Italia, al Tour de France partiva da campione uscente e con i favori del pronostico ma, a causa anche di una serie di cadute e delle relative conseguenze nella prima parte della corsa, non ha potuto conquistare il suo quarto successo nella prestigiosa corsa a tappe francese lasciando il via libera allo straordinario australiano Cadel Evans, il vincitore, e ai “terribili” fratelli lussemburghesi Andy e Frank Schleck, rispettivamente sul secondo e terzo gradino del podio a Parigi.

IL SOGNO SVANITO. Il ciclista spagnolo, il più grande corridore di corse tappe in circolazione (3 Tour, 2 Giri e una Vuelta all’attivo), arrivava da sei successi consecutivi nei Grandi Giri a cui ha preso parte (non perdeva dal Tour del 2007) e puntava con orgoglio alla doppietta Giro-Tour nello stesso anno, riuscita solo ai grandi fuoriclasse, in ordine cronologico il “campionissimo” Fausto Coppi, il francese Jacques Anquetil, il “cannibale” belga Eddy Merckx, il bretone Bernard Hinault, il coriaceo spagnolo Miguel Indurain e l’indimenticabile Marco Pantani (oltre al sorprendente irlandese Stephen Roche). La fortuna ha voltato le spalle a Contador e la sua prima parte di Tour è stata caratterizzata dalle cadute che avevano messo in forse anche il proseguimento nella corsa francese. Lo spagnolo, dolorante, non ha però gettato la spugna, si è leccato le ferite e ha continuato a lottare fino alla fine anche se il passo non era più quello del Giro d’Italia di quest’anno e dei suoi momenti migliori.


CAMPIONE INDOMABILE. Sulle Alpi Contador ha incassato da campione la batosta del Galibier (la tappa del grande colpo di mano di Andy Schleck) e da campione si è prontamente riscattato il giorno successivo nella durissima frazione dell’Alpe d’Huez rialzandosi immediatamente dopo una “scoppola” che avrebbe messo ko quasi chiunque e tentando clamorosamente di riprendersi un Tour ormai inesorabilmente perso. Si è lanciato all’attacco pochi chilometri dopo la partenza, ci ha riprovato con una splendida azione solitaria ai piedi dell’Alpe e solo nel finale ha dovuto arrendersi al ritorno del sorprendente giovane talento francese Pierre Roland. La cronometro di Grenoble, che ha lanciato l’australiano Cadel Evans verso il meritato trionfo a Parigi, ha visto ancora una volta un Contador mai domo grande protagonista, prima di abdicare da fuoriclasse con l’onore delle armi e concludere al quinto posto nella classifica generale.

UNA SCONFITTA DA CAMPIONE PER UN CONTADOR PIU’ UMANO. Lo spagnolo, come già detto, dal Tour del 2007 non aveva più sbagliato un colpo nelle grandi corse a tappe e aveva centrato il massimo obiettivo in ogni sua partecipazione lasciando quel senso di impotenza agli avversari alla stregua dei grandi campioni del passato. Ora che l’imbattibilità di Contador è stata infranta, rivelando un campione più umano e meno programmato per le vittorie (oltre che più simpatico) il campione iberico cercherà immediatamente di riprendersi il suo trono in maglia gialla il prossimo anno, quando rinuncerà al Giro d’Italia, come ha già annunciato, per preparare al meglio la più grande corsa a tappe del mondo sfidando nuovamente sulle strade francesi Evans e i fratelli Schelck a caccia di un fantastico poker sui Campi Elisi.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Tour De France: Contador, Una Sconfitta Da Grande Campione
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione