Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Vettel, Stoner E Djokovic: Gli Inarrestabili


20 settembre 2011 ore 12:35   di nicovale  
Categoria Sport e Tempo Libero  -  Letto da 384 persone  -  Visualizzazioni: 650

Una stagione all'insegna di tre grandi dominatori quella di tre discipline di grande rilievo e di grande impatto mondiale come la Formula 1, la Moto GP e il tennis. Il tedesco Sebastian Vettel, ad un passo dal bis iridato in Formula 1, l'australiano Casey Stoner, vicino al suo secondo titolo mondiale nella Moto GP e il serbo Novak Djokovic, vincitore di tre tornei del Grande Slam su quattro e vero e proprio rullo compressore su ogni superficie. Gli avversari dei tre fuoriclasse, malgrado il loro grande valore, hanno potuto raccogliere solo le briciole riconoscendo la loro attuale indiscussa superiorità.

LA STRAORDINARIA FUGA DI VETTEL. Il campione del mondo in carica di Formula 1, il fuoriclasse tedesco Sebastian Vettel, dopo aver beffato nell'ultimo gran premio della stagione, ad Abu Dhabi, il ferrarista bicampione del mondo spagnolo Fernando Alonso, ha subito messo le cose in chiaro conquistando con la sua strepitosa Red Bull sei vittorie e due secondi posti nelle prime otto gare e mettendo praticamente una distanza incolmabile con i frastornati avversari, a cominciare dalla Ferrari dello stesso Alonso e dalle McLaren degli ex campioni iridati britannici Lewis Hamilton e Jenson Button (il compagno di squadra del campione tedesco, l'australiano Mark Webber, non è stato quasi mai all'altezza della situazione, così come l'altro ferrarista, il brasiliano Felipe Massa). Nella seconda parte della stagione Vettel, a parte una leggera flessione in Germania (quarto posto), ha conquistato altri due successi (otto in totale) e due secondi posti portando a più di 100 punti il vantaggio sugli avversari e conquistando in pratica (manca solo la matematica a sei gran premi dalla fine) il suo secondo titolo mondiale consecutivo con un ruolino di marcia, grazie anche ad una Red Bull impeccabile e spesso imprendibile, degno dei più grandi campioni del passato.


IL DOMINIO DI STONER. Stagione in linea di massima simile a quella di Vettel per il campione australiano della Moto GP Casey Stoner che come il pilota tedesco ha conquistato fino ad ora otto vittorie in quattordici gare ipotecando, in sella ad una fantastica Repsol Honda, il suo secondo titolo mondiale, dopo quello conquistato con la Ducati nel 2007. Il centauro australiano, a parte la caduta nel GP di Spagna ("centrato" incolpevolmente da Valentino Rossi), è sempre salito sul podio tenendo a debita distanza gli avvesari, a cominciare dal campione del mondo in carica della Yamaha, lo spagnolo Jorge Lorenzo che ha ormai pochissime possibilità di confermare il suo titolo iridato. Nella stagione in cui il compagno di squadra Dani Pedrosa è stato penalizzato dagli infortuni e in cui il nove volte campione del mondo Valentino Rossi è stato alle prese con gli insormontabili problemi della Ducati, Stoner ha dimostrato di essere tornato quello dei tempi migliori e di poter tornare a dettare legge.

IL "CANNIBALE" DJOKOVIC. Se il ruolino di marcia nel 2011 di Vettel e Stoner è da veri e propri dominatori, quello del nuovo numero uno del mondo, il tennista Novak Djokovic, è decisamente da "cannibale". Il fuoriclasse serbo è stato un vero e proprio rullo compressore imponendosi su tutte le superfici e perdendo complessivamente solo due match, di cui uno per ritiro. Djokovic, vincitore di tre delle quattro prove del Grande Slam (Australia, Wimbledon, Us Open) e di cinque tornei Masters 1000 in altrettante partecipazioni (Indian Wells, Miami, Madrid, Roma, Montreal) è stato capace di centrare 43 vittorie consecutive, prima di arrendersi in semifinale al Roland Garros al fuoriclasse svizzero Roger Federer. Risultati strepitosi che hanno consentito al campione serbo di diventare il numero uno del mondo scavalcando in classifica quel Rafael Nadal battutto dal serbo nel corso dell'anno sei volte su sei in altrettante prestigiose finali, tra cui Wimbledon e gli US Open. Prima di un 2011 a dir poco sensazionale, Djokovic aveva vinto solo un torneo del Grande Slam, gli Open di Australia nel 2008.

Articolo scritto da nicovale - Vota questo autore su Facebook:
nicovale, autore dell'articolo Vettel, Stoner E Djokovic: Gli Inarrestabili
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Sport e Tempo Libero
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione