Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Come Funziona Il Trattamento Antiriflesso?


3 agosto 2011 ore 14:54   di xonya  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 923 persone  -  Visualizzazioni: 2150

Quando andiamo ad acquistare degli occhiali il più delle volte ci chiedono se vogliamo aggiungerci il trattamento antiriflesso. Lo troviamo anche su tutti gli obiettivi delle macchine fotografiche. Ma quanti sanno effettivamente di che cosa si tratta?

Esso è semplicemente un sottile strato di particolari sali minerali o di ossidi metallici che viene depositato sulla lente e si riconosce per la presenza di riflessi residui di colore verde o rosato.


Quando la luce arriva su una lente la maggior parte di essa ci passa attraverso, cioè viene rifratta, ma una certa percentuale viene riflessa all'indietro.
Aggiungendo uno strato di materiale davanti alla lente la luce viene riflessa due volte: la prima sulla superficie tra l'aria e lo strato antiriflesso, la seconda tra questo strato e la lente.

Come Funziona Il Trattamento Antiriflesso?

Ora, poiché la luce è un'onda essa può subire il fenomeno di interferenza. Questo fa sì che se due onde luminose sono in fase esse si sommeranno dando origine ad un'onda di intensità doppia, se invece le due onde che si sovrappongono hanno le creste di una in corrispondenza alle gole dell'altra si ha l'annullamento dell'onda. Ed è proprio questo annullamento che si cerca di ottenere con i trattamenti antiriflesso. Per farlo bisogna avere uno strato antiriflesso di spessore pari a un quarto della lunghezza d'onda della luce.

Tuttavia la luce visibile ha lunghezze d'onda che variano tra i 380 e i 760 nanometri, quindi un trattamento antiriflesso non può mai essere perfetto per tutte le lunghezze d'onda.
Per correggerlo almeno in parte si utilizzano allora diversi strati di vario spessore.

Proprio poiché il trattamento antiriflesso è un sottile deposito di materiale esso può rovinarsi con il tempo a causa dello strofinamento durante la pulizia o anche per colpa di prodotti pulenti troppo aggressivi.

Articolo scritto da xonya - Vota questo autore su Facebook:
xonya, autore dell'articolo Come Funziona Il Trattamento Antiriflesso?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Davide
    #1 Davide

ho letto che l'antiriflesso è anche composto da : ossidi metallici, ma per un soggetto che è allergico al Nikel può indossare lenti con antiriflesso? non succede ninte? grazie..

Inserito 13 ottobre 2015 ore 16:45
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione