Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Cordone Ombelicale: Il Salvavita!


27 maggio 2011 ore 19:33   di inspired  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 390 persone  -  Visualizzazioni: 739

In Italia solamente il 10% di placente e cordoni ombelicali confluiscono nelle banche del sangue cordonale e svolgono una vera e propria funzione di “salvavita” in quanto permettono di curare linfomi e leucemie. Di questo 10% solo la metà arriva in un istituto italiano mentre l’altra metà viene inviata in una delle banche private estere dove sarà conservato a pagamento per eventuali future necessità del neonato.

Ma perché i cordoni ombelicali hanno due destinazioni diverse? E’ meglio conservarli in Italia o all’estero? Le statistiche parlano chiaro. Negli ultimi 10 anni i pazienti italiani guariti grazie al cordone ombelicale sono stati oltre un migliaio mentre non risultano guarigioni dovute a cordoni conservati all’estero.


Inoltre il deposito di cellule presso le banche italiane non ha alcun costo mentre i cordoni inviati all’estero producono costi che si aggirano intorno ai 50 milioni di euro in un solo anno! E comunque non pare un buon investimento poiché è difficile prevedere quando saranno disponibili le nuove terapie rigenerative.

Anche il confronto tra la quantità e la qualità delle cellule conservate è a favore di quelle delle banche pubbliche. Nelle banche italiane, infatti, si conservano solo le donazioni che contengono almeno 1 miliardo di globuli bianchi e per raggiungere le capacità tecniche necessarie ad effettuare queste selezioni, occorre specializzare il personale con corsi ad hoc.

Le banche private invece si limitano, prima del parto, a dare poche istruzioni ai medici che non hanno mai visto fare una raccolta, col risultato che i medici stessi raccolgono quello che possono senza alcun controllo. Resta il fatto che sia la qualità che la quantità delle cellule raccolte sono molto importanti in quanto le probabilità di attecchimento nel malato dipendono appunto dalla qualità e dalla quantità di cellule trasfuse.

Cordone Ombelicale: Il Salvavita!

Articolo scritto da inspired - Vota questo autore su Facebook:
inspired, autore dell'articolo Cordone Ombelicale: Il Salvavita!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione