Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Douglas Hofstadter - Godel, Escher, Bach: Un'eterna Ghirlanda Brillante


27 settembre 2010 ore 21:41   di fraenk  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 299 persone  -  Visualizzazioni: 639

Prendete uno dei matematici più importanti del secolo scorso, uno dei padri della musica barocca ed uno dei pittori più cervellotici di sempre. Shakerate il tutto, condendo con un'abbondante dose di ironia ed uno stile narrativo assolutamente impeccabile. Tutti qui gli ingredienti di questo capolavoro? Macché! Godel, Escher, Bach (o, per gli amici, GEB) è molto di più: c'è la logica, la filosofia, la musica, l'intelligenza artificiale, lo zen, il linguaggio. C'è il non-sense e lo humour degno del miglior Bergonzoni, alternato a quesiti esistenziali che ricordano quelli riproposti dal telefilm Lost. C'è la psicologia e la biologia, l'arte di Magritte e la ricerca dell'infinito, la meta-matematica e i paradossi. Ma prima di tutto questo, GEB è un viaggio. Una fuga metaforica su menti e macchine nello spirito di Lewis Carroll, come lo definisce lo stesso autore.

Douglas Hofstadter era un giovane dottorando appena ventisettenne quando, nel 1972, iniziò la scrittura di quest'opera. Probabilmente l'intento che lo muoveva era "semplicemente" scrivere un libro divulgativo sui teoremi di Godel, che dimostrano l'incompletezza delle teorie matematiche. Ma il cuore affascinante di questi teoremi risiede nei paradossi causati dall'autoreferenza, come la nota frase "questa frase è falsa" (che non può essere né vera né falsa in quanto nega sé stessa), e da queste premesse il giovane Douglas si è ritrovato quasi prigioniero di un circolo di citazioni variegate e strabilianti.


I riferimenti sono a tutto campo in questo viaggio all'inseguimento di quelli che l'autore battezza con il nome di "strani anelli", nascosti nelle pieghe della musica di Bach, come nei dipinti di Escher e sparsi in mille forme della natura, fino ad arrivare al cuore della conoscenza e della coscienza. Compagni di viaggio: Achille e la Tartaruga (i protagonisti del celebre paradosso di Zenone), ma anche un Granchio, un Genio e altri personaggi surreali che con i loro divertenti dialoghi, ricchi di giochi di parole e sofisticati contrappunti, anticipano le tematiche trattate nei singoli capitoli, integrandosi mirabilmente con loro.

La stesura di un'opera così complessa richiese alcuni anni ma quando nel 1979 venne data alle stampe, il successo fu universale. La straordinaria capacità di trattare temi così complicati con una leggerezza ed una semplicità disarmanti gli valsero a pieno titolo il premio Pulitzer ed oggi, a più di trent'anni di distanza dalla sua pubblicazione, questo libro continua ad affascinare e far riflettere innumerevoli lettori in tutto il mondo.

Articolo scritto da fraenk - Vota questo autore su Facebook:
fraenk, autore dell'articolo Douglas Hofstadter - Godel, Escher, Bach: Un'eterna Ghirlanda Brillante
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione