Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

S. W. Hawking E La Dimostrazione Della Non Esistenza Di Dio


6 settembre 2010 ore 17:19   di Cristoforo  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 625 persone  -  Visualizzazioni: 1118

Da sempre l' uomo si interroga sul come e sul perchè l' universo abbia avuto origine. Nel corso della storia i filosofi, i teologi e gli scienziati si sono confrontati ed hanno elaborato teorie complesse per spiegare ciò che probabilmente sarà sempre un mistero. Siamo ormai entrati nel terzo millennio e dalla voce autorevole di Stephen William Hawking, l' astrofisico più famoso del mondo, arriva un nuovo messaggio: "Dio non è necessario per spiegare la creazione dell' Universo".

In questa frase è concentrata l' essenza del nuovo libro che lo scienziato ha dato alla luce, che si intitola " The Grand Design", e la cui uscita è imminente. In sintesi si potrebbe dire che Hawking sostiene che l' universo si sia creato spontaneamente senza alcun intervento di un Dio creatore o un primo motore aristotelico. Per spiegare l' origine dell'universo dal nulla sarebbe infatti necessaria la sola legge di gravità; l' universo è quindi solo una conseguenza inevitabile delle leggi della fisica.


Questa affermazione è destinata ad evidenziare l' incompatibilità tra scienza e religione il cui diverbio si risolve, secondo Hawking, a favore della scienza. Quest' ultima infatti si basa sull' osservazione e il ragionamento, mentre la religione si basa sull' autorità della rivelazione.

Proprio queste ultime considerazioni ci appaiono un pò troppo scontate e semplicistiche. Infatti la scienza, rischia di cadere nel medesimo errore che contesta alla religione, quando pretende di indagare con autorità una sfera che non le compete: cercare di dimostrare la non esistenza di Dio partendo dall' indagine scientifica è molto più arduo che cercare di dimostrarne l' esistenza partendo dalla bellezza, dall' armonia e dalla perfezione che regna nell’ universo.

Senz' altro ognuno di noi è propenso a subire il fascino delle dimostrazioni scientifiche che rivelano in modo rigoroso il funzionamento delle meccaniche del cosmo. Ma se la scienza è insuperabile nel spiegare il "come" ovvero le leggi e i meccanismi che regolano i fenomeni, non è altrettanto efficace quando pretende di spiegare il "perchè", ovvero cerca di indagare le cause prime.

L' argomento di Hawking è destinato quindi ad essere facilmente confutato in ambito filosofico facendo riferimento all' esistenza di una causa prima antecedente alle leggi della fisica a dalla quale anch' esse derivano. Di tale causa i filosofi si sono sforzati nei secoli di dimostrare razionalmente
l' esistenza. Oggi gli scienziati si sforzano di dimostrarne la non esistenza; ma con quali argomenti, se non facendo riferimento alla filosofia stessa (vedi osservazione e ragionamento) e quindi entrando in un campo che non compete all' indagine scientifica ?

Già Aristotele aveva affermato che l'indagine sulle cause prime non era compito della fisica ma bensì della metafisica che, per definizione, va oltre la fisica.
Questi fisici contemporanei hanno dunque la pretesa di ergersi a metafisici ?

O forse si tratta soltanto di cavalcare l' onda del momento cercando di sfruttare un tema di largo interesse per il pubblico ?
O ancora di una provocazione a pochi giorni prima della visita del Papa in Gran Bretagna ?

Non mancheremo senz' altro di tornare sull' argomento non appena avremo letto "The Grand Design", che segna, tra l' altro, una cesura col pensiero precedente di Hawking, in quanto egli aveva affermato nel 1988, che l' idea di un creatore supremo dell' universo non era incompatibile con gli ultimi esiti della scienza contemporanea.

Articolo scritto da Cristoforo - Vota questo autore su Facebook:
Cristoforo, autore dell'articolo S. W.  Hawking E La Dimostrazione Della Non Esistenza Di Dio
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Van Artavelde
    #1 Van Artavelde

Non mi pare che Hawking neghi l'esistenza di Dio ma semplicemente afferma che l'universo non è stato creato da Dio ma si è autocreato sfruttando la legge di gravità

Inserito 9 settembre 2010 ore 04:15
 
  • #2 

Certo ma la negazione potrebbe essere implicita nell'affermazione della non necessarietà. A meno che non ci si salvi in corner affermando che negare Dio come principio creatore non significa negarlo in ogni suo aspetto. (vedi Deus sive Natura di Spinoza). É comunque ancora troppo presto per delle discussioni basate su interpretazioni di notizie filtrate dai giornali. Aspettiamo il libro.

Inserito 9 settembre 2010 ore 09:43
 

Ammesso e non concesso che la teoria di Hawking sia vera, questo dimostra soltanto che l'Universo è stato prodotto dalla gravità. Ma chi ha deciso che questo potesse avvenire? E chi ha inventato la gravità? Il problema si sposta indietro, ma non si risolve.

Inserito 6 ottobre 2010 ore 16:43
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione