Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Satellite Rosat Precipita Sulla Terra, Impossibile Prevedere Traiettoria


17 ottobre 2011 ore 15:02   di KungFuGirl  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 370 persone  -  Visualizzazioni: 721

A circa un mese di distanza dal rientro in atmosfera del satellite Uars, ecco che un altro rifiuto spaziale si appresta a ricadere all'interno dell'atmosfera terrestre e, al momento, è impossibile prevedere dove andrà a finire.

Questa volta a precipitare sulla Terra sarà Rosat, ovvero sia Roentgen Satellite, un telescopio spaziale ideato per l'osservazione dell'universo a raggi x, lanciato nel 1990 dalla NASA e gestito dall'agenzia spaziale tedesca DLR. Anche in questo caso, come già avvenuto con il suo predecessore, il velivolo dovrebbe disintegrarsi all'impatto con l'atmosfera, tuttavia non è da escludere che alcuni grossi frammenti possano precipitare pesantemente sul pianeta.


Al momento la DLR ha diramato delle stime secondo le quali almeno una trentina di frammenti, alcuni del peso di oltre una tonnellata, potrebbero raggiungere la Terra distribuendosi in un raggio di una trentina di chilometri; tuttavia è da precisare che si tratta soltanto di previsioni, di uno scenario verosimilmente ipotizzabile e ancora tutto da verificare.

La speranza comune è, naturalmente, che anche Rosat segua l'esempio di Uars e vada ad inabissarsi nelle profondità di qualche oceano, senza arrecare danni di rilievo in aree abitate. Il frammento che desta maggior preoccupazione al momento è quello che potrebbe essere originato dal grande specchio del telescopio orbitante, del peso di 1,7 tonnellate.

Il Satellite Rosat Precipita Sulla Terra, Impossibile Prevedere Traiettoria

Rosat ha raccolto dati dal 1990 sino al 1999, dopo di che ha abbandonato la propria rotta ellittica attorno al nostro pianeta ed ha iniziato ad avvicinarsi alla Terra, attratto dalla forza di gravità. Mentre all'inizio della sua missione di esplorazione si trovava ad una distanza variabile tra i 585 ed i 565 chilometri dalla superficie del nostro pianeta, già lo scorso mese di giugno aveva perso quota arrivando ad una distanza di 327 chilometri. Ora il rientro in atmosfera, previsto tra il 21 e il 25 di ottobre.

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Il Satellite Rosat Precipita Sulla Terra, Impossibile Prevedere Traiettoria
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • naturae
    #1 naturae

fantastico! Dopo la Terra ci siamo messi a inquinare pure lo spazio. E adesso tutta questa pattumiera ci ricade sulla testa!

Inserito 18 ottobre 2011 ore 09:34
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione