Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Sincrotrone Alba: Una Nuova Fonte Di Luce Per La Scienza


24 marzo 2010 ore 11:32   di lau307  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 319 persone  -  Visualizzazioni: 631

Il giorno 22 marzo 2010 è stato inaugurato ufficialmente la più importante installazione scientifica del sud Europa, la fonte di luce di sincrotrone di terza generazione ALBA, in Cerdanyola del Vallès (Barcellona) con la presenza di José Luis Rodríguez Zapatero e José Montilla -presidenti del Governo spagnolo e della Generalitat di Catalunya, rispettivamente- che inizierà la sua attività nel 2011.

Un sincrotrone è un acceleratore di particelle. Gli elettroni prodotti da un cannone sono accelerati da un acceleratore lineare e dopo da uno circolare (booster). Quando raggiungono l’energia di lavoro nominale, che è dell’ordine di qualche gigaelettronvolt (10^9 eV), gli elettroni sono iniettati in un terzo acceleratore sempre circolare però con un diametro maggiore, che nel coso di ALBA è poco più di un kilometro, chiamato Storage Ring (anello di immagazzinaggio) in cui circolano a velocità prossima a quella della luce.


La loro energia è mantenuta costante mediante cavità di radiofrequenza in cui il campo elettrico ha la stessa direzione del fascio di elettroni ed è sincronizzato con quest’ultimo.

Gli elettroni che circolano nello Storage Ring sono soggetti a un campo magnetico necessario per curvare la loro traiettoria, così facendo perdono energia in forma di intensi fasci di luce con lunghezze d’onda che vanno dall’infrarosso ai raggi x che vengono mandati alle stazioni sperimentali.

Questa radiazione conosciuta come radiazione di sincrotrone ha la caratteristica di essere più collimata e più energetica della radiazione prodotta in laboratorio e si può utilizzare per fare ricerca in molti campi, come ad esempio:

- Fisica: determinazione di strutture elettroniche di fluidi e solidi
- Chimica: osservazione di processi di catalisi, cellule, analisi per la determinazione di composti, cristallografia di proteine, ecc…
- Scienza dei materiali: studio di nuovi nano materiali
- Scienze ambientali: rilevamento di tracce di contaminanti nella terra e nelle piante
- Medicina: radioterapia e imaging
- Litografia: incisione di chip elettronici
- Patrimonio culturale: analisi non distruttiva di opere d’arte
- Paleontologia: analisi non distruttiva di fossili

Articolo scritto da lau307 - Vota questo autore su Facebook:
lau307, autore dell'articolo Il Sincrotrone Alba: Una Nuova Fonte Di Luce Per La Scienza
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

bellissimo articolo, complimenti! Brava Laura, un bacione!

Inserito 24 marzo 2010 ore 11:42
 
  • Roby B
    #2 Roby B

In italia, purtroppo, cose del genere ce le sogniamo. Primeggiamo in Europa solo in corruzione e cose che non vanno.

Inserito 24 marzo 2010 ore 11:47
 

In Italia abbiamo un sincrotrone, si chiama ELETTRA ed e' a Trieste. Purtoppo l'Italia ha molti problemi, e i fondi per la ricerca scarseggiano.. Spero che qui in Spagna le cose siano diverse e che lo Stato davvero si impegni per portare avanti questo progetto!

Inserito 24 marzo 2010 ore 11:56
 
  • Mary
    #4 Mary

Ma sono quelle cose che se si sbaglia pulsante fanno finire l'universo? :P

Inserito 24 marzo 2010 ore 12:03
 
  • lau307
    #5 lau307

ancora spero che non vogliano far finire l'universo solo con un click!! qui facciamo cose molto piu' tranquille e meno pericolose, lo scopo e' solo giocare un po' con qualche raggio x, al massimo l'unico pericolo e' che ci facciamo qualche radiografia gratis! (scherzo ovviamente..)

Inserito 24 marzo 2010 ore 14:44
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione