Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Iphone: Ma Quanto Mi Costi?!


22 aprile 2011 ore 21:48   di acquadalsole77  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 316 persone  -  Visualizzazioni: 591

Quasi tutti gli operatori di telefonia mobile, oltre alle tariffe per chiamate e internet, offrono anche la possibilità di avere un nuovo cellulare, spesso un iPhone di ultimo modello, a prezzi molto competitivi. Le opzioni sono varie: è possibile acquistarlo a rate, oppure noleggiarlo. In questi casi si deve pagare un tot per un determinato tempo: per esempio, due euro a settimana per due anni. Alla scadenza si diventa proprietari del telefonino, oppure si può continuare a tenerlo in noleggio.

Ma è possibile scegliere anche di prendere il cellulare in comodato d'uso: lo si usa gratuitamente per un periodo indicato dal gestore, a condizione di rispettare alcuni vincoli: per esempio, una ricarica mensile di venti euro. Tutte queste ipotesi all'apparenza sono molto vantaggiose, ma in realtà nascondono delle insidie. Il problema sono le penali di recesso, cioè i costi da sostenere qualora si voglia cambiare operatore telefonico. Infatti, acquistando il telefonino, si stupula un accordo col gestore, che di solito impone un limite di permanenza. Cioè chiede di conservare quella determinata tariffa per un tempo X, di solito almeno due anni.


Se non si è infedeli e si decide di cambiare tariffa oppure operatore prima della scadenza, non solo vengono addebitate tutte le rate residue, ma vengono applicate anche penali di recesso per l'interruzione anticipata della tariffa o della linea. In concreto si rischia di essere costretti a pagare cifre esorbitanti rispetto al costo normale di un cellulare. Dunque, prima di scegliere una tariffa che include anche l'acquisto o l'uso di un cellulare, vanno lette bene le condizioni, soprattutto quelle scritte in modalà meno evidenti.

Altrimenti l'unica difesa è spiegare che non si è stati adeguatamente informati sulle condizioni di recesso, inviando all'operatore una raccomandata con ricevuta di ritorno nella quale viene affermato che al momento della stipula dell'offerta le condizioni del recesso non erano per niente chiare.

Articolo scritto da acquadalsole77 - Vota questo autore su Facebook:
acquadalsole77, autore dell'articolo Iphone: Ma Quanto Mi Costi?!
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione