Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Fusione Nucleare E Quasi Pronta: Un Italiano Annuncia Il Lancio Del Nuovo Reattore


24 settembre 2010 ore 11:33   di ambro  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 360 persone  -  Visualizzazioni: 667

La tecnologia fa passi da gigante. Enrico Fermi, grazie alle sue scoperte in campo atomico, ha dato il via al periodo del nucleare. Questa volta è ancora un italiano ad annunciare che ci stiamo avvicinando ad una nuova era. Il Professor Francesco Romanelli, direttore dell’EFDA (European Fusion Development Agreement) ha annunciato alla fiera della Scienza che si sta svolgendo in questi giorni a Frascati, che non siamo molto lontani da poter utilizzare la “fusione nucleare”.

«Ce la stiamo mettendo davvero tutta per accelerare i nostri programmi e consegnare all’umanità entro non più una decina di anni il frutto delle nostre ricerche, il reattore ITER, che dovrà dimostrare la fattibilità scientifica della fusione nucleare, aprendo la strada ad altri impianti che sfrutteranno la stessa tecnologia per produrre energia elettrica da immettere nella rete», ha affermato lo scienziato Francesco Romanelli, ricordando che la fusione a fusione nucleare è un sogno che l’uomo coltiva da decine di anni senza arrivare ad una soluzione definitiva.


La fusione nucleare sfrutta, in poche parole, la mole di energia che si libera quando i nuclei di deuterio e trizio fondono sottoposti ad elevate temperature (nell’ordine di cento milioni di gradi). La differenza con l’energia nucleare prodotta ora, è che la fusione non produce scarti radioattivi di lungo decadimento, caratteristici degli attuali reattori a fissione nucleare. Intanto l’ITER si basa su il “confinamento magnetico” che sfrutta una miscela di deuterio e trizio, ingabbiata in una camera di acciaio. Ovviamente l’acciaio non è in grado di sostenere milioni di gradi di temperatura; così, spiega il professor Romanelli, il materiale nucleare viene tenuto lontano dalle pareti in acciaio attraverso un forte campo magnetico.

La Fusione Nucleare E Quasi Pronta: Un Italiano Annuncia Il Lancio Del Nuovo Reattore

A cosa servirà la fusione nucleare? A produrre dieci o quindici volte l’energia impiegata per fondere il deuterio e il trizio. Questo vuol dire che sfrutteremmo il principio con cui la stelle e il sole brillano, assicurando alla terra una fonte di energia molto massiccia, con pochi danni per l’ambiente ed una rendita davvero stupefacente. Tra quindici anni la tecnologia dovrebbe essere pronta per il collaudo. Aspettiamo fiduciosi.

Articolo scritto da ambro - Vota questo autore su Facebook:
ambro, autore dell'articolo La Fusione Nucleare E Quasi Pronta: Un Italiano Annuncia Il Lancio Del Nuovo Reattore
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione