Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Tempesta Solare Di Gennaio 2012 E Il Picco Del Ciclo Dell' Attività Solare Previsto Per Il 2013


21 febbraio 2012 ore 22:31   di stellina2012  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 849 persone  -  Visualizzazioni: 1551

Il 19 gennaio 2012 è iniziata una delle più forti tempeste solari dal 2005 ad oggi, ha avuto il suo picco il 24 gennaio per proseguire ancora per alcuni giorni. E’ stata l’eruzione solare più forte degli ultimi 6 anni ed ha raggiunto un livello fra 2 e 3 su un massimo di 5; ha provocato l’espulsione di materiale solare dalla sua stessa corona, generando un vento di particelle magnetiche dirette verso la Terra alla velocità di 6,4 milioni di km/h. La tempesta solare in realtà questa volta ci ha soltanto sfiorati, interessando soprattutto le aree polari, dove il campo magnetico terrestre è stato attraversato da queste particelle alla velocità di 2.200 Km/sec., ma la preoccupazione è stata molta.

In casi come questi sono possibili blackout elettrici, parziali o totali, con picchi di tensione, disturbi delle telecomunicazioni a tutti i livelli, interferenze in vari settori: dai satelliti ai pozzi di petrolio e di gas, dai sistemi di posizionamento globale al traffico aereo. Infatti alcune compagnie in questi giorni, per sicurezza, hanno deviato le proprie rotte polari.


Queste tempeste sono legate ai cicli di massima attività del Sole che procedono con l’aumento delle sue macchie scure, ed hanno intervalli periodici di circa undici anni (cicli di Schwbe); l’ultimo si è verificato nel 2001. L’evento di gennaio quindi è legato al picco del ciclo corrente, che si attende per il 2013; probabile che ne vedremo delle belle! Il numero delle macchie solari è stato misurato fin dal 1700 ed è stato stimato a ritroso fino al 1500, e tende ad aumentare. Oggi è costantemente monitorato e questo aumento è evidente soprattutto negli ultimi 50 anni, ed è in stretta relazione con l’intensità della radiazione del Sole, che a sua volta incide sul clima rendendolo più caldo. Questo, e non tanto l’uomo, può essere responsabile del riscaldamento globale, perché la radiazione solare trasmessa al nostro pianeta è in aumento.

La Tempesta Solare Di Gennaio 2012 E Il Picco Del Ciclo Dell' Attività Solare Previsto Per Il 2013

Le tempeste solari quindi ci sono sempre state e sempre ci saranno, con effetti più o meno intensi sulla Terra a seconda di come il flusso delle particelle provenienti dal Sole investono il nostro campo magnetico. Nel marzo del 1989 ce ne fu una che interruppe i sistemi di comunicazione radio delle forze armate degli Stati Uniti, danneggiò il funzionamento dei satelliti e dei sistemi GPS, ma soprattutto fece saltare le rete elettrica del Canada per 9 ore, coinvolgendo 6 milioni di persone. In compenso ci furono aurore boreali visibili fino nel sud del Texas, e questo è l’aspetto attraente di tali eventi che portano con se una bellezza e un fascino coinvolgenti. Anche nel settembre del 1859 ci fu una tempesta solare fortissima, si pensa la più intensa nella storia dell’umanità, che avrebbe causato un impatto economico notevole se fosse avvenuta oggi, per gli effetti sugli impianti tecnologici.

Articolo scritto da stellina2012 - Vota questo autore su Facebook:
stellina2012, autore dell'articolo La Tempesta Solare Di Gennaio 2012 E Il Picco Del Ciclo Dell' Attività Solare Previsto Per Il 2013
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

Da ANSA. it - 08/03/2012: Una nuova e potente eruzione solare e' stata registrata nella notte tra martedi' 6 e mercoledi' 7 marzo, generando una tempesta solare che in queste ore sta investendo la Terra e che nei prossimi giorni continuera' a farsi sentire. L'incontro fra lo sciame di particelle liberato dal Sole e il campo magnetico terrestre potra' sicuramente dare origine a spettacolari aurore nelle regioni polari, ma potrebbe mettere dura prova le comunicazioni satellitari. A dare spettacolo e' ancora una volta la macchia AR1429, diventata visibile soltanto da pochi giorni e ripresa durante le sue pirotecniche 'acrobazie' dall'osservatorio Solar Dynamics Observatory (Sdo) della Nasa. L'eruzione della notte scorsa e' stata cosi' potente da essere classificata come di classe X 5: le eruzioni di classe X sono proprio quelle piu' intense, in grado di scatenare tempeste magnetiche capaci di provocare il blackout nelle comunicazioni radio in tutto il pianeta. Questa eruzione ha determinato un'espulsione di materia dalla corona solare (Cme) nello spazio: al momento non sembra essere diretta contro la Terra, ma non e' escluso che tra l'8 e il 9 marzo colpisca di striscio il nostro campo magnetico, aumentando le turbolenze magnetiche gia' in corso alle altitudini maggiori a causa dell'attivita' solare dei giorni scorsi. ANSA.it online 8 marzo 2012. DUNQUE LA SAGA DEL SOLE PROSEGUE!! STELLINA2012. Se l'articolo vi è piaciuto l'argomento prosegue in altri due articoli che ho fatto: "Il Sole è Di Nuovo In Iperattività: Lo Spettacolo Continua Ma Dove Porterà? Cosa Pensa La Nasa" e poi "Sole In Fibrillazione: è In Corso Una Nuova Potente Tempesta Magnetica" sempre su paid2write.

Inserito 8 marzo 2012 ore 16:40
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione