Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Lotta Alla Tubercolosi? Ci Aiutano I Ratti


10 ottobre 2012 ore 21:10   di Blazar  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 567 persone  -  Visualizzazioni: 1237

La tubercolosi è una grave malattia infettiva dell’apparato respiratorio provocata da un batterio, il Mycobacterium tubercolosis, che ogni anno causa circa 1,7 milioni di morti, in particolare nei paesi in via di sviluppo. Il contagio avviene attraverso minuscole goccioline di saliva emesse con colpi di tosse, starnuti o semplicemente parlando. Si calcola che una persona affetta da tubercolosi e non curata possa contagiare altre 10 – 15 persone in un anno.

Purtroppo la diagnosi di questa malattia è molto difficile, in quanto è necessario, oltre ad osservare i sintomi, procedere con radiografie al torace ed isolare dal paziente il microrganismo che la provoca e farlo sviluppare in laboratorio per poterlo identificare. Questo processo garantisce la sicurezza della diagnosi, però richiede dalle 4 alle 12 settimane, nonché la disponibilità di laboratori attrezzati. Siccome è importante iniziare le cure il più presto possibile, spesso la terapia comincia prima della conferma definitiva della malattia. La necessità di strutture tecnologicamente avanzate e i costi da sostenere rendono difficoltoso applicare tali tecniche nei paesi in via di sviluppo, proprio dove la tubercolosi è più diffusa.


Per fortuna in nostro soccorso giungono i ratti. Si, avete capito bene, proprio i ratti, e non i nostri ratti di fogna, bensì dei loro cugini africani ancora più grossi. Il Ratto gigante del Gambia infatti, misura 80 – 90 cm di lunghezza e può pesare più di 2 chili. Questi roditori, oltre ad essere molto socievoli e facilmente addomesticabili, possiedono una caratteristica particolare: sono dotati di un olfatto finissimo. E possono essere addestrati a riconoscere la presenza del batterio provocante la tubercolosi semplicemente annusando un campione di saliva del paziente. In questo modo, in soli sette minuti possono analizzare ben 40 campioni di saliva, mentre un tecnico al microscopio impiegherebbe un’intera giornata per svolgere la stessa mole di lavoro.

Lotta Alla Tubercolosi? Ci Aiutano I Ratti

La procedura è molto semplice: in un’apposita struttura chiusa, sono presenti dei fori nei quali vengono posti i campioni di saliva prelevati dai pazienti. Il ratto li annusa e "punta" con il muso dove avverte la presenza del batterio. Quindi viene ricompensato con del cibo. Naturalmente la diagnosi del ratto viene confermata al microscopio, ma l’aiuto fornito è notevole e la velocità di lavoro aumenta enormemente. Questo consente di cominciare rapidamente le terapie e di limitare quindi il propagarsi dell’infezione ad altre persone. Grazie a questi roditori, in Tanzania l’efficienza nell’individuazione della malattia è aumentata del 40% e gli ospedali possono curare un maggior numero di persone e con maggior tempestività.

L’organizzazione che si occupa di addestrare ed utilizzare i ratti per questa ed altre attività si chiama APOPO (Anti-Persoonsmijnen Ontmijnende Product Ontwikkeling, ovvero Sviluppo di Prodotti per il Rilevamento di Mine Antiuomo ) ed è una ONG belga con sede a Morogoro, in Tanzania. Oltre che in campo medico i ratti vengono proficuamente usati per individuare le mine antiuomo nascoste sotto terra. Ovviamente gli animali non corrono rischi: il loro peso non è sufficiente a far detonare le bombe, ed essi si limitano a grattare con le unghie dove fiutano la presenza di una mina, e saranno degli sminatori professionisti a bonificare l’area in tutta sicurezza.

Per maggiori informazioni sulle attività e sull’addestramento degli animali potete consultare il sito dell’organizzazione APOPO, www.apopo.org, dove è anche possibile adottare (ovviamente a distanza) un ratto per aiutare l’ONG nella prosecuzione del lavoro.

Articolo scritto da Blazar - Vota questo autore su Facebook:
Blazar, autore dell'articolo Lotta Alla Tubercolosi? Ci Aiutano I Ratti
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione