Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Margherita Hack E I Piaceri Della Carne... Artificiale


23 settembre 2011 ore 11:46   di KungFuGirl  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 635 persone  -  Visualizzazioni: 1388

Lei, astrofisica di fama mondiale, si è subito detta entusiasta di questa scoperta, messa a punto da un team di ricercatori dell'Università di Maastricht, in Olanda, candidata a cambiare radicalmente non solo le abitudini degli esseri umani, ma anche il destino del nostro pianeta.

Margherita Hack, infatti, che si definisce "vegetariana dalla nascita" (i suoi genitori erano vegetariani prima ancora che lei venisse al mondo), ha salutato il risultato della ricerca olandese con entusiasmo: "Il progresso scientifico va finalmente nela direzione giusta - ha detto - Smettere di sfruttare la terra e gli animali senza criterio, rischiando di trovarci un giorno senza cibo e soffocati dall'inquinamento".


Ma in cosa consiste questa straordinaria scoperta della scienza olandese? E' presto detto: si tratta di carne che potrebbe presto approdare sulle tavole di tutto il mondo - i ricercatori hanno stimato che occorrano ancora almeno sei/otto mesi per mettere a punto la "ricetta" - ma è una carne del tutto particolare, ottenuta senza uccidere alcun animale. La gioia per tutti i vegetariani che hanno rinunciato a salsicce, costate e filetti non per gusto ma per etica, insomma!

Questa carne rivoluzionaria è interamente prodotta in laboratorio partendo dalle cellule staminali di alcuni suini. Al momento la carne in vitro non somiglia nemmeno lontanamente ad un hamburger: il brandello ottenuto dagli studiosi olandesi e di cui si è scritto sul News Scientist Magazine è lungo pochi centimetri e di colore biancastro. Non proprio invitante come una bella fiorentina, insomma.

Margherita Hack E I Piaceri Della Carne...  Artificiale

"Il colore chiaro è dovuto alla mancanza di sangue ed alla conseguente scarsità di mioglobina, proteina ce contiene ferro - ha spiegato Mark Post, a capo del team di ricercatori dell'Università di Maastricht - Stiamo cercando di aumentare il livello di mioglobina per far in modo che la carne in vitro assuma un colore naturale".

L'obiettivo dichiarato è quello di riuscire ad ottenere un prodotto da inserire sul mercato entro un anno al massimo: una volta avviata una linea di produzione stabile per la carne artificiale, infatti, i vantaggi potrebbero essere davvero molteplici e non interessare soltanto gli amanti degli animali. Produrre carne in laboratorio consentirebbe di ridurre sia i tempi che i costi e, al contempo, la riduzione degli allevamenti porterebbe ad una riduzione di miliardi di tonnelate di gas serra, oltre ad abbattere il consumo di terra - in gran parte destinato proprio agli allevamenti - di quasi il 99%.

Margherita Hack E I Piaceri Della Carne...  Artificiale

Aria più salubre, maggior superficie di terreno destinabile alla realizzazione di aree protette, niente più animali macellati e, come se non bastasse, la certezza di riuscire a garantire a tutta la popolazione mondiale, in aumento costante, la possibilità di cibarsi di carne, un alimento comunque prezioso e ricco di elementi nutritivi importanti per il nostro benessere (anche se Margherita Hack è un fulgido esempio di come sia possibile vivere a lungo e in perfetta salute sia fisica che mentale anche con un'alimentazione vegetariana). Se tutte queste motivazioni non dovessero bastare per spingere l'acceleratore sulla creazione di carne in vitro, un altro incentivo arriva dalla PETA: l'associazione per il trattamento etico degli animali, infatti, ha messo in palio un premio di un milione di dollari per il primo ricercatore che riuscirà ad immettere sul mercato la carne artificiale e il bando scade nel 2012.

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Margherita Hack E I Piaceri Della Carne...  Artificiale
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione