Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Polveri Di Antiche Comete Scoperte In Antartide Riveleranno Le Origini Della Vita Sulla Terra


16 giugno 2010 ore 11:17   di Diddl  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 294 persone  -  Visualizzazioni: 622

Un team di ricercatori coordinato dal francese Jean Duprat e finanziato dall'Unione Europea, ha fatto la prima scoperta al mondo di un nuovo gruppo di particelle extraterrestri nel centro dell’Antartide.L'obiettivo del progetto, che ha ricevuto 2,6 milioni di euro nell'ambito del programma di Marie Curie del Sixth Framework Programme (FP6), è quello di rafforzare la comprensione sulle origini del nostro sistema solare nonché dei sistemi exo-pianetari più lontani.

I ricercatori del CSNSM (Center for Nuclear Spectrometry and Mass Spectrometry), grazie a dei carotaggi eseguiti in prossimità della stazione scientifica Franco-Italiana , posizionata al centro dell’Antartide, a circa quattro metri di profondità hanno estratto colonne di neve incontaminata caduta intorno la metà del ventesimo secolo.
Utilizzando trasmissioni elettroniche microscopiche, il team ha riportato alla luce delle micrometeoriti straordinariamente ben conservate.


I campioni analizzati hanno mostrato che i frammenti più probabilmente derivano da comete, piccoli corpi celesti composte da ghiaccio, polveri e minuscole particelle di roccia, che avvicinandosi al sole, a causa delle alte temperature, innescano la sublimazione dei materiali ghiacciati con la conseguente emissione di una miscela di gas e grani cometari nello spazio interplanetario.
Alcuni di questi grani di polvere possono attraversare l'orbita terrestre ed essere catturati della gravità del nostro pianeta, precipitando sulla terra.

Polveri Di Antiche Comete Scoperte In Antartide Riveleranno Le Origini Della Vita Sulla Terra

“Quando abbiamo sciolto la neve estremamente pura e abbiamo osservato le particelle al suo interno, ci siamo subito resi conto che si trattava di fossili extraterrestri composte da materia proveniente dalle più isolate e fredde regioni del Sistema Solare.” ha spiegato Jean Duprat.

Per effettuare le analisi, il team ha utilizzato una microsonda ionica scoprendo che la composizione di idrogeno isotopico delle micrometeoriti hanno un altissimo contenuto di deuterio da 10 a 30 volte i valori terrestri. Il deuterio è una rara forma di idrogeno con il nucleo contenente un protone e un neutrone diverso dell’idrogeno comune che è composto da un protone solitario.

Secondo gli scienziati il ritrovamento delle micrometeoriti, che hanno dimensioni di circa 0,1 millimetri, è risultato essere speciale anche perchè più della metà del loro volume è composto da carbonio il che è insolito nelle rocce di questo tipo. Secondo Duprat - "questo è eccezionale perché di solito se si prende un meteorite primitivo, la quantità di carbonio è solo una piccolissima percentuale. I frammenti sono davvero unici perché nessun altro laboratorio ha meteoriti così intrinsecamente puri nella sua collezione”.

I materiali cristallini che compongono l'interno dei micrometeoriti indicano che questi si sono formati vicino al Sole e quindi appartengono al disco primordiale dal quale è nato il Sistema Solare.
La scoperta contraddice quindi la teoria, da tempo consolidata, che tutta la materia organica che contiene deuterio in eccesso abbia un'origine interstellare aprendo di fatto nuovi scenari sull’arrivo del materiale organico sulla Terra che potrebbe aver innescato la vita.
I risultati di quest'ultimo studio sono stati pubblicati sulla rivista Science.

Grazie ai risultati di questa appassionante scoperta, sono stati avviati ulteriori accertamenti coinvolgendo oltre il CSNSM, l'Università di Lille 1, l'Ecole Normale Supérieure di Parigi, e il Museo di Storia Naturale Francese.

Nel documento dei ricercatori, gli autori fanno notare che i granelli di polvere scoperti a Concordia sono del tutto simili ai campioni ottenuti dalla missione Spaziale Stardust, la sola finora ad aver fornito al mondo la possibilità di eseguire analisi mineralogiche e geochimiche su grani cometari incontaminati.

I due piccoli meteoriti, potrebbero quindi rivelare i segreti sulla formazione del sistema solare e sull’origine stessa della vita sulla Terra.

Articolo scritto da Diddl - Vota questo autore su Facebook:
Diddl, autore dell'articolo Polveri Di Antiche Comete Scoperte In Antartide Riveleranno Le Origini Della Vita Sulla Terra
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione