Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Rudolf Diesel, Un Inventore Dimenticato


2 gennaio 2011 ore 20:23   di kekere  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 1199 persone  -  Visualizzazioni: 2296

Nato nel 1858, discendente di una famiglia di artigiani tedeschi, il giovane Rudolf Diesel fu avviato dal padre alla meccanica: dotato di mente pronta ed inventiva, terminò ben presto la Scuola d'Arte e Mestieri di Augusta e vinse la borsa di studio per l'Istituto Tecnico Superiore di Monaco.

Finì i corsi a 20 anni, superando ogni precedente votazione, e l'intero corpo accademico si riunì per congratularsi con lui: sposatosi si stabilì a Parigi e lavorava per notti intere a progettare il motore che sognava, già ben chiaro nella sua mente.


Diesel sapeva che l'aria più è compressa, più si riscalda ( mettete la mano su di una pompa di bicicletta in funzione e ne avrete prova ): per cui il pistone, nella fase discendente o di carico che aspira aria pura, nella sua corsa ascendente verso la testa e comprimendo l'aria ad un sedicesimo, riscalda l'aria ad una temperatura di 535° centigradi.

Rudolf Diesel, Un Inventore Dimenticato

A questo punto se si mette una goccia d'olio nel cilindro, l'aria calda la infiammerà e la sua combustione spingerà il pistone verso il basso: così non sarebbe più necessario un complicato sistema di accensione.
Aveva già brevettato la sua invenzione nel gennaio del 1893, e l'opera fu pubblicata come " Teoria e costruzione di un motore termico razionale "
Diesel
sapeva che non più di una ventina di persone in tutto il mondo ne avrebbe afferrato il significato, ed era preparato a veder accogliere la sua opera con freddezza e con derisione.
Krupp acconsentì a finanziare l'invenzione e poco dopo il primo motore di Diesel era pronto per la prova.
Non appena Diesel spruzza il combustibile nell'aria arroventata del cilindro, il motore scoppia: a questo punto Diesel, nonostante il pericolo corso, esulta di felicità perchè era la dimostrazione che il suo motore funzionava.
Lavorò altri quattro anni su quella strada: infine un giorno i più famosi tecnici del mondo convennero ad Augusta per vedere il motore diesel da 20 cavalli vapore che li sbalordi per il suo elevato rendimento.
Il vantaggio del motore diesel è che funziona con il più grezzo ed economico prodotto petrolifero, non solo, ma può funzionare anche con carbone polverizzato, olio di ricino, olio di palma, olio di pesce, olio di semi di cotone e olio di arachidi.

Rudolf Diesel, Un Inventore DimenticatoNei quindici anni che seguirono alla dimostrazione del suo primo motore perfezionato, Diesel divenne ricco e famoso, abitava a Monaco in una villa favolosa.
Nel 1912 si recò negli Stat Uniti per promozionare anche lì il suo motore diesel.

Ritornando in patria con due amici, uno dei quali era il direttore della Fabbrica di motori diesel di Ghent, sparì nella note e non si seppe più nulla di lui.
Una settimana dopo una nave olandese issò a bordo un corpo umano.
Era così mal ridotto da renderne impossibile il riconoscimento e, dopo aver tolto il contenuto dalle tasche, lo gettarono in mare.
Più tardi un borsellino, un temperino ed un astuccio da occhiali furono identificati come appartenere al dottore Diesel.
Il figlio molti anni dopo rivelò che si era suicidato per debiti che aveva contratto per promozionare il suo motore diesel nel mondo.
Oggi il motore diesel è un propulsore molto acclamato, mentre il suo ideatore è caduto nell'oblio miseramente.

Rudolf Diesel, Un Inventore Dimenticato

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Rudolf Diesel, Un Inventore Dimenticato
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione