Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Telecamere Di Sicurezza E Videosorveglianza: Consigli


25 gennaio 2011 ore 22:41   di maverick71  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 325 persone  -  Visualizzazioni: 528

Decidere di installare delle telecamere di sicurezza dipende fondamentalmente dall’obiettivo dell’installazione stessa. Capire, quindi, a cosa debbano servire. Il mercato offre una moltitudine di tipologie di telecamere di sicurezza, per le quali varieranno caratteristiche tecniche, costi, validità ai fini dell’utilizzo finale.

Ecco quindi che si potrà scegliere fra telecamere wireless o via cavo, queste ultime con un costo più basso delle prime e con un segnale, ovviamente, più stabile poiché non soggetto a variazioni sulle distanze e non soggetto ad ‘impedimenti’ dovuti ad eventuali ostacoli che, invece, possono essere rilevanti ai fini delle wireless.


Per quelle via cavo, però, soprattutto se l’uso è ‘delicato’ e se ne vuole evitare la manomissione ad opera di malintenzionati, sarà utile far passare i cavi sotto traccia, in apposite canaline (per quanto, anche questa modalità non sia completamente sicura, ovviamente, ma un semplice deterrente). Le via cavo risultano essere, in effetti, le più diffuse.

Altra differenziazione fondamentale riguarda la tecnologia su cui una telecamera è basata, in riferimento, principalmente, alla metodologia di registrazione. Ossia, si farà distinzione fra telecamere analogiche, da collegare ad un dispositivo di registrazione tramite convertitore BNC, e digitali, che necessitano di configurazione TCP/IP. Queste ultime, possono essere, proprio per la loro caratteristica principale, ai fini della gestione delle immagini, possono essere collegate ad un computer o a un apparecchio di videoregistrazione a segnale digitale.

Le digitali, inoltre, necessitano di un software di gestione e non hanno una limitazione sul numero di camere supportate. Veniamo, ora, ai cavi cui la telecamera va collegata. Saranno due cavi, di alimentazione e di trasmissione dati, pur potendo avere, ad un prezzo decisamente superiore, cavi doppi che permettono entrambe le funzioni (trasmissione e alimentazione) “contemporaneamente”.

Ci sarà poi da valutare che tipo di immagine si desidera gestire : in modalità fissa da un preciso punto di riferimento o mobile, su tecnologia PAN. Occorre poi considerare se la telecamera sarà ad uso esterno (sarà quindi dotata di apposite protezioni) o solo interno, o ancora se dovrà ‘lavorare’ in modalità diurna o notturna.

In tale ultimo caso, si potrà ulteriormente scegliere fra quelle a infrarossi (basati sulla rilevazione del calore) e gli illuminatori. Questi ultimi hanno come proprietà quella di permettere l’identificazione dell’immagine. Come prezzi, relativi alle apparecchiature in questione (reperibili presso tutti i punti vendita specializzati) variano fra i quaranta euro per le analogiche base fino ai cinquemila per le telecamere con requisiti tecnologici molto sofisticati. Discorso a parte per i videoregistratori, il cui costo parte, circa, da duecento euro, con quattro canali e privi di hard-disk fino ai ventimila.

Articolo scritto da maverick71 - Vota questo autore su Facebook:
maverick71, autore dell'articolo Telecamere Di Sicurezza E Videosorveglianza: Consigli
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione