Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Terremoto In Giappone: Riparliamo Di Energia Nucleare E Sicurezza


13 marzo 2011 ore 10:58   di petardo  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 387 persone  -  Visualizzazioni: 539

I giapponesi, si sa, sono persone serie. Le cose le fanno per bene: accurati, coscienziosi, dediti al lavoro. La corruzione pubblica e privata è a livelli minimi, tanto che un ministro si dimette per avere accettato un finanziamento non dichiarato di 2000 Euro, mentre qui da noi questo sarebbe un peccatuccio ridicolo.

Gli italiani, si sa, si dice, sono geniali e fantasiosi, molto probabilmente più dei giapponesi. Purtroppo in fatto di corruzione, accuratezza, serietà e dedizione al lavoro l’italiano medio e' ben peggiore del giapponese medio. In particolare, nella classifica sulla percezione della corruzione stilata da Transparency International, l’Italia, soprattutto negli ultimi anni, è scivolata paurosamente verso il basso e ora è al sessantasettesimo posto, contro il diciassettesimo del Giappone.


Nonostante tutte queste qualità dei giapponesi, il terremoto che ha interessato il Giappone recentemente (Marzo 2011) ha messo in crisi diverse centrali nucleari. Per una in particolare, la centrale di Fukushima, l’uscita di materiale radioattivo è accertata.

Si noti che è vero che il terremoto è stato uno dei più violenti nella storia recente della terra, ma nella zona dove c’e’ stato l’epicentro, che è nel mare a 120 chilometri dalla costa.

Naturalmente tutti speriamo che la contaminazione non sia grave, ma questa vicenda mette in luce, una volta di più, quello che gli antinuclearisti dicono da sempre: per sicura che possa essere una centrale nucleare, può succedere l’imponderabile che manda all’aria tutte le supposizioni fatte (e succede, succede).

Senza considerare i “piccoli, invisibili incidenti” che causano problemi alla salute nelle zone limitrofe alla centrale, gravi guasti possono portare all’inabitabilità’ per decenni di zone di decine di chilometri attorno alla centrale, e contaminazioni anche a centinaia di chilometri e danni alla salute che vanno avanti per generazioni.

Poiché per fare le centrali nucleari non occorre ne’ genialità ne’ fantasia, ma accuratezza e serietà, lavorare bene ed essere sicuri che la corruzione non abbia portato qualcuno a chiudere un occhio sulle procedure e sui materiali usati per la costruzione della centrale, siamo sicuri che ci possiamo permettere, in Italia, questo tipo di centrali?

Secondo me no.

Purtroppo Cicchitto ha già detto che il programma sulle centrali nucleari rimarrà invariato e la Prestigiacomo ha accusato di incredibilmente di “macabra polemica, strumentale e di pessimo gusto" le riflessioni che, una volta di più, erano proposte da chi il nucleare lo vede come un grande sbaglio.

Spero che il tempo possa portare a scelte più consone.

Articolo scritto da petardo - Vota questo autore su Facebook:
petardo, autore dell'articolo Terremoto In Giappone: Riparliamo Di Energia Nucleare E Sicurezza
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • xyz
    #1 xyz

Due parole sul perchè, secondo me, in Italia non dobbiamo fare il nucleare: hai presente il casino dei rifiuti a Napoli e non solo? Bè, se riusciamo a gestire così rifiuti NORMALI pensa cosa faremmo con SCORIE RADIOATTIVE...

Inserito 14 marzo 2011 ore 09:14
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione