Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Voyager 1 Lascia Il Sistema Solare E Si Avventura Nello Spazio


1 agosto 2011 ore 12:35   di KungFuGirl  
Categoria Tecnologia e Scienze  -  Letto da 589 persone  -  Visualizzazioni: 1284

Lascia dietro di sè questo angolino di universo che noi chiamiamo Sistema Solare e si avventura là fuori, nell'immensità della Via Lattea. La sonda spaziale Voyager 1 sta lasciando per sempre gli spazi noti dei pianeti più vicini alla Terra e, dopo oltre 33 anni dal suo lancio, sta per varcare i confini dell'universo a noi più conosciuto. Continua a comunicare con noi, anche se la sua voce diventa sempre più flebile ed occorrono ormai 16 ore prima che ci raggiunga, ma uno dei suoi creatori, Tom Krimigis, seguita a seguirne gli spostamenti e le comunicazioni, come un papà un po' ansioso.

Perchè, anche se noi la chiamiamo la "nostra galassia", la Via Lattea è davvero immensa e, al suo confronto, questo pianeta blu che è la Terra è grande più o meno quanto una monetina da dieci centesimi sul suolo della Francia: una robetta piccina piccina e, forse, anche un po' insignificante.


Voyager 1, incurante di tutto, prosegue la sua instancabile marcia: le ultime comunicazioni ci fanno sapere che non ha incontrato turbolenze nè vortici e che è terminato anche il "vento solare", elettroni e protoni emessi dal Sole che potevano causarle qualche problemino. Tutto bene, dunque, e il viaggio continua, alla velocità di 46 mila chilometri all'ora.

La speranza, quando Voyager 1 è stata lanciata nel 1977, era che potesse entrare in contatto con forme di vita aliene e comunicare che nell'universo ci siamo anche noi. Per questo la sonda porta con sè quello che è stato chiamato "disco d'oro", un disco sul quale fisici, matematici, filosofi ed astrofisici hanno inciso ciò che era più rappresentativo della Terra.
Voyager 1 Lascia Il Sistema Solare E Si Avventura Nello Spazio

Sul disco ci sono le prime battute dei Concerti Brandeburghesi di Bach, 115 suoni del pianeta Terra (dal soffio del vento al canto delle balene, dalle melodie degli uccelli allo sciabordio del mare...), grafici con parametri che rappresentano il Sistema Solare, simboli di molecole. Il tutto inciso su un disco a 16 giri. Come fosse un disco di vinile di Elis Presley o degli Abba. Perchè nel 1977 quella era la tecnologia a disposizione.

In questi 33 anni e 10 mesi noi siamo cambiati moltissimo: i vinili tutt'al più li collezioniamo, ma la musica la ascoltiamo almeno in MP3 e la scarichiamo senza problemi da internet. Una cosa impensabile ai tempi di Voyager 1, il cui computer di bordo è un processore con memoria da 68K. Ma nel 1977 Steven Spielberg ci faceva fantasticare sugli alieni con il suo "Incontri ravvicinati" e in Francia veniva sperimentata la prima risonanza magnetica, il Festival di Sanremo lo conduceva Mike Bongiorno e il Concorde faceva il suo primo volo commerciale. Questa sonda porta nello spazio un pezzo della storia della Terra e dell'umanità: la speranza, a questo punto, è che se qualcuno riuscirà mai a catturare Voyager 1 la tratti con il rispetto e l'attenzione che le riserverebbe qualsiasi buon archeologo, anche interplanetario.
Voyager 1 Lascia Il Sistema Solare E Si Avventura Nello Spazio

Articolo scritto da KungFuGirl - Vota questo autore su Facebook:
KungFuGirl, autore dell'articolo Voyager 1 Lascia Il Sistema Solare E Si Avventura Nello Spazio
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Tecnologia e Scienze
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione