Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

2010, Quando La Vacanza è Social


11 luglio 2010 ore 18:39   di ondaraminga  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 981 persone  -  Visualizzazioni: 1267

E’ tempo di vacanza e il web 2.0 è ormai una realtà consolidata per l’organizzazione delle ferie degli italiani.
Depliant, promozioni e consigli dell’agenzia di viaggio cedono il passo alle indicazioni e ai commenti che gli utenti condividono sui vari portali turistici e sui vari social network: informazioni su itinerari, recensioni di alberghi e ristoranti o descrizioni di una località di interesse turistico.

Vediamo come utilizzare gli strumenti che il Web ci mette a disposizione.
La scelta della mèta
Siete indecisi tra vacanze al mare e vacanze all’insegna della cultura. Tripdvisor viene in vostro aiuto con l’utilissima sezione “Idee Viaggio”. Scegliete il tipo di vacanza e il continente che volete visitare e poi fate clic su “Ispirami”. Se avete Scelto “Sole e Mare” e poi “Europa”, oltra alle classiche mète come Santorini, Mikonos e Creta, il portale consiglierà Brighton, la mèta balneare preferita dai londinesi, e Nerja, nella Costa del Sol, con i suoi km di spiaggia finissima.


Altre idee si possono trovare anche sul sito Turisti per caso dove, nella sezione Guide per caso, è possibile consultare le guide scritte dagli stessi utenti, con le loro impressioni e consigli.

2010, Quando La Vacanza è Social

La pianificazione
Scelta la mèta, si deve organizzare l’itinerario. Portali come Dopplr e Tripwiserpermettono di ottenere suggerimenti e giudizi dagli utenti che hanno già visitato i luoghi dove si è diretti.
Il servizio offerto da Tripit punta invece sulla pianificazione dell’ìitinerario. Una volta attivato l’account sul sito, è possibile caricare nel profilo tutte le informazioni legate al viaggio: la prenotazione del volo, il booking dell’alloggio, le mappe dei percorsi e le immagini dei luoghi da visitare. Tripit e Google Calendar possono comunicare tra loro in modo da farvi ricevere SMS che vi rammentino il programma della giornata, le attrazioni da non perdere, la prenotazione da confermare.

Pernottamenti low cost
Il budget non vi permette di dormire in alberghi a 5 stelle ma vorreste evitare di dormire sotto le stelle (anche se romantico resta sempre un po' scomodo)?
Siti come booking.com, Expedia e venere.com offrono centinaia di sistemazioni, per tutte le tasche, e spesso si trovano delle vere occasioni (es. 2 notti a Bruxelles, camera doppia, in albergo a 4 stelle con colazione inclusa nel prezzo: 152 euro, a fronte di un prezzo pieno di 450 euro a notte) A volte può capitare che lo stesso albergo applichi prezi differenti su vari portali: Trivago.it permette la comparazione dei prezzi permettendovi di scegliere il più conveniente. Alcuni portali richiedono il pagamento anticipato dell'alloggio, altri invece richiedono l'inserimento del numero della carta di credito per effettuare un controllo ma il pagamento si effettua presso la struttura ricettiva: leggete sempre bene le condizioni contrattuali!

Ristoranti 2.0
Se si va all’esterno, non è il caso di farsi riconoscere ordianando gli spaghetti e poi lamentandosi del fatto che non li sanno cuocere. Ma mentre in Italia si hanno dei punti di riferimento tipo “se ci sono molti camion parcheggiati davanti alla trattoria allora vuol dire che si mangia bene” all’estero come si può fare?
Sempre su Dopplr e Tripadvisor è possibile farsi un’idea dei locali dove poter mangiare in maniera decente, e magari anche prenotare il tavolo.
Se invece si resta in patria, allora si può dare un’occhiata a 2spaghi.it dove la community condivide giudizi su osterie e ristoranti.

Il ritorno
Una volta tornati a casa, condividete la vostra esperienza con gli utenti dei portali che avete visitato, lasciate il vostro giudizio sulle strutture ricettive che avete utilizzato, rispondete alla mail che l’albergo vi ha mandato richiedendovi un giudizio sul servizio offerto. La tua esperienza permetterà agli altri di orientarsi al meglio e di evitare brutte esperienze, così come avete fatto precedentemente voi. E solo allora potrete dire: ho fatto una vacanza 2.0!

Un consiglio: è vero che la pianificazione delle vacanze 2.0 si basa molto sui giudizi lasciati dagli altri traveller ma bisogna comunque prendere tali giudizi "cum grano salis".

Alcuni utenti sono davvero troppo esigenti e si lamentano per delle inezie ma purtroppo capita che non sempre i giudizi degli utenti siano obiettivi. E’ di questi giorni la notizia che la Federaberghi Veneto ha lanciato l’allarme sui falsi giudizi lasciati sul web. Turisti prepotenti minacciano di screditare l’albergo sul web se non ricevono il trattamento che richiedono.

La notizia riportata è stata ripresa dal sito IL GAZZETTINO.it e dalla trasmissione di Caterpillar Radio2 del 6 luglio 2010.

Articolo scritto da ondaraminga - Vota questo autore su Facebook:
ondaraminga, autore dell'articolo 2010, Quando La Vacanza è Social
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione