Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Come Organizzare Un Viaggio Fai Da Te Alle Seychelles


15 giugno 2011 ore 17:22   di LA74  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 592 persone  -  Visualizzazioni: 1239

Prima di tutto perchè organizzarsi autonomamente un viaggio? Bè, la risposta è logica: perchè si risparmia. Secondo, come nel mio caso, perchè è estremamente interessante poter gestire tutto autonomamente e non dipendere dagli altri. La mia è pura passione, ma ormai il fai da te si sta diffondendo a macchia d'olio anche tra chi non si intende poi così tanto di low cost e prenotazioni via internet.

Sicuramente, prima di decidere di fare un viaggio in autonomia bisogna aver ben preciso dove si vuole andare e, se la meta in effetti permette tale soluzione. Poi bisogna valutare la propria condizione, ossia se si è una coppia, single o una famiglia. Nel mio caso, che viaggiavo con mio marito e mio figlio di 6 anni, ho scelto le Seychelles perchè non vi sono particolari profilassi da fare, l'acqua è potabile e la situazione politica stabile. Ultimo punto, ma comunque molto importante, il volo diretto dall'Italia con Air Seychelles, notturno sia all'andata che al ritorno. Ottimo per i bambini, che possono riposare durante il viaggio e non c'è bisogno di pensare a particolari distrazioni per intrattenerli.


Quindi, una volta scelta la meta, si passa subito a cercare il volo. Per quanto riguarda la linea, per esperienza, prima si prenota, più probabilità ci sono di trovare buoni prezzi. Ma anche andando sotto data, spesso escono tariffe interessanti, soprattutto da quei vettori che effettuano scali. Nel caso delle Seychelles, oltre a consultare il sito della loro compagnia di bandiera, si possono paragonare anche le offerte di Emirates e Qatar Airways. Nel mio caso specifico, ho prenotato un volo a novembre con Air Seychelles per 1805,00 in tutto a/r. La tariffa era promozionale e non rimborsabile. Per fortuna non ci sono stati inghippi.

Dopo la prenotazione del volo si inizia a strutturare il soggiorno. Alle Seychelles ci sono varie soluzioni di alloggio. Le più convenienti sono le guest house, ossia appartamenti dotati di cucina, che permettono di gestirsi autonomamente anche nei pasti. In questo caso si soggiorna in self catering. Io avevo a disposizione 15 giorni e, volendo visitare le tre isole principali ho pensato di sostare 5 giorni su ogni isola. Così ho iniziato a cercare alloggi tramite il sito dell'ente del turismo seychellese e vari forum in rete. Ho mandato e-mail a diverse strutture, sempre scrivendo in inglese, visto che il francese non lo conosco. Sulle isole infatti, oltre al creolo, le lingue ufficiali sono due: inglese e francese. Qualche parola di italiano in genere si parla, soprattutto sull'isola di Praslin, la più frequentata dal popolo dello stivale.

Le soluzioni che ho trovato sono le seguenti: Anse Soleil Resort a Mahe, 5 notti a 400 eur tutto compreso; Villagaiarda a Praslin, 4 notti a 480 eur tutto compreso; Fleur de Lys a La Digue, 5 notti a 600 eur tutto compreso. Per tutto compreso intendo senza ulteriori costi aggiuntivi, quali luce, gas, biancheria. Tutte e tre le strutture si sono rivelate ottime. Pulite, silenziose, con personale competente e disponibile. Una precisazione: Villagaiarda è gestita da italiani. Nessuna delle strutture ha voluto acconti anticipati. Prima di partire, per evitare di portarmi dietro troppo contante, ho chiesto io di poter pagare dall'Italia. Ma l'ho fatto solo con Villagaiarda, in quanto i costi bancari per un bonifico alle Seychelles sono proibitivi.

Quindi, prenotati il volo ed il soggiorno. Ora, come muoversi sulle isole? Che dimensioni hanno? Su Mahe e Praslin è d'obbligo la macchina, (sempre che non decidiate di utilizzare i mezzi locali). Anche questa prenotata dall'Italia. Su Mahe mi sono rivolta a Tropicar. Con Sonny ho concordato 30 eur al giorno senza franchigia. Macchina presa e lasciata in aeroporto, abbastanza nuova. A Praslin ho prenotato tramite la Capricorn, parlato con Maggy; 160 eur per 5 giorni. Ricordatevi sempre di contrattare. E' molto probabile spuntare un prezzo migliore, specie se si specifica che si paga in contanti. L'euro è sempre ben accettato. Cosa diversa a La Digue. Sull'isola non è possibile girare in auto (ed è il suo bello), ma solo in bicicletta. Anche in questo caso, prenotata direttamente alla guest house, con tanto di seggiolino per bambino a 6 eur al giorno per bici. Nessuno ha chiesto acconti.

Ormai è tutto a posto. Manca solo il transfer per Praslin. Le opzioni sono due: l'aereo ed il catamarano. Noi, non amando volare, cerchiamo mezzi alternativi quando possibile. Quindi, la nostra scelta è ricaduta sulla barca. La Cat Cocos al momento è l'unica che effettua questo servizio. E' molto costosa: noi in 3 a/r abbiamo speso sui 200/210 eur. E' possibile prenotarla dall'Italia e pagarla in loco con carta di credito. Pagate in rupie, è meglio. Il tragitto dura circa un'ora, ma se il mare è mosso (molto spesso) puo' sembrare un eternità. Molta gente non si sente bene e l'equipaggio è molto ben preparato per ogni emergenza. Noi per fortuna abbiamo resistito.

Praslin è poi collegata a La Digue tramite il Cat Roses, un altro catamarano di dimensioni ridotte che in 15 minuti vi trasborda sull'isola. Costo 20 eur a persona a/r. I bimbi pagano la metà.

Bene, il viaggio è stato organizzato. Ora mancano solo le rifiniture: assicurazione di viaggio (noi l'abbiamo stipulata con Viaggisicuri.com), iscrizione al sito della Farnesina dovesiamonelmondo.it, adattatore per prese inglesi e medicinali per diverse evenienze: anti-dolorifico, anti-piretico, sali minerali, disinfettanti intestinali e non, ed antibiotico a largo spettro. Naturalmente non dimenticate le creme solari. Le Seychelles sono vicine all'Equatore ed il sole è perpendicolare e molto forte già dal primo mattino. Usate fattori di protezione dal 50 al 30, almeno la prima settimana. Poi chiaramente dipende dal vostro incarnato.

Articolo scritto da LA74 - Vota questo autore su Facebook:
LA74, autore dell'articolo Come Organizzare Un Viaggio Fai Da Te Alle Seychelles
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione