Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Copenhagen, Il Fascino Di Una Città Senza Degrado Urbanistico


19 agosto 2010 ore 20:12   di kekere  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 1373 persone  -  Visualizzazioni: 2528

I un poster danese è raffigurata un'anatra che orgogliosamente porta a spasso i suoi sette anatroccoli lungo il viale più affollato di Copenhagen.
E' una scena reale e potete assistervi di persona passeggiando per le strade di questa città.
Il traffico e la folla dell'ora di punte venivano tenuti a bada da un vigile sorridente che con un'espressione benevola segnalava agli altri lo stop, per lasciare il passo a mamma anatra ed i suoi anatroccoli.
In altre città sarebbe finita in padella, cucinata all'arancia, a Copenhagen simboleggia i diriti civili di tutti, anatre comprese.
Copenhagen detto alla danese è hyggelig, che si pronuncia iugeli e tradotto potrebbe essere intimo e caloroso.

Copenhagen significa postini in giacche scarlatte su biciclette gialle, spazzacamini con la faccia annerita ma con in testa il cappello a cilindro, guardie della regina che marciano come soldatini di piombo troppo cresciuti.
Copenhagen è palazzi di favola, zampillanti fontane che scintillano al timido sole, guglie e tetti del seicento, filari di belle case settecentesche, di color rosa, beige e azzurro pallido.
Cresciuta sulla riva orientale della Sjaelland, la maggiore delle 406 isole danesi, e sulla parte settentrionale dell'isoletta di Amager, Copenhagen è sposata al mare.
Da ogni parte, le vie terminano sul limitare dell'acqua, i transatlantici svettano sopra i camini , gli alberi ondeggianti delle navi incorniciano i parcheggi.
La hyggelig capitale è il secondo porto della Scandinavia; ed è anche una città di dimensioni ragionevoli a misura d'uomo.


Copenhagen è abitata da cittadini estroversi, più inclini alla gaiezza latina che alla tettragine scandinava.
Il traffico è scarso e si svolge con calma; i quartieri squallidi e poveri sono altrove; i trasporti pubblici funzionano come orologi; l'inquinamento è stato debellato anni fa.
La città vanta un'importante università, un superbo complesso per il balletto e l'opera lirica, quattro orchestre sinfoniche, più di venti teatri, una quarantina di musei, e, inoltre, innumerevoli jazz clubs, discoteche e locali notturni.
C'è solo l'imbarazzo della scelta fra i 2.000 bar, caffè e ristoranti che offrono una raffinata cucina.
Esistono più di cento qualità di birra danese, circa 200 tipi di panini allo smorrebrod. ed un 'acquavite tutta fuoco che, se vi coglie impreparati, vi manda dritto in orbita.

Copenhagen, Il Fascino Di Una Città Senza Degrado Urbanistico

Si Copenhagen è straordinaria. E' la città più intima, sicura, cordiale e libera che uno possa conoscere nella sua vita.
E' anche incantevolmente cosmopolita: ha lo slancio di Parigi, la grandiosità di Londra e la seduzione di Venezia.
Una città in cui prevale la gioia di vivere.
Al tempo dei Vichinghi era solo un piccolo villaggio chiamato Havn.
Nel 1167 il Vescovo Absalon vi costruì un castello ed Havn divenne Kobenhavn, porto dei mercanti, e nacque così una città.
La maggior parte dei più celebri edifici si devono al Re Sole di Danimarca, Cristiano IV, che dopo aver raddoppiato la città fece costruire il Palazzo Rosenborg, che ospita i gioielli della corona; l'edificio della Borsa e la Torre Rotonda.
Nel 1849 la Danimarca si diede audacemente una Costituzione Liberale con elezioni a largo suffragio popolare.
Nel 1891 la città aprì la strada ai primi programmi previdenziali e negli anni trenta la Danimarca cominciò a trasformarsi in uno dei primi stati del mondo nel campo dell'assistenza sociale.
Oggi Copenhagen è la capitale di uno dei paesi socialmente più evoluti e più autenticamente democratici, una società progressista che si è data uno dei più completi sistemi assistenziali dalla culla alla bara mai escogitati.
I danesi ricevono cure mediche senza pagare, istruzione gratuita fino all'università, assegni familiari per i figli, sovvenzioni per gli affitti e generose pensioni.

Copenhagen, Il Fascino Di Una Città Senza Degrado Urbanistico

Per pagarsi tutto questo versano imposte che sono le più salate del mondo, come l'Italia, ma con benefici reali e non fittizi.
La corruzione non esiste e le imprese operano con stabilità e compostezza.
I danesi sono tolleranti, ospitali, allegri, accomodanti, onesti e schietti.
Questi felici edonisti sono liberi, e così pure la loro capitale.
Se un danese desidera fare colazione seduto su di un marciapiede, nulla da obiettare.
Se gli va di tornare a casa a piedi scolandosi una birra e cantando forte, perchè no?
Sono liberi quanto gli piace, hanno la possibilità di fare quasi tutto quello che vogliono, purchè paghino le tasse.
I cittadini sono orgogliosi della loro città, specialmente del Tivoli, il più bel parco dei divertimenti del mondo.
Coi suoi oltre tre ettari di verde nel cuore della città, il Tivoli è un sogno fatto realtà, una sgargiante mostra di moschee da millle ed una notte, di sfarzosi templi e pagode cinesi, il tutto immerso in verdi foreste di olmi, castagni e tigli, e accompagnato dalla musica di quattro orchestre
Il Tivoli offre 100.000 fiori che sbocciano in primavera ed in estate, fuochi d'artificio, giostre, giocolieri, acrobati e 22 ristoranti che servono di tutto: dai tranci di salmone, ai migliori Camembert.
Soprattutto i cittadini di Copenhagen vanno fieri del modo perfetto in cui la loro città funziona.
Passeggiando sulla Langelinie, il viale alberato che fronteggia l'Oresund, l'agitato braccio di mare su cui si affaccia Copenhagen, ci si mescola ai cittadini che alzano il cappello per salutare la Sirenetta, il simbolo della città più hyggelig del mondo, e dove è ancora possibile sognare uguaglianza, fraternità e libertà.

Copenhagen, Il Fascino Di Una Città Senza Degrado Urbanistico

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Copenhagen, Il Fascino Di Una Città Senza Degrado Urbanistico
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione