Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Creta: Mare E Non Soltanto Ad Aghios Nikolaos E Ad Elounda


17 marzo 2011 ore 17:01   di 2tredici  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 336 persone  -  Visualizzazioni: 595

Creta è, per estensione, la quinta isola del Mediterraneo. L'ampia superficie e la varietà del paesaggio (spiagge sabbiose, scogliere, montagne, altipiani), nonchè le vestigia di un passato importantissimo (i palazzi di Cnosso, Festo e Malia su tutte), ne fanno la meta ideale per chi vuole associare ad una vacanza al mare un soggiorno che soddisfi anche esigenze culturali e naturalistiche.

Oltre che per mezzo dei numerosi voli charter compresi nei viaggi organizzati, Creta si raggiunge da Milano Malpensa con voli regolari di linea (con scalo ad Atene) e, nel periodo estivo, anche con voli diretti low cost. Il volo diretto dura circa due ore e mezza.


Una volta atterrati all'aeroporto Nikos Kazantzakis, situato lungo la costa nord nei pressi del capoluogo, Heraklion, una delle mete da raggiungere, sempre sulla costa settentrionale, è Aghios Nikolaos. Il tragitto in taxi costa circa 70 Euro e si arriva a destinazione in un'ora.

Un tempo tranquillo paese di pescatori, Aghios Nikolaos è ora un'affollata (soprattutto da turisti nord-europei) località di mare "alla moda", densa di negozi, bar, ristoranti e discoteche. La sera, durante la stagione estiva, il caos è davvero molto elevato. Meglio visitarla di giorno, magari facendo anche una passeggiata attorno al "lago" Voulismeni, un bacino naturale situato all'interno dell'abitato e collegato al mare con un canale artificiale costruito durante l'occupazione turca.

Piuttosto interessanti sono anche il Museo Archeologico e la chiesa bizantina di San Nicola (Aghios Nikolaos), situata su di un promontorio a nord della città.

La spiaggia attrezzata è comoda da raggiungere (praticamente al centro dell'abitato) ed è pulita e gradevole. Dal porto partono i traghetti per Elounda e per l'isola di Spinalonga.

Il villaggio di Elounda (10 km da Aghios Nikolaos) si raggiunge anche percorrendo verso nord la strada costiera, con belle vedute panoramiche sul golfo di Mirabello. Tra la strada ed il mare, pochi chilometri prima di Elounda, si trovano, parzialmente nascosti nel verde, alcuni tra i più prestigiosi hotel dell'intera isola di Creta, ciascuno con la propria caletta di sabbia privata. I prezzi sono adeguati ai servizi offerti. Per soluzioni più economiche occorre rivolgersi ad uno degli hotel situati direttamente a Elounda.

Il villaggio, famoso nei secoli scorsi per le sue saline, è ora interamente dedito al turismo ma senza gli eccessi di Aghios Nikolaos. La sera è piacevole ritrovarsi per l'aperitivo o per il dopo-cena nella piazza principale del villaggio, nei dehors di uno dei bar che vi si affacciano. La spiaggia pubblica, attrezzata e ben tenuta, si trova a due passi dalla piazza.

Partendo da Elounda, si possono fare due belle escursioni.

In auto (meglio se fuoristrada) si percorre l'istmo che congiunge Elounda alla penisola di Spinalonga. Superata la zona delle antiche saline (dove ancora esistono i ruderi, in parte recuperati, di alcuni mulini a vento), la strada si inerpica sui fianchi scoscesi della penisola. Dopo avere scollinato, si scende verso una baia dove è possibile fare il bagno in un mare dal blu intenso. Purtroppo spesso la baia è troppo affollata.

Con il traghetto, in poco più di mezz'ora, si raggiunge, invece, l'isola di Spinalonga (omonima della penisola). A parte il mare cristallino che la circonda, l'interesse per l'isola è dato dalla fortezza veneziana che la occupa pressochè interamente. Costruita nel XVI secolo quale opera di difesa contro i Turchi, la fortezza fu l'ultimo lembo di terra cretese a cedere agli invasori, dopo un lungo assedio, nel 1715. Dalle ferritoie dei poderosi bastioni si godono spettacolari vedute sul mare circostante. In epoca più recente (primi decenni del XX secolo) la fortezza fu destinata a lebbrosario. Caduta in abbandono a seguito della chiusura del lebbrosario, soltanto negli utlimi anni è stata oggetto di alcuni interventi di recupero.

Salvo novità recentissime, sull'isola di Spinalonga non esistono bar o ristoranti. Terminata l'escursione sarà pertanto necessario recarsi in uno dei ristorantini posti sul lungomare di Elounda, vicino al porto, per un meritato riposo eno-gastronomico.

Articolo scritto da 2tredici - Vota questo autore su Facebook:
2tredici, autore dell'articolo Creta: Mare E Non Soltanto Ad Aghios Nikolaos E Ad Elounda
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione