Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Firenze, Il Battistero E Le Porte Del Paradiso


8 novembre 2010 ore 20:30   di kekere  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 2112 persone  -  Visualizzazioni: 3915

Le famose porte di bronzo del bel San Giovanni, il battistero del duomo di Firenze, sono certamente tra i capolavori dell'arte italiana ed attirano ogni anno molti milioni di visitatori: sono alte cinque metri e larghe tre, furono realizzate tra il quatordicesimo ed il quindicesimo secolo.

Nel quatordicesimo secolo, Firenze, centro riconosciuto dell'arte italiana, aveva un solo Battistero con le porte di legno, di ciò si ramaricavano non poco i maggiorenti della città che, nel 1329, commissionarono al rinomato scultore Andrea Pisano delle porte di bronzo, per far in modo che l'opera testimoniasse il livello dell'arte fiorentina del tempo ai posteri.


L'artista non venne meno alla sua fama, realizzando quella che oggi è conosciuta col nome di Porta Sud, a due battenti, ciascuno diviso in 14 pannelli di 45x38 cm: le affollate formelle della parte superiore celebrano scene della vita di Giovanni Battista, mentre quelle della parte inferiore rappresentano le otto virtù, come la Fede, la Speranza, e la Carità; la porta venne montata sui cardini nel 1336.

Firenze, Il Battistero E Le Porte Del Paradiso

Sessantacinque anni dopo, le autorità fiorentine commisssionarono altre due porte ad uno scultore di 22 anni, Lorenzo Ghiberti, il quale decise di illustrare nella prima porta scene del Nuovo Testamento.
I lavori procedettero molto a rilento: basti pensare che il Ghiberti impiegò ben 23 anni a finire quella che oggi è conosciuta col nome di Porta Nord.
Il costo dell'opera fu di 22.000 fiorini d'oro, una cifra pari a quella stanziata annualmente per la difesa della Repubblica i Firenze.
Sulla seconda porta - quella est - l'artista completà in pratica il ciclo bibblico illustrando alcune scene dal Vecchio Testamento.
Qui i pannelli sono solo dieci, perchè l'artista voleva lavorare su scala più ampia, ed alcune di queste formelle, che hanno una superfice di ottanta centimetri quadrati, contengono fino a sei episodi ed hanno un gran numero di figure.
In alcune scene ci sono quasi cento personaggi.
Nel 1452 l'ultima fatica dell'artista fiorentino fu di sostituire la porta del Pisano, che dal lato orientale ( ritenuto il più prestigioso ) fu spostata a quello meridionale.
In questa porta, la capacità dimostrata dall'artista di cogliere la natura spirituale del soggetto fa di lui uno dei massimi maestri dell'arte occidentale.

Firenze, Il Battistero E Le Porte Del Paradiso

Giorgio Vasari, pittore, architetto e scrittore d'arte vissuto nel sedicesimo secolo, definì la Porta est la più bella opera che si sia vista mai fra gli antichi e moderni, e Michelangelo, molti anni dopo, la trovò degna di figurare all'ingresso del paradiso.
La Porta del Paradiso, capolavoro del Ghiberti, in dieci panelli raffigura scene del Vecchio Testamento, che nelle intenzioni dello scultore devono essere lette da sinistra a destra e dall'alto in basso, come nelle pagine di un grande libro, che in questo caso misura cinque metri per tre
Primo pannello: La creazione di Adamo ed Eva; secondo pannello: Caino ed Abele; terzo pannello: Noé; quarto pannello: Abramo; quinto pannello: Isacco; sesto pannello: Giuseppe; settimo pannello: Mosè nell'atto di ricevere le Tavole della Legge; ottavo pannello: Giosuè; nono pannello: David; decimo pannello: Salomone e la regina di Saba
Contorna le due imposte una splendida incorniciatura formata da ventiquattro nicchie con figurette intercalate da ventiquattro tondi con teste.
A sinistra in uno dei tondi il volto del Ghiberti, che si fece l'autoritratto in uno dei tondi della porta.

Firenze, Il Battistero E Le Porte Del Paradiso

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Firenze, Il Battistero E Le Porte Del Paradiso
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione