Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Gibilterra La Porta Del Mediterraneo


3 agosto 2010 ore 15:41   di kekere  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 5709 persone  -  Visualizzazioni: 8944

L'imponente bastione calcareo alto 426 metri domina lo stretto dove l'Atlantico ed il Mediterraneo s'incontrano.
Proiettata in un cielo azzurro privo di nubi, la formidabile massa di roccia grigio-marrone sovrasta uno dei più importanti punti strategici del globo.
Gibilterra, in uno spettacolo indimenticabile, controlla non solo il passaggio est-ovest attraverso l'angusto stretto lungo 23 chilometri percorso ogni mese da 3000 navi, ma anche il flusso nord-sud dei passeggeri e delle merci tra l'Europa e l'Africa.
La Rocca si trova infatti alla confluenza di due continenti, due mari, e due culture.
Quasi inevitabilmente è diventata la fortezza per eccellenza, una fiera cittadella che ha subito non meno di 15 assedi, sopravvivendo a tutti.

Nel corso dei secoli ogni razza ha lasciato un pò del suo carattere e della sua cultura su questo pezzo di terra abbrustolito dalla polvere da sparo, assediato per 8 volte dagli arabi, teatro delle congiure e della morte per fame di nobili spagnoli stretti senza speranza da forze nemiche.
Base dove il generale Dwight Eisenhower diresse la prima fase degli sbarchi alleati in Nordafrica.
Ancora in piedi sono i massicci bastioni e le altre opere fortificate della fortezza, un labirinto di oltre 50 chilometri di gallerie disseminato di vecchi cannoni muti ormai da lungo tempo.
Negli angoli più impensati si può scoprire bocche da fuoco di ghisa incassate nelle mura, camminamenti ombrosi che in origine erano bastioni, e pergole cresciute sulle piazzuole delle antiche batterie.


Perfino il campo da tennis si trova sopra l'ex polveriera nello spiazzo dove sorgeva il palco delle esecuzioni.
Nonostante il suo passato marziale, la Gibilterra attuale ha un aspetto pacifico. Governato dall'Inghilterra, reclamato dalla Spagna, variamente conosciuto come la Rocca, Gib, o la Roca, questo territorio è l'ultima colonia in Europa, una enclave di 30.000 anglofili ferventi pigiati su un arido ed inospitale promontorio largo appena un chilometro e lungo meno di cinque.
La lingua corrente del popolo di Gibilterra è lo llanito, colorita mescolanza di inglese e spagnolo.

Gibilterra La Porta Del Mediterraneo

Sul versante orietale, a circa 240 metri di altezza, e profondamente incassata nella scogliera calcarea, si trova la grotta di San Michele, una serie di caverne sotterranee che oltre 40.000 anni fa furono abitate dai nostri predecessori.
Le grotte, lunghe oltre 76 metri, funsero da magazzino per cibo e munizioni.
Durante la seconda guerra mondiale ospitarono un'ospedale, ed in tempi recenti, grazie alla perfetta acustica del luogo, sono diventate sale da concerto.
Un tratto delle antiche mura moresche segna l'inizio del territorio delle famose bertucce di Gibilterra.
Queste scimmie senza coda sono gli unici esemplari allo stato brado ancora esistenti in Europa, le mascotte della Rocca e le protagoniste di una leggenda secondo la quale il giorno in cui si estingueranno cesserà il dominio britannico su Gibilterra.
L'attività più promettente è il turismo.
Gibilterra dispone già di tre ingredienti essenziali: sole, mare e spiagge.
La Rocca offre una posizione unica , vicina sia alla Spagna che al Nordafrica cui si aggiungono le sue bellezze naturali.
Molti visitatori giungono dalla Spagna per acquistare merci di ogni tipo a prezzi spettacolari.
Navi ed aerei contribuiscono ad aumentare quest'afflusso di turisti da tutte le parti del mondo incluso l'Africa.
Gibilterra ha, quindi, rimesso a nuovo i suoi negozi di Main Street, rinnovato il Casinò, aperto nuovi ristoranti e costruito nuovi centri commerciali.
Ha rinnovato la funicolare e le annesse attrezzature turistiche , ed ha inoltre in programma alberghi di lusso e nuovi approdi per le imbarcazioni da diporto.
Sei volte l'anno, un'ora prima del tramonto, un plotone dell'esercito scortato da una banda militare di ottoni, discende lungo Main Street.
In Casemate Square i soldati eseguono complicate evoluzioni con un gran picchiettare di piedi, saluti, squilli di trombe, salve di cannoni, marce e contromarce.

A questo punto al Governatore vengono consegnate tre antiche chiavi simboliche con la frase di rito: - La Fortezza è ben guardata e tutto va bene -.

Gibilterra La Porta Del Mediterraneo

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Gibilterra La Porta Del Mediterraneo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • diano
    #1 diano

favoloso

Inserito 18 febbraio 2012 ore 20:40
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione