Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Il Gargano Su Due Ruote


7 novembre 2010 ore 17:56   di pk86  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 319 persone  -  Visualizzazioni: 535

Per gli appassionati delle due ruote non può mancare il giro del Gargano. Curve, natura e panorami mozzafiato che rendono unico e piacevole la passeggiata che attraversa il Parco Nazionale del Gargano. Basta appena un giorno per percorrere le principali strade, e creando un vero e proprio 'giro' è possibile partire da qualsiasi località per poi ritrovarsi alla fine al punto di partenza senza aver percorso due volte la stessa strada. Per convenzione partiremo nel nostro viaggio virtuale da San Nicandro Garganico, chiamata "La Porta del Gargano". Inoltre è la prima città che incontriamo quando usciamo dall'autostrada A14, quindi il percorso può rivelarsi utile per chi arriva da lontano.

Con il pieno del serbatoio partiamo dunque per la nostra cavalcata per un totale di quasi 200 km. Ricordiamoci di rispettare i limiti di velocità e se posso darvi un consiglio evitate il mese di agosto, il troppo traffico e il caldo potrebbero rendere il giro molto pesante. Da San Nicandro dunque procediamo verso il mare percorrendo la SP41 arrivando in pochi minuti a Torre Mileto. Da qui costeggeremo sempre il mare, passando per Capoiale e attraversando una grande pineta lunga circa 8 km.


Arriveremo a Lido del Sole e poi saliremo verso Rodi Garganico, dove potremo ammirare il nuovo Porto Turistico. Percorerremo poi il lungo litorale che attraversa San Menaio, per poi proseguire sulla SS89 che attraversa un fitto bosco con bellissime curve. Arriveremo dunque a Peschici e avremo percorso già 60 km circa.

Il Gargano Su Due Ruote

Attraversata Peschici prenderemo la SP52 per dirigerci verso Vieste. Ben 25 chilometri di curve e saliscendi a ridosso del mare che regalano bellissimi panorami. Consiglio vivamente di fermarsi in qualche piazzola di sosta per fare delle foto. Una volta arrivati a Vieste ci troveremo a metà del nostro percorso, quindi possiamo prenderci una pausa per riposarci un pò, fare benzina e magari riempire la pancia.

Dopo esserci riposati proseguiremo sempre sulla stessa strada per dirigerci verso Mattinata. Questa volta saliremo molto di altitudine fino a raggiungere l'apice della montagna per poi scendere a picco 'sul mare'. Se percorrete questa strada d'estate occhio alle auto in sosta lungo la carreggiata e ai bagnanti.

Giunti a Mattinata saliremo verso Monte Sant'Angelo a ridosso della montagna, accorgendoci che ad ogni tornante (non molto fastidiosi) il mare si allontanerà sempre di più. Quasi 20 km sempre in salita. Da evitare sicuramente il passaggio durante le ore più calde, in quanto la strada è priva di zone d'ombra. A Monte Sant'Angelo potremo fare una sosta per visitare la grotta di San Michele.

Il Gargano Su Due Ruote

Imbocchiamo la SP272 in direzione di San Giovanni Rotondo, dove potremo fare una visita al Santuario di San Pio da Pietrelcina. Proseguiamo poi sempre sulla stessa strada in direzione di San Marco in Lamis per poi proseguire, scendendo di quota, verso San Nicandro Garganico. Se la giornata è bella sarà possibile vedere durante la discesa le Isole Tremiti dall'alto.

Abbiamo quindi completato il nostro giro del Gargano!

Articolo scritto da pk86 - Vota questo autore su Facebook:
pk86, autore dell'articolo Il Gargano Su Due Ruote
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione