Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

In Viaggio A Copenaghen


27 marzo 2011 ore 22:43   di Dylan  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 350 persone  -  Visualizzazioni: 561

Parlare della storia di una città, di quello che ha attraversato durante le guerre, della sua particolareggiata ubicazione geografica, è compito della guida turistica. Quello che della città bisogna vivere, oltre ai monumenti, è la città stessa, fatta di strade, di locali, di cibo, di un tetto per dormire (possibilmente) e di gente. Copenaghen è piena di tutto ciò. Iniziamo dai monumenti, che in ogni caso rivestono un ruolo estremamente importante in una città.

Il primo è la Torre di Copenaghen, situata nel Quartiere Latino della città, che comprende l'Osservatorio Astronomico, la Chiesa degli studenti, e la biblioteca universitaria. Secondo monumento consigliato è il Castello di Kronborg, costruito nel 1574 e dal quale, in giornate particolarmente chiare, è possibile vedere la Svezia. Uno dei simboli di Copenaghen e della Danimarca è la Statua della Sirenetta, idea dello scultore Edvard Eriksen ripresa dalle famose fiabe di Andersen. Tra gli altri monumenti e attrazioni, non meno importanti di quelli elencati, si può ricordare: il Museo per l'arte moderna, il Museo Nazionale Danese, la Galleria Nazionale Danese (Statens Museum for Kunst), i Canali, le spiagge, lo zoo e molto altro.


Passiamo alla vita notturna, che interessa principalmente i giovani, magari nel corso di un interrail estivo. La notte di Copenaghen inizia a mezzanotte anche se pub e bar sono colmi dalle ore precedenti. Nei fine settimana estivi i giovani preferiscono ritrovarsi nella zona dello Stroget, ma anche nei bar del centro, dove si può trovare la vera essenza nella città in locali come Carlsberg, Pan o Cafè Rust. Nella ricca alternativa di pub e bar, largo spazio trovano anche discoteche e ristoranti. Tra le discoteche più importanti vanno annoverate Fever, Slide e Nasa (che però è un club privato) oltre al Baron Boltens Gard. Se si desidera una vita più economica, invece, la zona di Nyhavn è quella più raccomandata; quartiere di marinai fino a una ventina di anni fa, oggi è zona di bar e ristoranti. Altra zona da visitare è quella di Christiania, villaggio occupato dai libertari di Copenaghen, in cui i prezzi sono estremamente accessibili.

A Copenaghen giungono anche aerei low-cost che atterrano all'aeroporto di Kastrup, a 8 km da Copenaghen. Raggiungere la città dall'aeroporto è semplice: si può scegliere un comodo taxi, oppure usufruire di un autobus che in 30 minuti e al prezzo di 25.50 corone (3,50 euro) permette di raggiungere la città. Le linee da prendere sono la 12, 30, 36, o la linea 250S che passa ogni dieci minuti. Altro modo per arrivare a Copenaghen è l'aereo che porta all'aeroporto Sturup di Malmo, da dove è possibile prendere un treno che porta al centro della città, fino a raggiungere, in autobus e nel giro di trenta minuti, la stazione di Copenaghen.

Articolo scritto da Dylan - Vota questo autore su Facebook:
Dylan, autore dell'articolo In Viaggio A Copenaghen
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 

Interessante

Inserito 27 marzo 2011 ore 23:51
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione