Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Isola Della Maddalena, Vademecum Per Una Visita Accurata Alle Sue Spiagge


17 aprile 2011 ore 18:38   di LA74  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 432 persone  -  Visualizzazioni: 752

L'Isola della Maddalena si trova a nord della Sardegna e dà il nome all'omonimo arcipelago che, assieme alle altre isole, fa parte del Parco Nazionale dell'Arcipelago della Maddalena dal 1994. E' un'area protetta dove vigono leggi severe ed altrettanto severe multe per chi non le rispetta.

Come arrivare: diversi sono i porti italiani da cui ci si puo' imbarcare, Livorno, Civitavecchia, Savona e Genova, per dirne alcuni. Sardinia ferries, Moby Lines e Grandi Navi Veloci sono le compagnie piu' utilizzate (un tempo anche la Tirrenia) per la traversata, che dura dalle 6 alle 8 ore, a seconda del porto di partenza.


Una volta sbarcati ad Olbia si devono seguire le indicazioni per Palau. Non esistono autostrade e dovete considerare altri 45 minuti di macchina. Da Palau partono traghetti ogni 20/30 minuti per la Maddalena e non occorre la prenotazione. Si arriva al porto e si compra il biglietto.

Dove soggiornare: la Maddalena offre diverse sistemazioni di alloggio, ma la piu' diffusa è sicuramente l'appartamento. Gli hotel presenti sono pochi e sono presenti 3 campeggi. Io consiglio l'appartamento per diversi motivi. Prima di tutto è una soluzione economica piu' dell'hotel e non spartana come alcuni campeggi. Secondo per la libertà di orari. Terzo perchè c'è una vastissima scelta, a differenza delle altre due soluzioni. Per le prenotazioni consiglio il sito Homelidays.com, dove migliaia di privati inseriscono le loro proposte, corredate di foto e valutazioni di altri utenti.

Cosa vedere: chi va alla Maddalena cerca mare, sole e spiagge. Altro non c'è. Il piccolo e grazioso centro, con l'annesso porticciolo turistico di Cala Gavetta sono ottimi per una bella passeggiata serale, per un gelato o un caffè, ma nulla piu'.

Quindi, di seguito presenterò le spiagge dell'isola e le loro caratteristiche.

SPALMATORE: è la spiaggia piu' frequentata dell'isola e una delle poche ad avere le ndicazioni stradali per arrivarci. Si compone di una baia protetta dai forti venti di maestrale (l'unica dell'isola) e alcune calette a fianco. La sabbia è fine e chiara, il mare verde-azzurro. Il parcheggio è comodo, ma sulla strada. Durante i fine settimana è difficile trovar posto. E' presente un bar che noleggia lettini ed ombrelloni a pagamento. Spiaggia adatta ai bambini.

TESTA DI POLPO: si trova nella parte meridionale dell'isola e prende il nome da una grande roccia che ricorda la testa di un polipo. Ci si arriva tramite una strada in parte non asfaltata, in cui consiglio di andare piano. E' un ottima spiaggia per lo snorkelling, ma attenzione se tira vento: è molto esposta. La spiaggia non è grande e non è bellissima, mentre i colori del mare sono superlativi. Non vi sono punti di ristoro e non è attrezzata. Adatta ai bambini.

MONTE D'ARENA: è una bellissima spiaggia che si raggiunge prendendo la strada panoramica che porta a Spalmatore. Ha un parcheggio grande ed un piccolo bar. Si compone di due anse di sabbia dorata a grani medi. Il suo nome deriva proprio da un 'monte' di sabbia su un lato dell'isola. Acqua turchese e pulita è una spiaggia sempre ventilata. Adatta ai bambini. Molto bella e selvaggia.

LO STRANGOLATO: è una spiaggia non troppo ampia che dà su due versanti. Quindi se da una parte il mare è un po' increspato è probabile che da quell'altra non lo sia. Come spiaggia assomiglia molto a Testa di Polpo. Grani medi e mare trasparente. Ci si arriva comodamente prendendo la strada principale in direzione Baia Trinita. Poi si prende il bivio per il camping Abbatoggia. Bisogna percorrere un pezzo di sterrato che conduce al parcheggio vicino alla spiaggia. La trovo particolarmente indicata per i bambini perchè protetta dai venti. Infatti volge a est. Non è attrezzata e non vi sono punti di ristoro.

BAIA TRINITA: la spiaggia piu' bella. Segnalata tramite cartelli stradali, offre anche un parcheggio comodo e la strada per arrivarci è asfaltata. Si compone di tre baie. Sulla piu' grande è presente un bar. Si accede alle spiagge tramite la discesa di alcuni gradini e passerelle in legno. Alle spalle vi sono splendide dune di sabbia fine e chiara, che conferisce al mare un colore turchese e cristallino. E' spesso ventilata. Abbastanza frequentata, non è attrezzata. Adatta ai bambini, ma attenzione alle correnti.

CALA LUNGA: molto suggestiva, è posizionata ad est dell'isola vicino a Porto Massimo. E' una piccola gola circondata da roccia e vegetazione. I colori sono molto intensi. Ci si arriva comodamente ed è adatta ai bambini in quanto protetta dai venti. La spiaggia non è ampia e spesso sono presenti alghe. Non vi sono bar e non è attrezzata.

CALA D'INFERNO: praticamente irraggiungibile a piedi, merita dall'alto per il panorama. Il suo nome deriva dal fatto che, quando tira il vento di maestrale la spiaggia è sferzata con violenza oltre che dal vento anche dal mare.

Dalla Maddalena è possibile spostarsi anche sulle altre isole. Di Caprera parlerò approfonditamente nel mio prossimo articolo, mentre per quanto riguarda le altre isole, accenno qualcosa in questa sede. Innanzitutto in piu' punti lungo la costa è possibile noleggiare gommoni. Il costo varia dagli 80 ai 120 eur al giorno. Si posso guidare anche senza patentino, ma fate molto attenzione alle regole del parco. Mai avvicinarsi a motore acceso entro i 200 metri dalla riva ed i 50 metri a motore spento. Ci sono tante persone che si atteggiano provetti guidatori ed in realtà mettono in pericolo se stessi e gli altri. State attenti.

Nel caso in cui non vi sentiste in grado di guidare un gommone per conto vostro, potete noleggiarne uno con autista, oppure affidarvi alle varie compagnie che organizzano tour organizzati su Spargi, Santa Maria e Budelli. Come saprete la famosissima spiaggia rosa si puo' vedere solo da lontano, ma Budelli offre comunque la bellissima spiaggia del Cavaliere. Su Santa Maria si puo' scendere sull'omonima spiaggia, mentre su Spargi, si puo' visitare la magnifica Cala Corsara o la stupefacente Cala Granara. Qui i colori sfiorano l'incredibile.

Se avete la possibilità, vi consiglio di passare piu' di un giorno su Spargi, che ritengo offra le spiagge piu' belle di tutto l'arcipelago.

Raccomando sempre il massimo rispetto per l'ambiente, che equivale a rispettare noi stessi e gli altri.

Articolo scritto da LA74 - Vota questo autore su Facebook:
LA74, autore dell'articolo Isola Della Maddalena, Vademecum Per Una Visita Accurata Alle Sue Spiagge
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • mary
    #1 mary

brava...continua così...

Inserito 18 aprile 2011 ore 17:30
 
  • Laura
    #2 Laura

Grazie, faro' il mio massimo!!! Laura

Inserito 18 aprile 2011 ore 17:43
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione