Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Cappadocia, Uno Dei Luoghi Più Straordinari Del Mondo


21 marzo 2012 ore 14:35   di spaziovendita  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 1517 persone  -  Visualizzazioni: 2823

Quando, all’inizio del ‘700, un francese di nome Paul Lucas diede alle stampe una relazione dei suoi viaggi nella Turchia centrorientale, i lettori trovarono difficile credergli. Lucas descriveva una strano paesaggio di sogno, dove molti vivevano all’interno di grotte o in abitazioni scavate dentro rocce monolitiche a forma di cono.
Ma Lucas non aveva lavorato di fantasia. Aveva davvero visitato la Cappadocia, un’antica regione dallo stupefacente paesaggio lunare, 130km quadrati di guglie di roccia, a sudest di Ankara. Uno dei luoghi più straordinari del mondo.

Qui, in particolare nella zona attorno alle città di Goereme, Urgup, Nevsehir e Avanos, la tenera pietra vulcanica è stata scolpita e levigata dalla forza dell’erosione.
Il risultato è un mondo fantasmagorico di rocce simili a piramidi, torri, pinnacoli, minareti e coni, che si protendono nel cielo azzurro.
In certi punti le rocce si stringono insieme come i padiglioni di pietra di un esercito invasore. Altre sono così lisce e tondeggianti che paiono cumuli di neve portati dal vento, o castelli di sabbia disciolti dal montare della marea. Le valli di pietra sono soffuse di sottili sfumature di colore, bianco panna, rosso mattone e grigio cenere, che si accendono nel fulgore rosato dell’aurora e del tramonto. Le formazioni rocciose sono così bizzarre che Paul Lucas pensò fossero opera dell’uomo, non della natura.


La storia geologica della Cappadocia della Cappadocia ebbe inizio milioni di anni fa, quando i due grandi vulcani della regione, lo Hasan e l’Erciyas, entrarono in eruzione. Dai crateri infuocati si riversarono fiumane di lava e nuvole di cenere e polveri, che coprirono tutta la regione circostante e alla fine si trasformarono in tufo, una roccia chiara e molto tenera.
Poi, col passare del tempo, fiumi e correnti impetuosi scavarono una rete di gole, di burroni e di valli. Infine l’erosione sgretolò la pietra fino a creare la fantasmagoria di pinnacoli che vediamo oggi, la cui forma capricciosa è dovuta alla presenza dei ‘cappucci’ di duro basalto.

La Cappadocia, Uno Dei Luoghi Più Straordinari Del Mondo

La Cappadocia, Uno Dei Luoghi Più Straordinari Del Mondo

Fin dai primordi, gli abitanti della Cappadocia hanno scavato nei coni e nelle rupe di tufo veri alveari di stanze, per la vita quotidiana e per il culto.
Fu però nel IV secolo d.C. che i cristiani greci, seguendo l’esortazione di san Basilio, vescovo di Cesarea (l’odierna Kayseri) e padre del monachesimo orientale, cominciarono a ricavarne eremitaggi e piccoli monasteri. Da questi si svilupparono le famose chiese scavate nella roccia. Nel corso dei secoli, le comunità cristiane continuarono a crescere, finchè nel XIII secolo le chiese raggiunsero il numero di trecento.
La chiesa più famosa è situata nella valle di Goreme, poche miglia a nord di Urgup. Qui, nel ‘Museo all’Aperto’, un anfiteatro di rocce irregolari è punteggiato dalle buie cavità delle porte e delle finestre. All’interno, si celano piccole chiese e monasteri con refettori, cucine e magazzini.
I costruttori imitarono l’architettura interna delle chiese in muratura e nella pietra tenera scolpirono cupole, absidi, volte a botte, colonne, archi e persino tavoli e banchi.

La Cappadocia, Uno Dei Luoghi Più Straordinari Del Mondo

Le pareti interne delle chiese sono coperte da affreschi bizantini, estremamente variati. In alcuni casi si tratta di semplici disegni geometrici color ruggine, tracciati direttamente sulla roccia. Altri, specialmente dal X secolo in poi, sono vivaci rappresentazioni di scene del Nuovo Testamento e ritratti di santi, dipinti sull’intonaco in blu, rosso, verde e bianco.
Particolarmente notevoli sono Elmali Kilise (Chiesa del Melo), dove parte dell’intonaco dipinto si è staccato, rivelando i semplici monocromi di un’epoca precedente; la Ylanli Kilise (Chiesa del Serpente), famosa per un affresco raffigurante san Giorgio a cavallo, nell’atto di trafiggere un drago simile a un serpente; la Karanlik Kilise (Chiesa Buia), i cui affreschi sono rimasti vividi e brillanti perché pochissima luce riesce a penetrare all’interno.

La Cappadocia, Uno Dei Luoghi Più Straordinari Del Mondo

Nel XIV secolo le comunità cristiane cominciarono a decadere, nonostante convivessero pacificamente con i Turchi, padroni della Cappadocia, che dal punto di vista religioso erano tolleranti. Ma fu soltanto nel 1922, quando la minoranza greca della popolazione venne espulsa dalla Turchia, che sedici secoli di cristianesimo giunsero alla fine e le chiese rupestri vennero abbandonate. I coni continuavano però ad essere usati dagli abitanti del posto. I visitatori della regione possono ancora farsi un’idea di quella che doveva la vita di una "nuvola dalle tenui ombre verdi e gialle, ma fatta di roccia", come la descriveva all’inizio del secolo il viaggiatore inglese W.J. Childs.

Articolo scritto da spaziovendita - Vota questo autore su Facebook:
spaziovendita, autore dell'articolo La Cappadocia, Uno Dei Luoghi Più Straordinari Del Mondo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • Gianni
    #1 Gianni

Che gran bel posto, grazie!

Inserito 22 marzo 2012 ore 16:05
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione