Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Dordogna Fra Tartufi E Paté De Foie Gras


23 settembre 2010 ore 21:12   di kekere  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 443 persone  -  Visualizzazioni: 771

Il fiume che dà nome e vita a questa fertile regione non è certo il più lungo di Francia, ma nemmeno l'aristocratica Loira può competere con la Dordogna per la varietà del suo corso, attraverso le antiche contee francesi del Périgord e del Querry.

La Dordogna ha orgine dalla confluenza di due torrentelli, il Dore ed il Dogne, ai piedi del Puy de Sancy, il picco più alto del Massiccio Centrale: per circa 500 chilometri il fiume scorre verso sud-ovest attraverso mezza Francia, per gettarsi nella Garonna nei pressi di Bordeaux.


La valle della Dordogna è il logo ideale per chi ama andare a zonzo senza affrettarsi: la gente è aperta e cordiale e si ferma volentieri a fare quattro chiacchiere per raccontare la storia della propria terra.

La Dordogna Fra Tartufi E Paté De Foie Gras

Se ci si spinge per i villaggi inondati dal sole si rimane incantati per ore semplicemente a guardare, perdendo la nozione del tempo: e quando è l'ora di fare uno spuntino si può gustare la cucina locale.

La cucina del Périgord è speciale, e per molte ragioni.
Prima di tutto in questa zona è allevata una varietà d'oca il cui grasso, dorato e profumatissimo, viene usato dai cuochi del luogo invece dell'olio e del burro. L'oca amorevolmente supernutrita, sviluppa un fegato di dimensioni straordinarie che viene poi trasformato, secondo antiche ricette, in patè de foie gras, uno dei cibi più raffinati del mondo.
Il patè del Périgord deve il suo aroma particolare ai tartufi, la seconda specialità della regione.
Simile ad un nero, rotondo fungo sotterraneo,, il tartufo viene misteriosamnte prodotto da una malattia delle radici di certe piante, soprattutto querce.

Oggi, data la scarsità di querce rimaste, i tartufi sono sempre più rari e preziosi.
Per scovarli si usano cani e maiali particolarmente addestrati: anche le mosche servono a questo scopo, se vedete danzare le mosche sotto ad una quercia sicuramente sotto c'è un profumatissimo tartufo.
Il terzo dono di questa regione è il Monbazillac, uno dei più antichi vini francesi da dessert.
Questo vino viene prodotto presso Bergerac da uva bianca vendemiata solo dopo che un microrganismo, molto simile alla muffa, ha forato gli acini determinando così la concentrazione degli zuccheri ( la cosidetta pourriture noble, cioè fermentazione nobile ) e invece di panna e zucchero.
Nel Périgord lo bevono freddissimo, servito con patè de foie gras, o versato sulle fragole selvatiche invece di panna e zucchero.

La regione è ricca di meraviglie naturali e compiute dall'uomo, ma ancora una volta tre sono particolarmente degne di nota.
La prima è opera di Dio: la valle stessa della Dordogna.

La Dordogna Fra Tartufi E Paté De Foie Gras

La seconda è il Gouffre ( voragine ) de Padirac, creato, secondo la leggenda, dal diavolo in persona.
Un giorno satana incontrò San Martino e per burla si offri di cedergli il suo sacco di anime di dannati se il mulo del santo avesse superato un ostacolo. Martino accettò.
Il diavolo batte con forza il suo piede caprino per terra ed una immensa voragine si spalancò nel suolo. - Saltala se sei capace -, gli gridò in tono di sfida.
Senza scomporsi, San Martino spronò il suo mulo e questi superò miraclosamente l'abisso.
La terza meraviglia della regione è Rocamadour, che le guide turistiche della Francia stimano inferiore solo al Mont-Saint-Michel.
Nel Medioevo Rocamadour era famosa per i miracoli che vi accadevano e la campana del IV secolo della cappella della Vergine ne dava ogni volta annucio mettendosi a suonare spontaneamente.
Pellegrini giungevano in quel luogo da ogni dove e a volte nella vallata se ne accampavano sino a 30.000
La Dordogna è una regione interessante per tutti: intenditori d'arte, amanti della natura, buongustai, sportivi e girovaghi.

La Dordogna Fra Tartufi E Paté De Foie Gras

Soprattutto è la lampada di Aladino per gli studiosi di preistoria.
Le pareti rocciose lungo il Vézère, uno degli affluenti più incantevole della Dordogna, sono ricche di tracce lasciate dagli uomini primitivi.

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo La Dordogna Fra Tartufi E Paté De Foie Gras
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione