Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

La Ryanair Sull' Orlo Del Fallimento?


9 marzo 2010 ore 14:39   di Laurissima  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 991 persone  -  Visualizzazioni: 1716

La compagnia aerea irlandese Ryanair è stata la prima a lanciare sul mercato europeo i cosidetti voli low cost con prezzi stracciatissimi volti a contrastare la costosa egemonia delle compagnie aeree di bandiera.
Per abbassare i prezzi Ryanair ha adottato una strategia commerciale basata su alcuni pilastri, tra i quali: partenze da aeroporti secondari, come quello di Bergamo Orio al Serio o di Ciampino, eliminazione dei servizi di catering a bordo e vendita diretta al cliente tramite sito web.

Grazie a questi accorgimenti milioni di persone hanno potute acquistare voli aerei al prezzo di un biglietto dell'autobus: 1 o 2 euro, a volte anche tasse incluse!
Ma un simile politica commerciale che effetti può avere sul lungo periodo?
Di certo qualche cosa negli ultimi mesi è cambiato e la sensazione, sempre più diffusa, è che i conti non tornino più...
Ecco alcuni esempi: supplemento per il bagaglio a stiva che viene fatto pagare profumatamente ben 34 euro (per un peso fino a 15kg), check in on line obbligatorio e, per chi se lo dimentica e si presenta in aeroporto per effettuare la procedure, supplemento di 40 euro.


E poi ancora progetti per aumentare il numero di posti disponibili sugli aeromobili, posti in piedi e anche bagni a pagamento da utilizzare solo dietro inserimento di monetina da 1 sterlina o 1 euro.
E infine il sito della compagnia dove da qualche tempo compaiono gli annunci di Google Adsense. Questo significa che mentre un utente sta richiedendo il preventivo per un volo oppure sta procedendo con la prenotazione, sul sito vengono visualizzati gli annunci di altre compagnie aeree e offerte di siti dove prenotare voli low cost...ovviamente anche di altre compagnie.

Tutto questo dà purtroppo l'idea di una compagnia poco seria e la domanda è: ma quanto può essere messo male il bilancio di Ryanair per arrivare ad iscriversi al programma di Google Adsense per la pubblicazione di inserzioni pubblicitarie, tra l'altro da parte dei suoi diretti concorrenti?

Pura e semplice politica low cost (ma proprio low low cost) o rischio di fallimento nell'aria?

Articolo scritto da Laurissima - Vota questo autore su Facebook:
Laurissima, autore dell'articolo La Ryanair Sull' Orlo Del Fallimento?
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • andrea
    #1 andrea

purtoppo non ho la possibilità di visionare il vero bilancio della ryanair,posso solo riportare il mio pensiero in base alla mia esperienza di oltre 25 voli effettuati negli ultimi 5 anni.Insieme alla Wizz Air è l unica compagnia veramente low cost.Raramente ho speso più di 10 euro per un volo (tasse e supplementi inclusi),spesso ho viaggiato ad 1 euro o 1 centesimo di euro!!!! Certo,son d'accordo che non sia per tutti,bisogna conoscere le condizioni e sapersi adattare per spendere il meno possibile,quindi tenere d occhio le offerte e scegliere in base a quelle la meta,senza tentennamenti,le offerte migliori durano poco..L introduzione della tassa sul bagaglio da stiva non è un problema (sono 30 euro su tratta A/R e non 34).io viaggio ormai sempre e solo col bagaglio a mano (e non mi faccio mancare niente),di solito nemmeno arrivo al limite di 10 kg..ma son sicuro che a qualcuno non ne basterebbero 50 di kg!! Poi la tassa sul bagaglio da stiva è stata introdotta da tutte le principali compaglie low cost..non mi sembra un parametro per valutare se la compagnia stia fallendo o meno. Ryanair offre la possibilità di viaggiare in aereo quasi gratis..a chi si adatta alle sue condizioni,è ovvio che se tutti facessero come me,sarebbe fallita già da un pezzo..ma per fortuna,c è sempre chi vuole partire solo in date ed orari fissati e comodi,portarsi dietro tutto il suo guardaroba anche se sta via 5 giorni,che vuole salire per primo (e paga anche per questo!).per quanto riguarda la pubblicità sul suo sito,tra i vari banner non ho ancora visto uno che pubblicizzava altre compagnie aeree.. Sono pure daccordo sul farmi un paio d ore in piedi in aereo se viaggio praticamente gratis...in fondo più di una volta ho fatto ore in piedi su treni sporchi e pieni di gente pagando non poco il biglietto (grazie Trenitalia!).Concludo dicendo che se non fosse per le compagnie aeree low cost i voli sarebbero ancora un opzione disponile per pochi eletti con alto budget.

Inserito 20 maggio 2010 ore 00:53
 
  • Riccardo
    #2 Riccardo

Appunto ha ragione andrea perchè ryanair ha permesso anche ai poveri di volare e così facendo alleluja i treni sono meno affollati... Se ti fa pagare un biglietto anche 30 euro c'è da lamentarsi se per il bagaglio da stiva aggiungi altri 30 euro A/R? con 60 euro fai un viaggio andata e ritorno per qualsiasi destinazione europea... Trenitalia Roma-Firenze in intercity A/R 56 euro... Cosa si lamenta a fare la gente non si sa...

Inserito 2 luglio 2010 ore 00:19
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione