Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Lingueglietta


19 dicembre 2015 ore 01:00   di AbbyGrant  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 385 persone  -  Visualizzazioni: 570

Il borgo di Lingueglietta, frazione del comune di Cipressa (Imperia) porta seco origini medievali. Origini datate nell'anno 1153. Il borgo che oggi rientra nel circuito dei borghi più belli d'Italia fu legato per investitura feudale alla famiglia dalla quale prese l'antico nome "Vinguillia". Mantiene nel corso dei secoli una precaria indipendenza da Genova. Importante il suo affiancamento alla città madre nella battaglia della Meloria. Lingueglietta porta il suo contributo con sessantanove marinai e quattro nocchieri.

Lingueglietta domina dall'alto della collina un paesaggio spettacolare. I monti incorniciano le case arroccate le une sulle altre..e l'occhio si perde all'orizzonte del mare blu. Sono sei i chilometri da percorrore in salita dalla Via Aurelia per raggiungere la frazione. Le curve si susseguono e scoprono piano piano il paesino ben nascosto fra i sassi liguri che odora di alberi di ulivo e di legna bruciata nella stufa. I carrugi si intersecano e il silenzio sovrasta ogni rumore.


Il borgo medievale ha conservato intatto il suo nucleo. La chiesa fortezza di San Pietro del duecento sovrasta la vallata. Dimostrazione della sua ubicazione storica l'abside romanica della costruzione. San Pietro è la quarta delle cinque chiese fortificate in tutta Italia. Trasformata in fortino nel cinquecento per far fronte alle incursioni barbaresche che insidiavano le coste Liguri.

Lingueglietta

Vagabondando nei vicoli bui anche di giorno quando il sole è alto, si incontrano tre orologi solari ornare alcune pareti. Uno che in origine era un quadrante a ore italiche dipinto sui muri di una casa disabitata. Si legge ancora la data, 1818. Un secondo quadrante a ore francesi sbiadito la cui data è stata onerosamente cancellata dal tempo e un terzo quadrante, sempre a ore francesi, disegnato sulla facciata della chiesa in piazza Don Vittorio De Andreis. Parroco e martire del borgo.

Lingueglietta

La storia narra che il sedici dicembre del 1944 il parroco viene fucilato insieme a Don Pietro Carli, un curato del vicino borgo di Torre Paponi, con l'accusa di aver suonato le campane per avvertire la popolazione di un imminenete rastrellamento.
Sulla stessa piazza le rovine del castello del conte Lengueglia.
La leggenda narra che dai sotterranei del castello partivano cunicoli sotterranei
La loro destinazione era la chiesa fortezza.
Ottimi nascondigli paralleli.
Coperti dai carrugi.
Silenzioni e taciturni.

Lingueglietta

Nel borgo oggi datato 2015 abitano una manciata di persone, nascoste nei carrugi ..che hanno imparato l'arte di confondersi con la tranquillità.

Lingueglietta

Articolo scritto da AbbyGrant - Vota questo autore su Facebook:
AbbyGrant, autore dell'articolo Lingueglietta
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione