Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Manhattan Splendida E Nevrotica Isola


22 agosto 2010 ore 07:21   di kekere  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 493 persone  -  Visualizzazioni: 858

Manhattan ormai non è più l'unico centro urbano ad essersi sviluppato in altezza: ci sono metropoli con grattacieli più numerosi e più alti, ma nessuna riesce ad eguagliare la linea imponente e compatta dei suoi grattacieli.
Manhattan è un gigantesco caos, una fantasmagorica accozzaglia di luci e di ombre, interrotta da desolate aree occupate dai bassifondi e dalle ruspe che abbattono interi isolati: è insomma il più alto monumento eretto in omaggio a quell'istinto elementare nell'uomo di entrare nella mischia a pari livello di dignità.

Camminare la mattina verso Battery Park stranamente isolato ed aperto, dove giunge ovattato il suono delle sirene.
Due o tre vagabondi, coperti di stracci e giornali, dormono sdraiati sulle panchine del parco.
Appena la nebbia si alza, accade una cosa fantastica: appare l'ampia insenatura della baia, e la statua della Libertà emerge inaspettata sul suo piedistallo.
Manhattan è l'unica città a dare l'impressione di essere sull'orlo di un esaurimento nervoso collettivo.
Il ritmo frenetico, il rumore costante, le grida senza significato, il borbottio osceno: sono comportamenti tipici dell'isola.
Poichè sono costretti su un'isola lunga 20 chilometri e larga quattro nel punto più ampio, non c'è da meravigliarsi se gli abitanti di Manhattan si muovono incessantemente come forsennati.


Nessun altro luogo al mondo è altrettanto sensibile ai cambiamenti delle mode, alle imposizioni dei critici, degli snob e degli arbitri del gusto.
Un èlite di personaggi molto in vista domina le cronache mondane e regna nei vari salotti; nei locali e nei ristoranti alla moda si vedono sempre le stesse face.
E' la metropoli di tutti.
Non c'è nazione che non abbia dato qualcosa di sè a Manhattan, da un modo di dire ad un tipo di pane.
Qualche volta però si stenta a ricordare che è una delle città più potenti della terra, e questo perchè, per certi versi, è stranamente provinciale.
Il New York Times è per metà quotidiano attento ai grandi avvenimenti internazionali, e per metà bollettino di parrocchia che da ampio spazio ai necrologi di personaggi localmente importanti ed ai pettegolezzi che circolano sul fidanzamento di Miss Tal dei tali con Mr. Edward Twistletoe III.

Manhattan Splendida E Nevrotica Isola

Pur essendo Manhattan la quintessenza di una metropoli, i suoi crucci sono splendidamente a misura d'uomo.
Nell'isola non ci sono molte industrie, e poche sono le fabbriche che scaricano nell'aria i loro fumi.
Questa è una città con preoccupazioni più complicate, una città di speculatori e pubblicitari, agenti e mediatori, selezionatori di personale ed intermediari.
Quì si accumulano fortune e si deventa famosi.
Nell'isola confluisce tutto; ma è difficile che qualcosa ne esca.
Un tempo era la porta aperta sul nuovo mondo, e ospitava profughi, avventurieri, idealisti e malviventi che venivano da ogni parte del mondo.
Il Rockefeller Center rappresenta bene questo spirito.
All'architetto Raymond Hood, uno dei progettisti della sua struttura centrale, l'edificio della RCA, un giorno qualcuno rammentò che era arrivato a Manhattan con il dichiarato propositodi diventare il più grande architetto di New York. Così fù.
Nella maggior parte delle città europee non esistono più i quartieri degli artisti.
A Manhattan invece la vita bohèmienne è ancora viva.
In questa città di vie eleganti e caffè, è facile stabilire contatti umani, occasionali e platonici; nessun giovane artista si sente a lungo isolato ed ignorato; nessuna ambizione sembra troppo irragionevole.
Manhattan probabilmente ospita un buon numero di falsi artisti: ma, nascosti nelle soffitte, in modeste pensioncine, in case ristrutturate, miriadi di veri artisti ed artigiani lavorano sodo, incuranti delle varie tendenze artistiche e sprezzanti di ogni messinscena.
La domenica mattina, il circo all'aperto di Washington Square - da cui si passa per accedere al Greenwich Village - dove musicisti ambulanti e giocolieri fanno a gara per conquistarsi l'attenzione del pubblico, oratori improvvisati, giocatori di scacchi e vagabondi senza arte nè parte.
Oggi Manhattan si sente forse un pò superata.
La titanica città si è resa conto che in fondo non è vero che tutto è possibile.

Manhattan Splendida E Nevrotica Isola

Se la città ha perso la capacità di sorprendere, ha di certo acquistato il potere di affascinare
Naturalmente, a Manhattan ed in tutta New York esistono fenomeni spaventosi.
La violenza è una piaga gravissima, che condiziona la vita di centinaia di migliaia di persone e rende pericolosi interi quartieri.
C'è da dire però che non esiste al mondo polizia più efficiente che quella di New York; sicuramente non si risparmiano, ed i responsabili capi di polizia possono andare fieri dei loro subalterni.
Malgrado tutto, a Manhattan il cui nome evoca cose come aggressione a scopo di rapina, furti, omicidi, pressioni intollerabili, depravazione inacettabile: con il passare degli anni è diventata veramente la metropoli più genuinamente civile della terra.
Questa è la differenza tra Nuovo Mondo e Vecchio Mondo: il Nuovo ha sempre accettato l'immigrazione di tutte le etnie, il Vecchio le ha sempre rifiutate anzi le ha respinte dichiaratamente solo all'insegna del buon vivere e della tranquillità sociale, che è sinonimo di assopimento civile.
A New York, più che altrove, l'uomo ha compiuto i maggiori progressi della sua storia forse proprio perchè ha sempre accettato il mondo per quello che è, un insieme di uomini di varia estrazione.

Manhattan - New York

Comprato dagli indiani in cambio di oggetti e cianfrusaglie che valevano 24 dollari allora, questo blocco di roccia costiera proteso sull'Atlantico, in poco più di 250 anni, è diventato nel bene o nel male la rampa di lancio della civiltà occidentale.

Manhattan Splendida E Nevrotica Isola

Articolo scritto da kekere - Vota questo autore su Facebook:
kekere, autore dell'articolo Manhattan Splendida E Nevrotica Isola
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione