Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Museo Cammarata Villa Delle Meraviglie A Piazza Armerina


26 settembre 2010 ore 14:21   di Luckystar74  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 785 persone  -  Visualizzazioni: 1579

Il museo Cammarata, detto Villa delle Meraviglie, si trova nei pressi della cittadina di Piazza Armerina, in provincia di Enna, e dista dalla Villa del Casale circa 500m, in c.da Casale. Poco noto rispetto alla ben più famosa villa romana che conserva ancora intatti i magnifici mosaici conosciuti in tutto il mondo, questo museo conserva un piccolo tesoro d'arte e d'architettura.

Innanzi tutto la villa museo è un notevole esempio di architettura settecentesca, costruita con pietra del luogo e ingentilita da un parco circostante ricco di fontane e piante di ogni genere. Il feudo del Casale apparteneva, sin dal medioevo, alla famiglia Cammarata Bonifacio. Dalla fine del ‘700 iniziò a Piazza Armerina la costruzione di nuove ville che venivano edificate in siti ricchi d’acqua e confinanti con le vie di comunicazione più importanti.


Nei giardini della zona abbondavano piante e vari alberi da frutto, tali da garantire, in ogni mese dell’anno, fiori e profumi intorno alla casa e a favorire lo stanziamento di uccelli di tutte le specie. Il territorio ricco di sorgive forniva l'acqua, che giunge ancora oggi per caduta sino all’interno della casa.
I criteri per la scelta del sito e la costruzione della villa Cammarata sono identici a quelli applicati dai Romani per situare l’attuale Villa del Casale.
Edificata come luogo di villeggiatura, la villa fu scelta come dimora ospitale da Ferdinando IV di Borbone, in occasione della sua visita alla città di Piazza Armerina divenuta sottointendenza di Caltanissetta.

Museo Cammarata Villa Delle Meraviglie A Piazza Armerina

Fin dalla seconda metà del Settecento i membri della Famiglia Cammarata si distinsero per il loro amore per la cultura.
Enzo Cammarata da circa trent’anni, spinto da una profonda passione per l’arte, è riuscito a mettere insieme una importante e diversificata collezione di oggetti e arredi d’epoca.
Gli oggetti di famiglia, tramandati da generazioni e legati in particolare alla vita dell’antenato Domenico Cammarata, erudito piazzese della metà del XIX secolo, hanno costituito la base ideale su cui ricostruire la collezione esposta nelle sale della Villa.

Una volta entrati si viene accolti da una gentile signorina addetta alla cassa (il biglietto d'ingresso è di 4euro, ridotto 2euro) che distribuisce anche una brochure con i dettagli dei maggiori reperti esposti nelle sale del museo. Per il resto si è liberi di circolare per il museo in tutta tranquillità e con la possibilità di scattare qualche foto.
Il museo si articola in due piani e conserva ancora quasi intatta la struttura abitativa interna delle varie stanze ( in tutto 13).
La collezione è molto varia e comprende arredi, maioliche, e reperti archeologici provenienti da altre collezioni antiche appartenenti a culture non solo siciliane, ma che hanno avuto comunque a che fare con la Sicilia.

Ci sono mobili risalenti al periodo Rinascimentale sino al Neoclassico della seconda metà dell’800, sculture di epoca romana ed anche tutte le riproduzioni, prodotte nel '700 e '800, di sculture di antiche opere d’arte greca, ceramiche ed intarsi su ardesia di periodo borbonico, riproducenti scene tipiche dei vasi dell’antica Grecia.
Oltre a orologi con sculture che riproducono divinità e dipinti che riportano agli antichi miti greci, come quello raffigurante “La strage dei Niobidi, e ancora micromosaici incastonati in lastre con marmi e pietre dure raffiguranti paesaggi di Roma e di Venezia, una testa raffigurante uno dei Reali Aragonesi di Francesco Laurana.
Ma uno degli oggetti di maggior pregio esposti è una statua cinquecentesca di Ercole bambino, probabile opera di Michelangelo, tuttora in fase di studio per la sua attribuzione.

Museo Cammarata Villa Delle Meraviglie A Piazza Armerina

Sono esposte anche collezioni di minerali, di conchiglie, di marmi e pietre dure, di oggetti di uso comune con raffinati intarsi in legno, di oggetti di arte orientale, di pitture varie, tra cui gli antenati di famiglia, comprese tra il '600 e '800. Un'intera sala è dedicata alle maioliche che risalgono dall’Alto Medioevo, al Basso Medioevo ed al Rinascimento, fino alle terrecotte di Bongiovanni Vaccaro e alle Maioliche di Caltagirone dell’800.
Il piano superiore conserva ancora intatte due camere con gli arredi originali della famiglia: una camera da letto e una saletta da pranzo, compresi di suppellettili e oggetti di uso comune.

Un museo non convenzionale racchiuso in uno scrigno di rara bellezza.

Articolo scritto da Luckystar74 - Vota questo autore su Facebook:
Luckystar74, autore dell'articolo Museo Cammarata Villa Delle Meraviglie A Piazza Armerina
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione