Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Napoli E Lo Splendore Della Sua Arte Barocca


28 febbraio 2010 ore 17:56   di Barbersita  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 279 persone  -  Visualizzazioni: 660

La città partenopea ospita sei grandissime mostre sull'arte barocca. Motivo in più per regalarsi una passeggiata da Palazzo Reale a Castel Sant'Elmo. E scoprire panorami unici al mondo. Passionale e generosa, sfacciata e suadente, Napoli , città barocca per eccellenza, dove drammatizzazione sono nel Dna di ogni abitante.

Fino all'11 aprile sei monumentali esposizioni raccolgono 500 opere, tra dipinti, disegni, sculture, arredi, gioielli e ceramiche. Le location sono tra quelle che ogni turista in trasferta sotto il Vesuvio non si perderebbe mai: Palazzo Reale, il Museo di Capodimonte, la Certosa e il Museo di San Martino, Castel Sant'Elmo, il Museo Duca di Martina e la splendida casa-museo Pignatelli. Il tour della Napoli superstar si fa a piedi.


Si parte da Piazza Plebiscito, teatro di feste e concerti all'aperto, su cui si affaccia Palazzo Reale, residenza dei Borboni durante il Regno delle due Sicilie. Si punta poi verso il mare e all'altezza di Castel dell'Ovo, che per età e rigore architettonico osserva con distacco i giovani rivali barocchi, ci si dirige verso la Riviera di Chiaia. Nell'elegante via che la scrittrice Mary Shelley scelse per ambientare la nascita di Frankenstein si trova Villa Pignatelli: questa splendida dimora, progettata al centro di un romantico giardino, ospita mostra Natura in Posa.

I tanti quadri esposti celebrano il Barocco più verde. La tappa successiva è al Museo nazionale della Ceramica Duca di Martina: tra dipinti, mobili, maioliche,argenti, vetri, cere colorate e porcellane di Capodimonte, qui va in scena il meglio dell'abilità e della creatività degli artigiani partenopei. In vetta alla collina del Vomero sorgono uno accanto all'altra Castel Sant'Elmo e la Certosa di San Martino.Nella fortezza di aspetto medievale, si ammira una raccolta di dipintie oggetti di culto di epoca barocca restaurata negli ultimi 20 anni e per la prima volta visibili al grande pubblico. Per finire il Duomo di Napoli con la Cappella, che accoglie le reliquie e il sangue del patrono partenopeo, è anche uno dei più straordinari esempi del Barocco seicentesco napoletano per la quantità di marmi pregiati, per le sculture, gli argenti lavorati e il gran numero di pitture e di affreschi di maestri dell'epoca.

E quindi vedi Napoli e poi..... ci torni.

Articolo scritto da Barbersita - Vota questo autore su Facebook:
Barbersita, autore dell'articolo Napoli E Lo Splendore Della Sua  Arte Barocca
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione