Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

I Nuraghi Della Sardegna: Itinerari Alternativi


13 luglio 2010 ore 20:25   di abbabula  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 4354 persone  -  Visualizzazioni: 7859

Questo è il primo di una serie di articoli finalizzati a stimolare la conoscenza della Sardegna, isola rinomata soprattutto per le sue coste, attraverso la proposizione di una serie di itinerari monotematici.

L'esordio non poteve che essere dedicato al nuraghe, munumento simbolo di questa terra. In tutta l'isola si contano più di 7000 di questi edifici. Non tutti sono giunti a noi in ottime condizioni, ma alcuni, considerata anche l'epoca della loro costruzione (intorno al 1700 a.C.), sono veramente imponenti.


La radice "nur", da cui deriva la parola nuraghe, è ancora oggi molto diffusa nella toponomastica della Sardegna e si può tradurre come mucchio cavo.

Non si pretende sicuramente di fare, con queste poche righe, un elenco esaustivo, ma i quattro nuraghi che andiamo ad citare sono sicuramente fra i più suggestivi e rappresentativi.

Il più famoso, tanto da essere patrimonio dell'umanità UNESCO, è sicuramente la reggia nuragica di Barumini (Latitudine 39.705948 N - Longitudine 8.990482 E). Si trova a circa 20 Km dalla Strada Statale 131 (al Km 41) , arteria principale della regione. Non si tratta di un nuraghe singolo ma quadrilobato (torre centrale più 4 torri laterali) circondato da un villaggio. Utilizzato per circa 2000 anni fino all'epoca romana.

I Nuraghi Della Sardegna: Itinerari Alternativi

I Nuraghi Della Sardegna: Itinerari Alternativi

Nuraghe Arrubiu  è invece sito nel comune di Orroli, ed è l'unico pentalobato, circondato da una vasta cinta muraria lungo la quale si contano altre 17 torri. La parola arrubiu in sardo significa rosso ed in questo caso sta ad indicare la caratteristica colorazione conferita al monumento dai licheni che lo ricoprono.

A poche centinaia di metri dalla Statale 131, all'altezza del Km 123, nel comune di Abbasanta, si trova il Nuraghe Losa, costruito con grossi massi in basalto, trilobato, circondato anch'esso da un vasto villaggio.

Spostandosi più a nord, anche qui a poca distanza dalla Statale 131, in comune di Torralba, si trova il Nuraghe Santu Antine, anche questo polilobato, il cui nome sardo "Sa domo de su Re" (La casa del re) indica l'importanza rivestita, nell'epoca del massimo splendore, da questo monumento.

Tutti i nuraghi elencati sono visitabili a pagamento con accompagnamento da parte di guide locali.

Articolo scritto da abbabula - Vota questo autore su Facebook:
abbabula, autore dell'articolo I Nuraghi Della Sardegna: Itinerari Alternativi
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione