Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Pian Di Spagna: Una Riserva Naturale Di Incredibile Bellezza


14 novembre 2009 ore 09:57   di PaidToWrite  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 616 persone  -  Visualizzazioni: 1706

A nord del lago di Como, tra le foci dell'Adda e del Mera, si estende una zona caratterizzata da acque basse, stagni e canneti anche se non vi è la vicinanza del mare: è il "Pian di Spagna", un'oasi naturalistica che affascina il turista o il visitatore che incappa nella sua vista.

Il Pian di Spagna è un’area prevalentemente pianeggiante posta tra i fiumi Adda e Mera, l’estremità nordorientale del Lario, il Lago di Mezzola e l’imbocco delle due principali valli della zona, la Valtellina e la Valchiavenna. L’area è condivisa dalle province di Como e Sondrio. Caratterizzato dalla varietà di paesaggi, tra i quali spiccano quello agricolo e quello umido, è famoso per la sua ricchezza ornitologica.


La presenza di ampi spazi coltivati, dei quali molti a sfalcio, di boschi sparsi, oltre che di vari e ricchi corsi d’acqua, infatti, unita alla posizione strategica su una delle principali rotte migratorie alpine e prealpine, favorisce la presenza di innumerevoli uccelli, soprattutto durante la primavera, l’autunno e l’inverno. Per questo motivo nel 1983 è stata istituita una riserva, denominata Riserva Naturale del Pian di Spagna e Lago di Mezzola e gestita da un consorzio.

La Riserva del Pian di Spagna e Lago di Mezzola si estende per 1586 ettari. Prevalentemente pianeggiante, si trova a circa 200 m s.l.m. e comprende una piccola parte del Lario, un breve tratto dei fiumi Adda e Mera, dove la navigazione è consentita ma limitata nella velocità, una parte del Lago di Mezzola e il terreno compreso tra questi corsi d’acqua.

Pian Di Spagna: Una Riserva Naturale Di Incredibile Bellezza

Qui, tra i canneti e le acque stagnanti della piana, si trovano perfino importanti documenti architettonici romani, come il tempietto di San Fedelino oltre ad una ricca e variegata presenza di specie ornitologiche che rendono quest'area una attrazione faunistica di primaria importanza.

Al suo interno sono state osservate 268 specie di uccelli, una buona parte di quelle visibili in Lombardia. Per questo la Riserva si propone come uno dei più importanti luoghi di sosta e di svernamento delle Prealpi per l’avifauna europea. Qui sono di casa specie animali come i cormorani, gli aironi cinerini, i cigni reali, svassi, fischioni, folaghe e germani reali.

Il Pian di Spagna è, inoltre, ricco di pesci delle più svariate specie tanto che è diventato una importante attrazione turistica per quanto riguarda la pesca; qui si possono pescare agoni e pesce persico e tante altre varietà di pesci.

Negli ultimi anni il Pian di Spagna è diventato anche meta di turisti, soprattutto quelli provenienti dalla viscina svizzera. Il cavallo e la barca, infatti, costituiscono un mezzo obbligato per poter esplorare e vistare le acque basse e i canneti.

Oltre a ciò, nelle località limitrofe alla suddetta zona, si è sviluppato un turismo eno-gastronomico di primo piano: località come Dascio con i suoi famosi ristoranti, quello del Mera e il Berlinghera o come "Sorico" o "La Punta" costituiscono da sempre un richiamo irresistibile non solo per gli amanti della buona cucina ma anche per chi ama trascorrere una giornata di festa o un pomeriggio in campagna.

Come raggiungere il Pian di Spagna:


Provenendo da Sud si percorre la S.S.36, che costeggia la riva orientale del Lago di Como. Si oltrepassa l’uscita di Colico e si prosegue verso Nord. Si prende l’uscita per la Valchiavenna e si attraversa l’Adda. Subito dopo il ponte si trova l’indicazione Pian di Spagna, sulla sinistra, accanto ad un passaggio a livello. È la strada che conduce verso il centro della riserva. Si percorre in auto, superando il deposito di ghiaia, fino ad un bivio. Qui si lascia la macchina e si prosegue a piedi. Se si vuole raggiungere le altre località, come Gera Lario e Dascio, oltrepassato il ponte sull’Adda si prosegue dritti. Seguendo le indicazioni per Menaggio-Como si gira a sinistra, si percorre un lungo rettilineo e si attraversa il Ponte del Passo, sul Mera. Qui si può svoltare a sinistra ed andare verso Gera Lario o girare a destra e raggiungere l’abitato di Dascio. Per raggiungere Verceia, all’uscita della statale si seguono le indicazioni per la Valchiavenna.

Articolo scritto da PaidToWrite - Vota questo autore su Facebook:
PaidToWrite, autore dell'articolo Pian Di Spagna: Una Riserva Naturale Di Incredibile Bellezza
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione