Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

Quei Defilati Angoli Romani


22 febbraio 2010 ore 14:36   di Barbersita  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 265 persone  -  Visualizzazioni: 433

Milano ha fatto da apripista. Ma anche nella capitale ora si stanno moltiplicando gli interventi di riqualificazione dei siti di archeologia industriale, che, riconvertiti, offrono l'occasione per scoprire aspetti inediti della città. Macchine e reperti antichi creano così un binomio di grande suggestione.Alla riscoperta di Roma, città inesorabilmente associata al caos quotidiano. Visitare luoghi poco battuti ma di sicuro effetto.

Luoghi che spesso passano inosservati agli occhi dei più. Come il Museo Centrale Montemartini, inserito in un quartiere recentemente oggetto di un più ampio progetto di riqualificazione, nascosto tra le facciate spente di via Ostiense. Si trova al numero 106. Non è in realtà un semplice museo, ma uno straordinario esempio di archeologia industriale riconvertito in sede museale. Qui hanno trovato casa centinaia di statue di epoca romana, che altrimentti avrebbero affollato i sotterranei dei Musei Capitolini. La vecchia centrale, in disuso ormai dal 1963, è stata il primo impianto di produzione di elettricità dell'Azienda Elettrica Municipale.


Dopo gli interventi di recupero è stata riportata a nuova vita come centro d'arte. Il contrasto tra i macchinari della vecchia centrale termoelettrica Montemartini e i reperti di epoca classica rinvenuti negli scavi di fine Ottocento e in quelli degli anni Trenta del Novecento, crea un effetto assolutamente suggestivo. Da segnalare l'originale Togato Barberini nella Sala delle colonne, esempio saliente di ritrattistica romana del I sec. a.C: l'uomo in toga reca tra le mani i busti dei suoi antenati, ed è interessante notare come la testa isolata riesca in maniera assolutamente in maniera naturalistica ad esprimere la personalità dell'individuo.

Da ammirare anche la colossale statua di divinità femminile proveniente dagli scavi di largo Argentina, esposta nella Sala delle macchine. Da non dimenticare il Museo del Corso, situato nel cuore del centro storico. Proprio questo mese ( il 16 febbraio ) è stata inagurata una retrospettiva dedicata al grande artista americano Edward Hopper, prodotta dal comune di Milano e della Fondazione Roma, con la partecipazione del Whitney Museum of American Art di New York e la Fondation Hermitage di Losanna.

La mostra riproporrà l'evoluzione del percorso creativo dell'artista documentando la solitudine, l'inquietudine e l'alienazione di un Paese che andava incontro - agli inizi del XX secolo - alla più grande accelerazione economica e tecnologica di ogni tempo. Con uno stile che procede per sottrazione, le atmosfere rarefatte riescono a trasformare scene di vita ordinaria in immagini uniche.

Articolo scritto da Barbersita - Vota questo autore su Facebook:
Barbersita, autore dell'articolo Quei Defilati Angoli Romani
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!


Commenti

 
  • giulia
    #1 giulia

grazie della segnalazione, io sarò una di quella che andranno a vedere hopper, ma a questo punto, non solo!

Inserito 22 febbraio 2010 ore 15:10
 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione