Il Web è pieno di giornali, riviste e giornalisti.
Noi di Paid To Write siamo convinti che TU possa fare meglio di loro.
partecipa al nostro progetto

San Gimignano: L' Arte Del Medioevo


21 gennaio 2012 ore 19:52   di europe  
Categoria Viaggi e Turismo  -  Letto da 449 persone  -  Visualizzazioni: 841

Come testimoniano numerosi ritrovamenti archeologici ( in maggioranza tombe) San Gimignano sorge su territorio etrusco datato almeno III secolo a. C.Sembra che il colle sia stato scelto per la sua posizione strategica, dominando dalla Val d'Elsa. Il nome deriva secondo tradizione storica dal Santo Vescovo di Modena che pose la difesa dell'intero villaggio contro le orde di Attila. Nel 998 viene costruita la prima cinta muraria, comprendente il poggio di Montestaffoli che abbracciava una proprietà del Vescovo di Volterra e il poggio della Torre con il castello vescovile.

Nel 1282 a San Gimignano venne promulgata una legge che vietava la demolizione delle case se non per erigerne di più belle. A quell'epoca risale la maggior parte delle sue famose torri (in origine 72 oggi 15) che svettavano con fierezza manifestando la ricchezza del ceto mercantile locale nel periodo di maggior splendore della città. La Torre Chigi è una delle più belle della città, costruita nel 1280 appartenne alla famiglia degli Useppi. Insieme alle mura duecentesche e al nucleo compatto di palazzi e chiese, esse a tutt oggi configurano un'immagine irripetibile di borgo medievale.


Su Piazza della Cisterna e Piazza del Duomo si affacciano gli edifici più rappresentativi della storia cittadina, fra i quali il Palazzo del Podestà (1239) sovrastato dalla possente “Rognosa” (che per legge non poteva essere superata in altezza da nessuna torre cittadina), il palazzo del Popolo (1288 ampliato nel 1323) e la Collegiata di Santa Maria Assunta romanica che racchiude, fra l'altro, la cappella rinascimentale di Santa Fina (1468) progettata da Giuliano e Benedetto da Maiano e affrescata (1475) da Domenico Ghirlandaio e quella della Concezione, costruite entrambe su allungamento del presbiterio e della croceria.

Prima ancora, il bellissimo edificio si era arricchito con sculture (1421 circa) di Jacopo della Quercia e con affreschi di Benozzo Gozzoli ( 1465). la chiesa romanico-gotica di Sant'Agostino, nei pressi di porta San Matteo, conserva nel coro un grandioso ciclo di affreschi di Benozzo Gozzoli, e nel presbiterio, l'Incoronazione di Maria, capolavoro di Piero del Pollaiolo (1483).

Articolo scritto da europe - Vota questo autore su Facebook:
europe, autore dell'articolo San Gimignano: L' Arte Del Medioevo
Fai conoscere ad altre persone questo articolo: condividi o promuovi questa notizia su Facebook e su tanti altri canali:
Condividi Questo Articolo!

 

Inserisci un Commento:

( ti consigliamo di effettuare il login per commentare più efficacemente )
Codice di Verifica:

ricarica il captcha

Per ragioni di sicurezza verrà registrato anche l'indirizzo IP del tuo computer

Seguici Su...


 
 
 
 
Diventa anche tu parte di
Paid To Write Clicca qui!
segui paid to write su facebook

Articoli Più Letti

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Articoli Più Votati

Viaggi e Turismo
Oggi    Sett.    Mese    Sempre   

Paid To Write - Il Giornalista Sei Tu

Tutti i contenuti pubblicati su Paid To Write sono soggetti alla licenza Creative Commons.
Licenza Creative Commons
È permesso riportare i nostri articoli ma solo se accompagnati da un backlink dofollow (senza cioè il tag nofollow) verso il nostro contenuto originale.
Paid To Write
Il Giornalista Sei Tu
© 2012 PI 00877530147
Paid To Write Network
Contattaci
Privacy
Disclaimer e Redazione